Padre A.M.Losito
Padre A.M.Losito
Vita di città

Invocando l’intercessione del Venerabile Padre Antonio Losito

La pandemia vista da vicino

Mentre aspettiamo che la pandemia sia definitivamente superata, senza minimizzare o ignorare le precauzioni che ci vengono continuamente raccomandate affinchè si possa guardare al futuro con rinnovata e consapevole fiducia, desidero rendervi partecipi di alcuni pensieri, preoccupazioni e stati d'animo, che hanno abitato la mia mente in questi mesi e che hanno lasciato nel mio animo tracce incancellabili. Sono sicuro che ciascuno di noi continuerà a custodire nel segreto del proprio cuore, le difficoltà e le ansie, le preghiere e le invocazioni rivolte a Dio per il bene proprio e delle persone alle quali vogliamo bene. Confesso che anch'io ho avuto momenti di timore per me e per le tante persone che conosco e per le quali ero preoccupato. Ogni giorno, davanti all'Eucaristia ho invocato l'aiuto del Signore e mi sono affidato a Lui affinchè allontanasse dalla nostra vita il temuto pericolo e potessimo ritornare alla normalità, alla quotidianità che alle volte in passato ci aveva trovato insoddisfatti, ma che in questi momenti di difficoltà abbiamo rievocato con nostalgia. Mi piace citare ancora una volta le illuminanti parole che il grande scrittore russo Fedor Dostoevskij ci ha lasciato nella Lettera alla signora Von Vizin, pubblicata nell'Epistolario: " … So' che in certi momenti di sventura la verità si fa più chiara …", cioè nei momenti difficili comprendiamo meglio il senso autentico della vita, capiamo quanto siano importanti le persone che amiamo, siamo meglio disposti a discernere nelle nostre scelte quanto c'è di bene e quanto di male, scopriamo la gioia che ci possono donare le rinunce fatte per amore, rispetto alle banalità che spesso ci offuscano la mente disorientandoci.

Nel tempo della pandemia ho temuto e ho pregato molto per gli anziani accolti nell'Oasi Minerva, per tutti gli operatori, soprattutto alla luce di quanto è successo in diverse Residenze Socio Sanitarie, devastate dal virus da nord a sud; ho seguito con apprensione in modo particolare quanto stava accadendo in una delle nostre strutture residenziali di Canosa, "San Giuseppe", e alle "Opere Pie Riunite Bilanzuoli-Corsi Falconi-Ciani" di Minervino. Ho già espresso in altre circostanze la mia vicinanza alle famiglie degli anziani che hanno perso la vita (lo scorso lunedì 1 giugno, abbiamo celebrato nella Cattedrale di San Sabino a Canosa di Puglia, insieme alle autorità cittadine, una Santa Messa in suffragio per loro) e ai responsabili delle due strutture: nonostante gli interventi insieme concordati e l'impegno condiviso per evitare i contagi, purtroppo non sono bastati ad evitare la tragedia. Ne siamo tutti profondamente amareggiati e speriamo che dopo i normali accertamenti siano riaperte al più presto per continuare a garantire il loro prezioso servizio.

Vi confido, in ultimo, che sin dal primo marzo ho invocato l'intercessione del nostro Venerabile Padre Antonio Maria Losito, "…segno luminoso della presenza di Dio in mezzo al Suo popolo e della premurosa cura che ha per i Suoi figli", come recita la preghiera composta dal nostro Vescovo Mons. Luigi Mansi, affinchè custodisse gli anziani e tutti gli operatori della nostra R.S.A, voluta da Mons. Francesco Minerva, compianto Arcivescovo Emerito di Lecce, suo discepolo spirituale. Inoltre, ho invocato su "tutti noi - continua la preghiera - che veneriamo la sua amabile figura e le sue virtù e che desideriamo di vederlo un giorno sugli altari, di ricevere quelle grazie che affidiamo alla sua intercessione". In questa preghiera per la beatificazione di Padre Losito, collocata vicino alla sua tomba in cattedrale, chiediamo anche alla Trinità di Dio che ognuno di noi, accompagnato dall'intercessione del Servo di Dio, accetti con fiducia nella propria vita i Suoi imperscrutabili disegni di salvezza.
Don Felice Bacco - Parroco della Cattedrale San Sabino Canosa di Puglia
  • Don Felice Bacco
  • Venerabile Padre Antonio Maria Losito
  • Coronavirus
  • Basilica Cattedrale San Sabino
Altri contenuti a tema
Coronavirus: tre nuovi contagi in Puglia Coronavirus: tre nuovi contagi in Puglia Non si registrano decessi
Puglia Covid free Puglia Covid free Sesto giorno senza contagi,registrati 2.049 test
Puglia: quinto giorno senza contagi Puglia: quinto giorno senza contagi Sono stati registrati 2413 test per l'infezione da Covid-19
Pandemia Covid-19 in Puglia: la Salute e la Sicurezza nel Servizio Sanitario Regionale Pandemia Covid-19 in Puglia: la Salute e la Sicurezza nel Servizio Sanitario Regionale A Bari, workshop organizzato dalla Regione
Puglia: quarto giorno senza contagi Puglia: quarto giorno senza contagi Registrati 2 decessi in provincia di Foggia
Servire oltre ogni interesse Servire oltre ogni interesse Il Rotaract Club Canosa ai tempi del Coronavirus
Puglia: terzo giorno Covid free Puglia: terzo giorno Covid free Sono 145 i casi attualmente positivi
Puglia: secondo giorno Covid free Puglia: secondo giorno Covid free Sono 146 i casi attualmente positivi
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.