arpal-mazzei-triggiani-rodio
arpal-mazzei-triggiani-rodio
Amministrazioni ed Enti

ARPAL Puglia e R.I.Vi.Vi., un anno di impegno per la riconquista dell'indipendenza da parte delle donne

Presentati i risultati ottenuti dal lancio del progetto per promuovere l'inclusione nel mondo del lavoro per le vittime di violenza

Un anno di impegni concreti per favorire la riconquista dell'indipendenza e l'inserimento tutelato nel mondo lavorativo delle donne vittime di violenza: questo uno dei temi principali di "Mind the (gender) gap", l'evento organizzato da ARPAL Puglia a Bari, nell'ambito delle iniziative per la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. L'incontro tenutosi a Bari, nella sede della Regione Puglia, il 23 novembre scorso, ha rappresentato un'importante occasione per sensibilizzare sull'inclusione delle donne nel mondo del lavoro e riflettere sui progressi compiuti e sulle sfide ancora da affrontare nella promozione dell'uguaglianza di genere. La giornata ha avuto un focus sul progetto interistituzionale "R.I.Vi.Vi." (Riconquista dell'Indipendenza per le Vittime di Violenza), avviato da ARPAL Puglia nell'Ambito di Lecce il 25 novembre 2022. Un progetto volto alla creazione di un percorso dedicato e tutelato di accompagnamento al lavoro per le donne vittime di violenza, e che ha coinvolto Centri antiviolenza, case rifugio, Ambiti sociali e la Provincia di Lecce. «Le donne sono un pilastro fondamentale dell'economia pugliese, e investire in strategie inclusive nel lavoro non solo promuove l'uguaglianza, ma potenzia anche la crescita economica della regione. - ha dichiarato Francesca Serpino, Dirigente U.O. Coordinamento di Staff ARPAL Puglia - La diversità di genere nelle decisioni economiche e nelle politiche del lavoro rende la Puglia più resiliente e adattabile alle sfide del futuro. È per questo che, con R.I.Vi.Vi. e con tutte le altre iniziative messe in campo da ARPAL Puglia, miriamo all'accesso equo delle donne al mercato del lavoro, un obiettivo cruciale per abbattere barriere e garantire opportunità paritarie per lo sviluppo della nostra regione».

Il percorso attivato con "R.I.Vi.Vi." si articola in vari incontri, dal colloquio conoscitivo alla stesura del bilancio di competenze e motivazione al lavoro. Un team specializzato segue tutto il percorso di presa in carico lavorativa, offrendo supporto anche in costanza di rapporto di lavoro e in vista di una nuova ricollocazione, ponendo allo stesso tempo particolare attenzione alla tutela della privacy delle donne e dei minori. Nell'evento, è stato posto l'accento sulla violenza economica, una delle sfide affrontate dal progetto. La violenza economica, insieme a quella fisica e psicologica, è una forma subdola che limita la libertà delle donne minacciando la negazione delle risorse finanziarie e delle opportunità lavorative. Il nuovo "Piano Strategico Nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2021-2023" si inserisce nel solco normativo già tracciato dalla "Legge sul femminicidio" del 2013 e dal Codice Rosso del 2019, proponendo strumenti di contrasto alla violenza economica, come l'alfabetizzazione finanziaria e tirocini retribuiti.

In un solo anno dalla nascita di "R.I.Vi.Vi.", ARPAL Puglia ha preso in carico, nell'ambito di riferimento, 32 donne, ricevendo un supporto strategico, in particolare, dai Centri antiviolenza "Malala" di Galatina e "Medihospes" dell'Ambito di Nardò e Casarano. Le donne assistite nell'iniziativa, la cui età media si aggira sui 31 anni, sono state inoltre supportate nella fase di candidatura, nella stesura dei CV e nella preparazione dei colloqui con le aziende (più della metà ha sostenuto più colloqui di lavoro), i quali hanno avuto un esito positivo in ben il 60% dei casi (ai quali si aggiunge un 10% dei colloqui in attesa di esito). Nonostante i colloqui positivi, il 70% delle utenti ha optato per la rinuncia al lavoro, evidenziando limitazioni legate agli orari e alle condizioni economiche offerte. Questa circostanza sottolinea la necessità di riconsiderare la flessibilità degli orari e l'adeguatezza delle offerte economiche per favorire una partecipazione più inclusiva nel contesto lavorativo. In questo senso, ARPAL Puglia mira ad acquisire dati aggiuntivi sulla gestione delle utenti e a valutare in quali condizioni soggettive il progetto mostri una maggiore efficacia in termini di coinvolgimento personale nella ricerca di lavoro e di perseveranza nell'obiettivo, valutando l'evoluzione di questi aspetti nel corso del tempo. "Mind the (gender) gap" si è rivelato un momento di riflessione e condivisione di esperienze, sottolineando l'impegno di ARPAL Puglia nell'ambito dell'inclusione di genere e aprendo la strada a ulteriori iniziative volte a promuovere un ambiente lavorativo equo e diversificato.
  • Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne
  • ARPAL PUGLIA
Altri contenuti a tema
Tenere alta l’attenzione e non abbassare la guardia su un tema di natura culturale Tenere alta l’attenzione e non abbassare la guardia su un tema di natura culturale L'intervento dell'assessore Maria Angela Petroni nell'ambito della campagna di sensibilizzazione contro ogni forma di violenza e discriminazione denominata “Posto Occupato”
Una panchina rossa  in segno di lotta contro la Violenza sulle Donne Una panchina rossa in segno di lotta contro la Violenza sulle Donne Installata all’ingresso dell’Ospedale Dimiccoli di Barletta
Siamo partite insieme, insieme torneremo Siamo partite insieme, insieme torneremo La nota dell'Associazione Radici - Cultura è Territorio
Donne vittime di violenza, uomini autori di violenza, prevenzione, approvazione unanime del c.d. decreto Roccella Donne vittime di violenza, uomini autori di violenza, prevenzione, approvazione unanime del c.d. decreto Roccella La nota dell'Avvocato Maria Sabina Lembo
Solo con l’alleanza nei campi tra donne e uomini si può combattere ogni tipo di oppressione e prevaricazione Solo con l’alleanza nei campi tra donne e uomini si può combattere ogni tipo di oppressione e prevaricazione La dichiarazione di Rita Tamborrino, leader di Coldiretti Donne Impresa Puglia
Non abbiate timore continuate ad affidarvi a noi, aiutateci ad aiutarVi Non abbiate timore continuate ad affidarvi a noi, aiutateci ad aiutarVi I Carabinieri incontrano gli studenti a Barletta
La violenza contro le donne va combattuta ogni giorno La violenza contro le donne va combattuta ogni giorno L’assessora Barone partecipa alle iniziative di sensibilizzazione sui territori
BASTA STARE IN SILENZIO! BASTA STARE IN SILENZIO! Corteo a Canosa di Puglia il 25 novembre
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.