Comitato Ordine Andria
Comitato Ordine Andria
Cronaca

Massima attenzione ai rischi di infiltrazioni del tessuto economico della criminalità organizzata

Riunito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica ad Andria

La situazione dell'ordine e della sicurezza pubblica nel comune di Andria è stata esaminata stamane dal Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica riunitosi nella Sala Giunta di Palazzo di Città, alla presenza del Prefetto di Barletta Andria Trani Maurizio Valiante, del Sindaco di Andria Giovanna Bruno e dei vertici provinciali delle Forze di Polizia. Nel corso della riunione sono stati analizzati i dati sulla delittuosità nel comune riferiti al primo semestre dell'anno in corso, da cui si riscontra una significativa flessione nel raffronto con quelli dello stesso periodo dei precedenti anni.

"L'attenzione delle Istituzioni e delle Forze dell'Ordine nei confronti della città di Andria continuerà a rimanere alta con un'intensificazione dei servizi di prevenzione generale e controllo del territorio in modalità interforze, anche con l'ausilio di reparti specializzati delle Forze di Polizia - ha dichiarato il Prefetto di Barletta Andria Trani Maurizio Valiante -. Stiamo proseguendo con quel tour itinerante in tutti i comuni del territorio che avevamo preannunciato all'indomani dell'inaugurazione dei presidi territoriali delle Forze di Polizia (Questura e Comandi provinciali dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza). Nell'analisi delle principali questioni inerenti l'ordine e la sicurezza pubblica ad Andria, sebbene i dati in nostro possesso descrivano un'attenuazione dei fenomeni criminali di natura predatoria quali furti d'auto e rapine, riteniamo doveroso non abbassare in alcun modo la guardia".

I dati del primo semestre 2021, infatti, sono confrontati con quelli del 2019 anziché quelli del 2020, fortemente condizionati dal lungo periodo di lockdown connesso con l'emergenza Covid-19. Nel primo semestre 2021 si registra un generale calo della delittuosità (-17,7%), anche con riferimento ai furti in genere (-20%) e, in particolare, quelli di autovetture (-10,4%). L'incontro odierno ha inoltre rappresentato l'occasione per un confronto più ampio su questioni di stretto interesse dell'Amministrazione comunale, a cominciare dal monitoraggio degli impegni assunti in occasione della sottoscrizione del Patto per la Sicurezza Urbana ed Integrata, allo scopo di attuare iniziative idonee ad assicurare un "territorio sotto controllo", dando impulso ad un sistema complesso di sicurezza capace di coinvolgere pubblico e privato, integrando il sistema di controllo del territorio ad oggi prevalentemente incentrato sull'attività svolta dalle Forze di Polizia. Gli obiettivi fondamentali sono il potenziamento delle condizioni di sicurezza urbana, il miglioramento della qualità della vita sociale, un concreto avvicinamento delle Istituzioni al cittadino per rafforzare la percezione di sicurezza della comunità, la diffusione della cultura della legalità e la realizzazione di una rete di controllo socio-istituzionale.

A questo proposito, il Sindaco ha confermato l'impegno di attuare iniziative sul territorio di potenziamento della videosorveglianza, della pubblica illuminazione, nonché di utilizzazione di fondi regionali erogati per il tramite del Gal per l'acquisto di due droni per il potenziamento dei controlli soprattutto nelle aree rurali, nonché la volontà di voler intraprendere a breve termine iniziative, mediante l'utilizzo di fondi del Ministero dell'Interno, per la prevenzione ed il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti in prossimità dei plessi scolastici superiori di secondo grado (nell'ambito del progetto "Scuole Sicure"), delle truffe nei confronti degli anziani e dello spaccio di sostanze stupefacenti nei luoghi della movida, oltre ad una serie di iniziative di educazione alla legalità che andranno ad incidere sugli aspetti culturali della società civile con particolare riguardo al mondo della scuola.

"Massima attenzione continuerà ad essere rivolta - ha infine concluso il Prefetto Valiante - ai rischi di infiltrazioni del tessuto economico da parte della criminalità organizzata, anche in vista degli ingenti trasferimenti statali di cui i Comuni beneficeranno nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. In relazione a tanto verrà stipulato un apposito protocollo di legalità con il comune di Andria per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata negli appalti pubblici".
  • Andria
  • Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica
  • Prefettp Valiante
Altri contenuti a tema
Verso il completamento degli uffici periferici dello Stato nella BAT   	Verso il completamento degli uffici periferici dello Stato nella BAT In Prefettura, si è riunita la Conferenza Provinciale Permanente
In calo i furti di autovetture In calo i furti di autovetture A Minervino Murge, seduta itinerante del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica
Ordinazione episcopale di Mons. Giovanni Massaro Ordinazione episcopale di Mons. Giovanni Massaro La celebrazione in diretta su Tele Dehon
Passio Christi, atti creativi e letture cromatiche Passio Christi, atti creativi e letture cromatiche Ad Andria, la mostra collettiva presso il Museo Diocesano
La sicurezza dei lavoratori è un obiettivo prioritario La sicurezza dei lavoratori è un obiettivo prioritario  Nuovi controlli per il rispetto delle normative in materia
Il ministro  Lamorgese alla inaugurazione della Questura di Andria Il ministro Lamorgese alla inaugurazione della Questura di Andria A Trani per il Comando Provinciale di Arma dei Carabinieri e Barletta della Guardia di Finanza
Al via il  Festival del Trenocelle Al via il Festival del Trenocelle Ad Andria dal 23 al 25 luglio
Barletta Andria Trani: il triangolo dei fumi velenosi Barletta Andria Trani: il triangolo dei fumi velenosi Il Prefetto convochi con urgenza i rappresentanti dei forum ambientali dei territori
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.