Lenticchie
Lenticchie
Territorio

Le lenticchie chiamate a portar fortuna

Per battere la paura della pandemia

Forse anche per battere la paura della pandemia nel menu dei cenone dei consumatori in otto casi su dieci (80%) sono previste quest'anno le lenticchie chiamate a portar fortuna, con la lenticchia di Altamura IGP in cima alla preferenze dei pugliesi, mentre il tradizionale chicco d'uva è servito nel 64% dei casi. E' quanto emerge dall'analisi Coldiretti/Ixe' sul Capodanno degli italiani che mettono sul podio dei cibi più' gettonati al primo posto lo spumante con l'84% e sorprendentemente al terzo il cotechino o lo zampone (71%). "La Puglia è patria di legumi alla base di note preparazioni gastronomiche. E' un comparto che conta una produzione annua di 159mila quintali per un valore di oltre 13 milioni di euro di produzione lorda vendibile, con il fiore all'occhiello rappresentato proprio dalla lenticchia di Altamura IGP", afferma Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

A partire dagli anni '30 e fino agli anni '70 le lenticchie di Altamura conquistarono i mercati internazionali - aggiunge Coldiretti Puglia - e l'esportazione di questo legume in Inghilterra, Germania, Stati Uniti, Canada e Australia ebbe una forte ripercussione nell'economia di Altamura che, da quel momento, divenne nota come la città delle tre 'l', ovvero lino, lana, lenticchia. Intorno agli anni '70 la produzione di lenticchie conobbe una fase di declino dovuta a diversi fattori, oggi la riscoperta. Le lenticchie di Altamura rispondono, tra l'altro, alle esigenze delle persone che lavorano fuori casa, dato che il tempo di cottura è di appena 30 minuti. La grande popolarità di questo legume, ricco di fibre, proteine, vitamine e minerali è legata alla sua larga diffusione, alla sua ottima preservabilità, nonché al suo costo abbordabile, una caratteristica che gli ha fatto assumere la denominazione di "carne dei poveri".

L'accoppiata vincente è con ben 6 milioni di chili di cotechino e zampone consumati proprio a fine anno, anche acquistati direttamente dai contadini nelle fattorie e nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica. La quotidiana e rilevante diffusione dei casi di variante Omicron ha fatto dire addio – denuncia Coldiretti Puglia - al tradizionale veglione di fine anno da quasi 130mila pugliesi che fino a qualche giorno fa avevano programmato di cenare fuori in ristoranti, alberghi e agriturismi, colpiti ora da un crack di circa 10 milioni di euro in un solo giorno. Le difficoltà della ristorazione non è compensato dai maggiori consumi alimentari casalinghi con la spesa media degli italiani per il cenone di fine anno che sale a 99 euro in media a famiglia, con un balzo del 52% rispetto allo scorso anno, segnato da uno stretto lockdown.

Le famiglie costrette a casa dal lockdown riscoprono il piacere della cucina anche con una maggiore attenzione a giornali, tv e ai tutorial sulle ricette che spopolano sul web per l'importante appuntamento. Un aiuto in tale direzione è venuto dai cuochi contadini di Terranostra e Campagna Amica, che hanno creato una serie di corsi on line dove vengono spiegati trucchi e segreti della tradizione contadina. A tavola si prevede una presenza media di 6,3 persone – sottolinea Coldiretti -, quasi il doppio rispetto allo scorso anno (3,7 persone) condizionato dal limite di massimo due ospiti non conviventi, ma sono molto lontane le tavolate da quasi 9 persone del periodo pre pandemia. Esclusa invece nel 78% delle case la presenza di persone non vaccinate tra gli invitati, nonostante i rapporti di amicizia o parentela.

Proprio la coincidenza con i pranzi e cenoni di fine anno la food delivery è dunque una opportunità per non rinunciare, nonostante le difficoltà, ai menu della tradizione che – continua la Coldiretti regionale – accanto alle piattaforme più famose è stata colta anche da molti agriturismi della rete di Terranostra e Campagna Amica che si sono organizzati per consegnare piatti gourmet a Km0 anche in vista del Capodanno. Numerose e diversificate le iniziative adottate per mantenere il legame con i propri clienti durante le feste, dal menu a sorpresa a quello scontato, dall'agribag fino al kit fai da te con gli ingredienti base per la preparazione di ricette contadine per quanti hanno deciso di cimentarsi personalmente in cucina.
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
Vola l’export del vino pugliese Vola l’export del vino pugliese Sul mercato interno pesa il ‘carovita’ ed il timore di entrare in recessione
Emergenza caldo: è aumentata la mortalità Emergenza caldo: è aumentata la mortalità Bari è al secondo posto delle 33 città italiane monitorate
Puglia: Parte in  anticipo la vendemmia 2022 Puglia: Parte in anticipo la vendemmia 2022 La produzione regionale si stima in calo del 15%
Il cibo locale sostiene l’economia e lo sviluppo del territorio Il cibo locale sostiene l’economia e lo sviluppo del territorio Al via la settimana mondiale dei Farmers Markets
In arrivo  le prime risorse per aiutare le aziende agricole contro gli effetti della siccità In arrivo le prime risorse per aiutare le aziende agricole contro gli effetti della siccità A darne notizia è Coldiretti Puglia, in merito alle decisioni adottate in consiglio dei Ministri
Agricoltura:  Risorse per i giovani startupper per il ricambio generazionale nelle campagne Agricoltura: Risorse per i giovani startupper per il ricambio generazionale nelle campagne Favorire lo sviluppo e il consolidamento di superfici utilizzate nell'ambito di una attività imprenditoriale agricola
Puglia: Le nuove iscrizioni di alberi monumentali Puglia: Le nuove iscrizioni di alberi monumentali Per l'elevato valore biologico ed ecologico
Con il caldo  cambiano i menù dei pugliesi Con il caldo cambiano i menù dei pugliesi In aumento il consumo di pesce a tavola
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.