crisi 1929
crisi 1929
Territorio

Risposta a ROSSA che continua a fare domande semplici su questo portale!

La delicatezza che ha usato, nel porgere la domanda, merita una qualche risposta. Quali sono state le "non regole"


C'è una ragazza che continua a fare domande semplici su questo portale. Si firma come "Rossa" . Racchiude in se, e lo noto dai suoi interventi sempre educati, l'ingenuità e la purezza di altri tempi. Dopo aver letto il suo ultimo post di questa mattina in cui ci chiede : "abbiamo avuto la crisi mondiale del 29 che è stata molto devastante! Ora mi chiedo la crisi attuale è peggiore di quella accaduta nel 29? I Paesi non riescono ad andare avanti e ci sono state molte persone che hanno fatto gesti estremi (come il suicidio)! Quando ci riprenderemo?", mi è sembrato un peccato non cercare di farle capire che la sua richiesta è arrivata ad almeno uno dei suoi lettori.

La delicatezza che ha usato, nel porgere la domanda, merita una qualche risposta. L'attuale crisi è più dura di quella del 29, fatte le debite proporzioni in termini macroeconomici, ma abbiamo un po' più di "risparmi da parte" per questo riusciamo a sopportarla ma ancora per poco!. Qui i soggetti in campo che l'hanno provocata sono ancora tutti al potere e non c'è stato ancora un Roosevelt che ha avocato a se tutti i poteri per cercare di risolverla. Essi continuano ancora oggi a gestire il potere attraverso i nostri governanti. I banchieri gestiscono capitali inimmaginabili con cui tengono in pugno intere nazioni (Grecia, Italia, Spagna , Portogallo, Islanda, Irlanda e tutta la Comunità Europea). Ci sono nazioni invece dove il potere politico è ancora presente, come L'America. Li il presidente Obama riesce a tenere a bada questi speculatori. Nelle nazioni invece dove il potere politico è totalmente asservito a quello economico, e' facile vedere prosperare questo tipo di delinquenza economica, come nel nostro paese. Quasi tutti i politici oggi sono al soldo, direttamente o indirettamente, di questi signori. Non mi dilungo più di tanto su questioni macroeconomiche anche perchè qualcun'altro potrà intervenire in seguito e spiegarle meglio di me, cara Rossa, quali sono state le "non regole" che hanno governato gli stati e l'economia sino ad oggi.

Lei vede che non vi è più coesione sociale poichè ognuno di noi ha subito delle strane metamorfosi . Una volta vi erano le" classi sociali" e ognuno di noi sapeva con chi schierarsi per poter proteggere i propri ideali e perchè no, anche i propri interessi. Oggi la confusione è totale. Proletari che difendono interessi del capitale, "Berlusconi e Company docet" che in vent'anni di regime ha portato alla rovina questa nazione insieme però a consenzienti rappresentanti del proletariato che hanno gestito banche portandole al fallimento "vedi governo di sinistra e Monte dei Paschi di Siena".

Anche una parte della Chiesa Cattolica non è stata immune da questa "grande cloaca" interna alla nostra società. Chiese composte da "mattoni invece che di anime" considerate come "feudo" da ogni sacerdote o fonte di arricchimento da parte di vescovi e cardinali. Sacerdoti come funzionari interediari del potere costituito e non mediatori come richiede Papa Francesco. Conosco preti che sono diventati Ufficiali della Finanza , preti che girano con la fascia di porpora cardinalizia solo perche' lavorano in vaticano. Funzionari e non pastori di anime, come vi ha chiesto di essere Francesco I, questo dovreste essere. Ora puo' bastare ...... amici religiosi, la via della santita' che dovete indicarci non passa dalle stanze del potere che frequentate.

Poi qualcosa si muove ed un nuovo vento soffia sulle nostre nazioni. Al soglio di Pietro viene eletto un " Nuovo Pontefice" che prende a riferimento il "santo più povero" che la storia abbia mai avuto, che è stato fuori dal potere ma che ha parlato ai potenti e dato voce ai piu' umili. Alle elezioni politiche viene avanti una forza giovane che sta seminando scompiglio tra la vecchia politica . Speriamo che questi ragazzi perdano quella intolleranza dimostrata sino ad oggi e comincino insieme alla società sana a costruire la "nuova casa comune" ed un nuovo modo di fare politica.

Per chiudere e cercare di darle una speranza direi che "nulla sarà più come prima" cara amica "Rossa" , lei non perda mai la speranza perchè tempi nuovi si stanno approssimando . Vigili pero' sempre sui suoi figli , indichi loro la strada della onestà e del "bene comune", insegni loro i principi morali dei nostri padri perchè mi creda è solo la gente come lei che riuscirà a salvare il mondo!

Robespierre
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.