protezione civile
protezione civile
Cronaca

Colonna mobile pugliese in partenza per Durazzo

Per un modulo di assistenza destinato a 250 persone

Una colonna mobile del Servizio regionale di Protezione Civile, si imbarcherà questa sera, alle ore 22.00 per Durazzo, dove sarà in grado di approntare un modulo di assistenza per 250 persone.Secondo le previsioni del momento, i cento volontari si fermeranno a Durazzo per 5 giorni, offrendo supporto alla popolazione.Il servizio di Protezione Civile regionale, in collaborazione con quello del Molise è coordinato dal Dipartimento nazionale che segue costantemente l'evolversi della situazione, valutando gli effetti del sisma che questa notte ha colpito l'Albania. La colonna mobile pugliese, dotata di ogni attrezzatura per garantire la sicurezza del campo da attrezzare, si imbarcherà dal Porto di Bari alle ore 22.00.
  • Terremoto
Altri contenuti a tema
Scossa di terremoto  a Canosa Scossa di terremoto a Canosa Oscillazioni avvertite dai residenti nei piani superiori delle case
Canosa: lieve scossa di terremoto Canosa: lieve scossa di terremoto E' stata avvertita dalla popolazione
Scossa di terremoto avvertita a  Canosa Scossa di terremoto avvertita a Canosa Oscillazioni che hanno fatto scendere gente in strada.
Nel ricordo del sisma dell’Irpinia 40 anni dopo Nel ricordo del sisma dell’Irpinia 40 anni dopo A Canosa si registrarono danni nel centro storico
Trema la terra sul Gargano Trema la terra sul Gargano Scossa di terremoto registrata alle ore 4:57
Lieve  scossa di terremoto Lieve  scossa di terremoto Epicentro Andria avvertita dalla popolazione a Canosa
Emergenza terremoto in Albania Emergenza terremoto in Albania Emiliano in contatto con protezione civile e servizi sanitari
Sisma  Albania: "A disposizione per portare  tutto l'aiuto necessario" Sisma Albania: "A disposizione per portare tutto l'aiuto necessario" Le dichiarazioni del governatore Emiliano
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.