Don Felice Bacco
Don Felice Bacco
Speciale

La libertà o è responsabile o non è(E trova senso nella relazione)

Le riflessioni di Mons.Felice Bacco

È tornato di grande attualità, nei giorni che stiamo vivendo, la questione della libertà individuale e dei suoi confini, come anche sulla responsabilità che, in qualche modo, la circoscrive arricchendola di senso: il rispetto di sè stessi, dell'altro e degli altri. E' stato illuminante il pensiero espresso dal nostro Presidente Mattarella, nel suo intervento all'inaugurazione dell'Anno Accademico dell'Università degli Studi di Macerata, ha sostenuto che il principio secondo il quale "la libertà di ciascuno si ferma di fronte a quella degli altri, è sicuramente di grande civiltà. Tuttavia, occorre andare oltre questa civile enunciazione del pensiero, maturata in tanti secoli della storia dell'umanità, accantonando l'idea che la libertà degli altri sia un limite alla propria e pensando, al contrario, che la libertà di ciascuno si integra con quella degli altri, si realizza insieme a quella degli altri. Altrimenti la libertà non esiste". E' bella l'idea della "integrazione": non opposizione, non conflittualità tra la libertà propria e quella degli altri, ma incontro, condivisione, sentimento da vivere insieme! Con una parola: responsabilità! Leggo su un quotidiano nazionale il pensiero di Vladimiro Zagrebelsky sulla "libertà d'espressione", che a mio avviso va in questa direzione e che potrebbe essere estesa ad altri campi del nostro agire. Egli partendo dalla Convenzione Europea sostiene: "è l'unico caso in sui aggiunge espressamente che il suo esercizio comporta doveri e responsabilità", infatti la mette "in relazione sempre con l'altro o altri". E questi, a loro volta, "hanno diritti che meritano rispetto". Quella della "responsabilità", impone confini rigorosi, tracciati dall'obbligo di non offendere l'altrui sensibilità: in specie quella religiosa, dal momento che essa, unitamente alla libertà di pensiero e di coscienza, "rappresenta un pilastro della società democratica" (CEDU 1993). La linea che Papa Francesco ha tracciato – dalla "Laudato si'" a "Fratelli tutti" – costituisce un punto di riferimento fondamentale per aiutarci a ridefinire la "grammatica" delle relazioni sociali, di cui questo tempo ha estremo bisogno. Nessuna sfera di relazione può pensarsi come chiusa, cioè separata e indipendente da ciò e da chi sta al di là. Dipendiamo gli uni dagli altri, esseri in relazione! Le libertà si integrano, si manifestano proprio nelle relazioni, ci portano a riscoprirci responsabili gli uni degli altri. "Ci si salva insieme!", continua a ripeterci Papa Francesco.
Articolo a firma di Mons. Felice Bacco, Direttore Ufficio Comunicazioni Diocesi di Andria - Parroco della Cattedrale di San Sabino Canosa pubblicato su Avvenire in data 12.12.2020
  • Don Felice Bacco
  • Papa Francesco
  • Diocesi Andria
Altri contenuti a tema
In cammino incontro al Risorto In cammino incontro al Risorto Un sussidio per il tempo della Quaresima
La parola si fa storia La parola si fa storia L'importanza della Sacra Scrittura nella vita del cristiano e della Chiesa
"Mission Possible" e Transizione Energetica "Mission Possible" e Transizione Energetica Le buone intenzioni cozzano con due dure realtà: la volontà politica e la realtà dei numeri
Memoria liturgica  di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti Memoria liturgica di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti Dalle Diocesi di Andria e Trani, una riflessione per la 55^ Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali
Solennità di Maria SS. Madre di Dio Solennità di Maria SS. Madre di Dio Omelia del Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi
Torneremo a cuor sereno a rimirar le stelle Torneremo a cuor sereno a rimirar le stelle Supereremo questa terribile pandemia, ci aiuta, ci aiuterà la Fede.
La fede, il dubbio, la ricerca La fede, il dubbio, la ricerca Le riflessioni di Mons. Felice Bacco
Il Signore è dentro di te Il Signore è dentro di te L'omelia pronunciata dal Vescovo Mons. Luigi Mansi
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.