Imma Azzellino San Sabino 1985 Canosa
Imma Azzellino San Sabino 1985 Canosa
Vita di città

L’addio di Imma Azzellino

Una vita al servizio della comunità canosina

Un' altra domenica segnata dal lutto, nel giorno dell'antivigilia della solennità di San Sabino, Vescovo e Patrono di Canosa di Puglia, la comunità piange la dipartita di Immacolata Azzellino all'età di 96 anni. Grande professionalità e continuo aggiornamento hanno contraddistinto la carriera di Imma Azzellino, "dirigente" dell'Ufficio Ragioneria presso il Comune di Canosa di Puglia, attraverso spiccate capacità nella lettura delle norme, degli atti, dei documenti e dei bilanci amministrativi, dedicando tantissimo tempo, giornate intere come riferiscono suoi conoscenti, e soprattutto, molta attenzione nell'organizzazione, nel controllo e nella gestione degli stessi. Un ruolo complesso e difficile ricoperto con dedizione e impegno non comuni distinguendosi per garbo e signorilità nell'arco degli anni a Palazzo di Città.

Non da meno le sue attività nel sociale, culturale e religioso mettendo a disposizione le sue competenze in ogni ambito. E' stata presidente del Comitato Feste Patronali negli anni ottanta e della FIDAPA, negli anni novanta, "Insieme nel servire" il suo incipit celebrativo per il ventennale di vita del locale sodalizio al femminile. Inoltre è stata dirigente e socia fondatrice della Università della Terza Età di Canosa, e poi, per tanti anni si è dedicata alla casa di riposo Oasi "Arcivescovo Francesco Minerva". Tra i primi a ricordarla, il maestro Peppino Di Nunno, riportando la memoria al discorso di Imma Azzellino, presidente del Comitato Feste Patronali, tenuto il 22 luglio 1985, giorno di inaugurazione e benedizione della nuova statua di San Sabino, dopo il furto, davanti a Mons. Francesco Minerva, Mons. Francesco Fuzio di Andria, al Sindaco di Canosa Salvatore Paulicelli e all'autore dell'opera, Giuseppe Antonio Lomuscio.


Mentre, l'ex consigliere comunale Enzo Princigalli su Facebook ha scritto:"""È stata per decenni una 'Istituzione'. Vigile e inflessibile custode sui conti del Comune di Canosa nel ruolo di Responsabile della Ragioneria Comunale. Non è un caso che il nostro Comune non abbia mai conosciuto il dissesto. È stata nel settore, punto di riferimento per generazioni di amministratori pubblici e dopo il pensionamento si è impegnata in molteplici attività di volontariato. Lascia di sé alla nostra comunità il ricordo di una grande Donna colta, generosa e affabile.""" Una ex collega di ufficio e componente dell'Università della Terza Età di Canosa, Maria Gerardi ha postato "Ho conosciuto la signorina Imma Azzellino, per un breve periodo, siamo state colleghe di lavoro nell' Ente locale. Una donna eccezionale con una forza incredibile che ha saputo tener testa con garbo e gentilezza, nella sua professione di responsabile dell'allora ragioneria comunale, a generazioni di amministratori della cosa pubblica e ancora ha profuso il suo impegno in molteplici associazioni di volontariato, instancabile e sempre sorridente, contenta di averla conosciuta e stimata ed ora che non c'è più le rivolgo un pensiero affettuoso ed una preghiera, affinché il Signore l'accolga nelle sue braccia"

Significativa la testimonianza della OSS, Sandra Fiore::"""Una persona molto conosciuta che ha fatto tanto per la nostra comunità, prima lavorando al comune e poi occupandosi dell'Oasi Minerva, curando la gestione economica. Ho avuto il piacere di conoscerla nel '92, quando ho iniziato il mio percorso lavorativo all'Oasi. Sicuramente devo a lei tante cose, che porto dietro nel mio bagaglio. È stata una donna di cultura, brillante, intraprendente, di grande intelletto, sempre accurata, mai avventata, ben ponderata nelle sue decisioni, che prendeva con precisione meticolosa e chirurgica. Il suo modo di amministrare, senza paura e senza indecisione, ha fatto si che lei diventasse un'istituzione, da ogni punto di vista. Ha saputo tener a bada politici e sindaci, ha saputo gestire situazioni amministrative da sola, con sapiente abilità, nel rispetto di tutti, ma con un polso talmente fermo di cui pochi possono vantarsi. Ho conosciuto davvero poche persone con questo carisma e con questa forza d'animo. Ha iniziato a lavorare a soli diciassette anni, sola tra gli uomini, in un contesto in cui la parità di genere era ben lontana, conquistando rispetto ed ammirazione, dimostrando che una donna può fare la differenza, dimostrando che le qualità di una persona non dipendono dal sesso. Canosa sicuramente deve tanto a questa donna! Il minimo che io possa fare è dire grazie, anche se probabilmente non basterebbe. Ricordo con affetto, e non senza un velo di nostalgia, quella frase che mi ripeteva spesso:'chiedi del tempo a chi non ce l'ha e te lo darà.' Proprio durante il tempo che ha forgiato il nostro rapporto di stima reciproca, io non mancavo mai di manifestarle la mia approvazione, il mio rispetto, per quella donna così iconica. E lei mi ripeteva sempre 'tu non sei da meno, perché dietro ogni uomo c'è sempre una grande donna'. Probabilmente per i tempi che corrono questa frase non va più bene. Tra la lotta per la parità di genere e il politically correct sarebbe stata sicuramente fraintesa. Ma forse è proprio grazie a donne come lei che oggi possiamo ambire, in quanto donne, a posizioni di prestigio, fare carriera, essere donne a 360 gradi. Queste grandi donne che, nella più totale umiltà, hanno combattuto. E hanno vinto. Una grande donna, un modello di vita, una fonte d'ispirazione, per ogni donna, per ogni uomo, per noi tutti, per la comunità intera.""" Le esequie di Immacolata Azzellino si terranno alle ore 11,00 di lunedì 8 febbraio presso il Cimitero di Canosa di Puglia nel rispetto delle norme anti-covid vigenti.
  • Basilica Concattedrale San Sabino
  • Funerale
Altri contenuti a tema
Lorenzo Trallo non è più tra noi Lorenzo Trallo non è più tra noi E’ stato sindaco di Canosa nel 1996
Addio a  Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci Addio a Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci A Canosa,  bandiere a mezz'asta per ricordarli
La  XXIX Giornata Mondiale del Malato La XXIX Giornata Mondiale del Malato Le celebrazioni eucaristiche in programma
La Madonna di Loreto arriverà a Canosa La Madonna di Loreto arriverà a Canosa In occasione del centenario della proclamazione della Beata Vergine come patrona di tutti gli aeronauti
Il Dies Natalis di San Sabino Il Dies Natalis di San Sabino Il quinto giorno alle Idi di Febbraio
San Sabino il Primo Santo Pugliese San Sabino il Primo Santo Pugliese Il Campanile n.1 – Gennaio/Febbraio 2021
Si spegne il respiro ed il servizio Si spegne il respiro ed il servizio Francesco D'Agnelli ci ha lasciato prematuramente
Michele Costanzo non è più tra noi Michele Costanzo non è più tra noi Persona perbene su cui si poteva fare sempre affidamento
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.