Avvocati
Avvocati
Amministrazioni ed Enti

Truffa sui fondi per disabili, chiesto il giudizio per gli indagati.

Costituzione di parte civile della Regione Puglia, dell'Unione Italiana Ciechi e dell'Ass.Invalidi. L'udienza preliminare è stata caratterizzata anche dalla costituzione di parte civile


I sostituti procuratori Roberto Rossi, Lorenzo Nicastro e Renato Nitti hanno chiesto il rinvio a giudizio per l'ex assessore alla formazione professionale l'avv. Andrea Silvestri, per la sua collaboratrice Sig.ra Lucia Pepe e per 19, tra funzionari pubblici ed imprenditori, coinvolti nella seconda tranche delle indagini sulla presunta truffa sui fondi per i disabili. Nell 'udienza preliminare, tenuta ieri davanti al gup Antonio Lovecchio, la procura ha invocato il processo per Silvestri e per gli altri indagati.

Tra gli imputati per i quali la procura ha chiesto il processo, oltre alla Sig.ra Lucia Pepe, all'epoca collaboratrice dell'ex assessore, il dott. Luigi Santangelo, consiglieri provinciale, l'imprenditore Sig. Sabino Decorato. L'udienza preliminare è stata caratterizzata anche dalla costituzione di parte civile della Regione Puglia, dell'Unione Italiana Ciechi e dell' Associazione Invalidi Civili. Alcuni imputati hanno già annunciato la richiesta di essere processati con rito abbreviato. Il gup Antonio Lovecchio ha aggiornato l'udienza al prossimo 30 marzo.

(g.d.m.)
Tratto da : La Repubblica ( Bari) 08/03/2007

La redazione di Canosaweb informa che: per dovere e completezza di notizia, l'avv. Silvestri ha sempre contestato le accuse della procura. Una più ampia analisi dei fatti e un più approfondito studio delle sue tesi difensive sono riscontrabili nel suo libro "Diritto di Difesa Violato" edito da ARMANDO EDITORE. Il libro è acquistabile presso le librerie pugliesi o ordinabile sul sito : www.andreasilvestri.it .
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.