WhatsApp
WhatsApp
Cronaca

WhatsApp: attenzione al link truffa

I consigli della Polizia Postale

Attenzione al link inviato da un contatto presente nella vostra rubrica accompagnato da un messaggio tipo "Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?", è un tentativo di phishing per sottrarre i dati e rubarvi l'identità. Infatti, rispondendo al messaggio potreste restare vittima di una truffa.Il codice inviato consente ai cybercriminali di impadronirsi dell'account WhatsApp e di sfruttare il servizio di messaggistica per compiere ulteriori truffe. Utilizzando il numero di telefono della vittima, inoltre, i malviventi potrebbero avere accesso ai contatti salvati nella rubrica e innescando, così, una sorta di "catena di Sant'Antonio". La Polizia Postale sull'argomento fornisce alcuni consigli:
-I codici che arrivano per sms sono strettamente personali e non vanno mai condivisi, anche se richiesti da un nostro contatto o da un amico o un familiare;
-Non bisogna mai cliccare su eventuali link presenti negli sms;
-È consigliabile attivare la "verifica in due passaggi" disponibile nell'area "impostazioni-account dell'App" che ci permette di inserire un codice personale a sei cifre, che il sistema ci richiede al primo accesso e per tutte le operazioni di modifica che andremo a effettuare sul nostro profilo;
-Se siamo caduti nella frode è necessario avvisare subito i nostri contatti di quanto ci è capitato in modo che non diventino potenziali vittime della catena;

Come fare per recuperare il proprio account:
-Accedi a WhatsApp con il tuo numero di telefono e verifica il numero inserendo il codice a 6 cifre che ricevi tramite sms;
-Una volta inserito il codice sms a 6 cifre, chiunque stia usando il tuo account verrà automaticamente disconnesso. Ti potrebbe anche essere richiesto di fornire il codice della verifica in due passaggi. Se non conosci il codice, la persona che sta usando il tuo account potrebbe aver attivato la verifica in due passaggi.
Per ogni segnalazione potete mettervi in contatto con la Polizia Postale attraverso Il portale istituzionale.
  • Polizia Postale e delle Comunicazioni
Altri contenuti a tema
Al via il progetto “Incroci”, didattica sui viaggi virtuali e fisici Al via il progetto “Incroci”, didattica sui viaggi virtuali e fisici Si punta ad attivare la sfera emozionale degli studenti, per esortarne la riflessione sui pericoli che si possono incontrare
Dalla pedopornografia online ai financial cybercrime Dalla pedopornografia online ai financial cybercrime La Polizia Postale ha diffuso i dati delle attività svolte nel 2022
Acquisti di Natale online Acquisti di Natale online I consigli della Polizia Postale
Le transazioni fraudolente dei “money mules” Le transazioni fraudolente dei “money mules” L'Operazione Emma conclusa dalla Polizia postale e delle comunicazioni
Al via  “Cyber Hygiene”, campagna di prevenzione sui rischi della Rete Al via “Cyber Hygiene”, campagna di prevenzione sui rischi della Rete I consigli della Polizia Postale
Streaming illegale, 70 indagati Streaming illegale, 70 indagati L'operazione della Polizia Postale di Catania contro la pirateria audiovisiva
Sextortion: estorsioni online, un fenomeno in crescita Sextortion: estorsioni online, un fenomeno in crescita i consigli della Polizia Postale su come difendersi
Commercio di farmaci illegali: oscurati 43 siti internet Commercio di farmaci illegali: oscurati 43 siti internet L'operazione della Polizia Postale a Carattere internazionale
© 2005-2023 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.