Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
Notizie

Nuovo DPCM: Natale a casa

Il premier Conte:"Decisione sofferta ma dobbiamo rafforzare le misure per cautelarci "

Il Consiglio dei Ministri vara la nuova stretta per il Natale, dal 24 dicembre al 6 gennaio in tutta Italia sarà zona rossa durante i giorni di festa e arancione nei feriali e quindi lavorativi. A Natale e a Capodanno, quindi, saranno chiusi i ristoranti e i bar e sono sconsigliati i pranzi in famiglia, anche se ci sono alcune deroghe. «Quando siamo partiti col metodo a zone - sottolinea il premier Conte - eravamo con un Rt a 1,7 ora lo abbiamo portato a 0,8. La situazione però resta difficile, non solo in Italia ma in tutta Europa. Il virus continua a circolare, si lascia piegare ma non sconfiggere. E c'è forte preoccupazione che durante il periodo natalizio si rischi una impennata. Dobbiamo intervenire, la decisione è sofferta ma dobbiamo rafforzare le misure per cautelarci in vista delle ripresa a gennaio».

Dal 21 dicembre al 6 gennaio vietato lo spostamento tra Regioni, nei giorni 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020, e nei giorni 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio, in tutta Italia saranno in vigore le regole relative alla zona rossa. Si esce solo per ragioni di lavoro, necessità e salute, ma si potrà ricevere due persone non conviventi dalle 5 alle 22, e queste persone potranno portare con sé minori di 14 anni o persone con disabilità o non autosufficienti. Chiusi negozi, bar, ristoranti, centri estetici, mentre restano aperti alimentari, farmacie, parrucchieri e barbieri, chiese e luoghi di culto fino alle 22 e negozi di beni di prima necessità.

Invece, nei giorni feriali 28, 29 e 30 dicembre 2020, e nel giorno 4 gennaio 2021, in tutta Italia saranno in vigore le regole relative alla zona arancione, ma sarà possibile lo spostamento da un Comune se la popolazione non supera i 5 mila abitanti e se il Comune dove ci si vuole spostare non è più lontano di 30 chilometri. Resta vietato in ogni caso uscire dal proprio comune se ci si vuole recare nel capoluogo di provincia. Aperti i negozi fino alle 21, ma chiusi bar e ristoranti tranne che per l'asporto.

«Comprendiamo le difficoltà economiche, e l'ulteriore sacrificio che chiediamo - aggiunge Conte - siamo al fianco delle attività coinvolte dalle restrizioni e per questo abbiamo pensato a nuovi aiuti economici da erogare in modo veloce. Disponiamo un immediato ristoro in favore di ristoranti e bar che riceveranno il 100% di quanto già ricevuto sulla base del decreto rilancio, mentre le altre attività avranno misure ad hoc a gennaio».

«Abbiamo davanti la fine di questo incubo in quanto ci avviamo all'inizio della campagna vaccinale il 27 dicembre, ovviamente dovremo attendere i primi mesi dell'anno. Ma dobbiamo trovare la forza di chiudere questo brutto capitolo insieme, e non abbassare la soglia di attenzione», conclude Conte.
  • Coronavirus
  • Presidente del Consiglio Giuseppe Conte
Altri contenuti a tema
Coronavirus: 1.155 casi positivi in Puglia Coronavirus: 1.155 casi positivi in Puglia Registrati 74 nella BAT
Canosa: nuova ordinanza del sindaco Morra Canosa: nuova ordinanza del sindaco Morra Chiusura distributori automatici H24 e divieto di raggruppamenti dalle ore 18,00
Covid: attivo un servizio di assistenza psicologica per pazienti, familiari e dipendenti Covid: attivo un servizio di assistenza psicologica per pazienti, familiari e dipendenti L'ASL BT ha reso noto che garantisce supporto, aiuto e consulenza
Coronavirus: 1.483 casi positivi in Puglia Coronavirus: 1.483 casi positivi in Puglia Registrati 110 nella BAT
Canosa: 170 casi positivi Canosa: 170 casi positivi L'appello del sindaco Morra ad una maggiore responsabilità e senso civico da parte di tutti
Puglia: ritardi nell'attivazione dei Covid Point farmaceutici Puglia: ritardi nell'attivazione dei Covid Point farmaceutici la nota del senatore Dario Damiani (Fi)
Coronavirus:1.418 casi positivi in Puglia Coronavirus:1.418 casi positivi in Puglia Registrati 93 nella BAT
Puglia: Impennata di contagi 1.438 casi positivi Puglia: Impennata di contagi 1.438 casi positivi Registrati 92 nella BAT
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.