In memoria di Graziella Mansi
In memoria di Graziella Mansi
Amministrazioni ed Enti

In memoria di Graziella Mansi

La Polizia di Stato inaugura la Stanza Ascolto Riservato intitolata alla piccola

Nell'ambito della campagna permanente della Polizia di Stato contro la violenza di genere denominata "Questo non è amore" e in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, il Questore Roberto Pellicone inaugurerà la "stanza di ascolto riservato" destinata alle vittime di genere o comunque vulnerabili (vittime di disagio anche minorile) che si terrà alle ore 9,30 del 25 novembre 2021,. La stanza, arredata in modo da creare un luogo di ascolto accogliente e rassicurante, sarà intitolata alla piccola Graziella Mansi, bambina di 8 anni che nell'agosto del 2000 fu dapprima abusata e poi bruciata viva, in un bosco della periferia di Andria, da cinque ragazzi del posto. Al suo interno, personale qualificato raccoglierà richieste e segnalazioni, al fine di intercettare e gestire con professionalità e riservatezza il disagio e le paure delle vittime o di testimoni vulnerabili e di rilevare tempestivamente eventuali fattori di rischio. L'obiettivo è quello di garantire una corsia preferenziale di trattazione della segnalazione raccolta, anche attraverso la tempestiva attivazione della rete antiviolenza locale e regionale, con la quale si lavora quotidianamente in sinergia. La cerimonia di inaugurazione avrà luogo alla presenza dei familiari della piccola Graziella, delle Associazioni di volontariato per la tutela delle donne della Provincia BAT, della SOROPTIMIST, sezioni di Foggia e Bari – che si ringrazia in modo particolare per la donazione a questa Questura di un Pc portatile – nonché dei pittori Antonella Palmitessa e Giuseppe Marchione che per l'occasione hanno realizzato alcune opere donate alla Questura di Andria .
  • Polizia di stato
  • Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne
Altri contenuti a tema
L’app Youpol per segnalare reati di violenza domestica L’app Youpol per segnalare reati di violenza domestica Permettere una interazione tra la sala operativa della Questura e il segnalante
Canosa Calcio 1948-Città di Mola: gara di cartello Canosa Calcio 1948-Città di Mola: gara di cartello In campo per dire NO alla Violenza sulle Donne
Canosa: Picchiato per difendere un'amica Canosa: Picchiato per difendere un'amica La Polizia arresta l'autore
Il Reddito di Libertà, un'importante sostegno in favore di donne in condizione di particolare vulnerabilità Il Reddito di Libertà, un'importante sostegno in favore di donne in condizione di particolare vulnerabilità L'intervento dell'Assessore alle Politiche Sociali Letizia Morra
In piedi signori ...davanti ad una Donna In piedi signori ...davanti ad una Donna Un forte grido "No alla violenza sulla donne"
Il primo passo per tornare libere dalle violenze è quella di denunciare Il primo passo per tornare libere dalle violenze è quella di denunciare L’Arma dei Carabinieri contro la violenza sulle donne
L’educazione al rispetto va insegnata a scuola L’educazione al rispetto va insegnata a scuola L'intervento del sindaco di Canosa Morra
I verdi occhi, più non avranno quella luminosità I verdi occhi, più non avranno quella luminosità S'intitola "Stupro" il componimento di Nunzio Di Giulio
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.