Francesco Ventola
Francesco Ventola
Politica

Ristori promessi e ancora non dati

L'intervento del consigliere regionale Francesco Ventola(FDI)

"Come complicare la vita a chi la vita ce l'ha già complicata!" - Esordisce così il consigliere regionale Francesco Ventola(FDI): : "E' quello che sta facendo l'assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, che aveva a disposizione 20 milioni di euro già dallo scorso anno (messi a disposizione dal Governo centrale per i ristori ai ristoratori), e che conosceva la platea dei beneficiari. Tuttavia ha deciso di rendere ancora più difficile il tutto, attraverso protocolli d'intesa con le Camere di Commercio di Bari e Foggia, con il risultato che dopo due mesi i ristoratori dei 20 Comuni che alla vigilia dell'Immacolata furono forzatamente messi - in una Puglia gialla - in zona arancione non vedranno nemmeno un euro per chissà quanto tempo."

"Riavvolgiamo il nastro: il 7 dicembre 2020 con un'ordinanza 'speedy gonzales' Michele Emiliano impediva la riapertura ai ristoranti di 18 Comuni delle Province di Foggia e Bat e due della Murgia barese. Un danno doppio: sia per i mancati incassi delle prenotazioni già prese, che per la spesa fatta da buttare, a partire dai prodotti freschi."

"Oggi, 5 febbraio, - aggiunge Ventola - in Commissione regionale abbiamo appreso che ancora in questi giorni la Camera di Commercio sta approntando i bandi per dare i ristori a 3.750 ristoratori che hanno subito ingenti danni da quel provvedimento. Riprendo le parole usate – sempre in Commissione – dalla Confesercenti: 'siamo in guerra e i provvedimenti dovrebbero essere urgenti e semplici', invece la Regione ha complicato una pratica che poteva essere liquidata in una decina di giorni: c'era la somma da destinare (20 milioni di euro, che venivano messi a disposizione dal Governo nazionale), la platea alla quale destinarla identificabile esattamente, che necessità c'era burocratizzare il tutto con l'intervento di un organo intermedio come le Camere di Commercio? Non solo, si è perso inutilmente tempo per mettere a punto un protocollo con le Camere di Commercio di Bari e Foggia della durata di 36 mesi: perché tre anni se la pratica riguarda solo 20 Comuni e poco meno di 4.000 pratiche? Se la Regione pensa davvero che occorra tutto questo tempo per soddisfare tutti, - conclude il consigliere Ventola - forse, non si rende conto che sono passati già due mesi e molte attività potrebbero non riaprire più i battenti".
  • Emiliano
  • Francesco Ventola
Altri contenuti a tema
A Lino Banfi il premio Bifest alla carriera A Lino Banfi il premio Bifest alla carriera Conferito da Emiliano a Bari
Puglia: "Noi siamo la terra della accoglienza" Puglia: "Noi siamo la terra della accoglienza" Emiliano e Fontana conferiscono riconoscimento a Giovanna Foglia
Canosa : Lavori ampliamento del cimitero Canosa : Lavori ampliamento del cimitero I consiglieri comunali di Fratelli d’Italia chiedono incontro urgente al Sindaco Morra
Puglia : Verso il numero unico europeo di emergenza 112 Puglia : Verso il numero unico europeo di emergenza 112 Emiliano: “Innovazione straordinaria”
Mattarella a Conversano, per il centenario della morte di Giuseppe Di Vagno Mattarella a Conversano, per il centenario della morte di Giuseppe Di Vagno Emiliano: "Di Vagno fu un uomo del Sud con una visione nazionale"
Orgoglio pugliese : La Regione celebra i protagonisti di Tokyo Orgoglio pugliese : La Regione celebra i protagonisti di Tokyo Emiliano: "Non c'è medaglia olimpica senza sport di base"
La cultura della donazione La cultura della donazione Emiliano e Lopalco a Martina Franca al convegno AIDO
Gelate 2018: Mentre il sindaco Morra dorme, gli altri comuni indennizzano gli agricoltori Gelate 2018: Mentre il sindaco Morra dorme, gli altri comuni indennizzano gli agricoltori La nota della Segreteria Fratelli d'Italia- Canosa
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.