Discariche  Aree rurali
Discariche Aree rurali
Cronaca

Aree rurali come discariche a cielo aperto

La denuncia di Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia

Secondo il rapporto dell'Osservatorio sulla criminalità nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare promosso da Coldiretti, sulla base degli accertamenti della magistratura, negli ultimi 20 anni in Puglia sono stati sversati, tombati o bruciati rifiuti di ogni genere. "E' inaccettabile che le aree rurali vengano utilizzate come discariche a cielo aperto, depauperando un territorio curato e produttivo, inquinando la terra e il sottosuolo, arrecando un danno ingente all'imprenditore agricolo che spesso è chiamato a rimuovere i rifiuti sversati da altri, se non riesce a dimostrare di non averli prodotti. Si tratta di un fenomeno grave ed in escalation, dove a sversare rifiuti di ogni genere, da immondizia agli elettrodomestici fino a sacchi per la raccolta di amianto, non sono più soltanto i gruppi criminali, ma anche cittadini che scaricano nelle aree rurali ogni genere di rifiuto, oltre a materiale edilizio abbandonato dalle ditte, senza il minimo rispetto della proprietà privata degli agricoltori e arrecando un danno ambientale e di immagine incalcolabile", è la denuncia di Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

Lo smaltimento illegale dei rifiuti è diventata una delle principali attività delle agromafie che in Puglia fa registrare il 28,7% delle infrazioni accertate nel ciclo dei rifiuti sul totale nazionale, secondo i dati dell'Osservatorio. Il servizio aereo del Raggruppamento Aeromobili dei Carabinieri, dotato di velivoli particolarmente performanti e strumentazione tecnologicamente avanzate, secondo quanto riportato dal 6° rapporto Agromafie dell'Osservatorio sulla criminalità in agricoltura di Coldiretti, nel 2017 e nei primi 9 mesi del 2018 con 155 missioni per un totale di 160 ore di volo, ha individuato ben 155 discariche abusive in Puglia. "Nel 2015 la Regione Puglia ha pubblicato un bando a favore dei Comuni – ricorda Muraglia che aiutava le amministrazioni comunali nell'attività di rimozione e smaltimento di rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche, soprattutto in campagna. Sarebbe opportuno che ci fossero altri provvedimenti in tale direzione, perché gli agricoltori non possono restare sommersi dai rifiuti. Così come chiediamo che venga potenziato il controllo su territori assai vasti da parte della Polizia Municipale dei differenti Comuni dove il fenomeno è particolarmente allarmante", conclude il presidente Muraglia. Di fronte alle emergenze che si rincorrono – continua la Coldiretti – occorre adottare tutti gli accorgimenti a tutela della sicurezza e della salute, accertare le responsabilità e avviare le necessarie azioni di risarcimento danni diretti ed indiretti a favore delle comunità e delle imprese colpite. Sul piano strutturale – conclude la Coldiretti – occorre salvaguardare le aree a vocazione agricola, evitando l'autorizzazione di insediamenti potenzialmente a rischio e proteggendole con i controlli da quelli abusivi.
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
I bambini non consumano ortofrutta a tavola I bambini non consumano ortofrutta a tavola E’ quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Puglia
Tolleranza zero sulle frodi vitivinicole Tolleranza zero sulle frodi vitivinicole Coldiretti Puglia plaude all’operazione “Ghost Wine” dei Carabinieri dei Nas
La pasta è il prodotto simbolo della dieta mediterranea, La pasta è il prodotto simbolo della dieta mediterranea, In crescita l’export di pasta dalla Puglia
Un fallimento la gestione del PSR Puglia Un fallimento la gestione del PSR Puglia Una sconfitta per le speranze di tanti giovani
Influenza: agrumi e melegrane i migliori rimedi naturali Influenza: agrumi e melegrane i migliori rimedi naturali Coldiretti Puglia : “Sane e corrette abitudini alimentari devono diffondersi nelle famiglie”
Le agromafie impongono i prezzi dei prodotti agricoli Le agromafie impongono i prezzi dei prodotti agricoli A Foggia, gli Stati Generali Antimafia Sociale
Allarme smog nelle città pugliesi Allarme smog nelle città pugliesi A peggiorare la condizione di inquinamento è la scarsità di aree verdi
Gruppo Megamark  a sostegno dell’olio extravergine di oliva italiano Gruppo Megamark a sostegno dell’olio extravergine di oliva italiano Sospese le promozioni dell’olio comunitario nei supermercati
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.