FIAT PANDA
FIAT PANDA
Cronaca

La Fiat Panda è l’auto più rubata

Nel 2020 è aumentato in percentuale il fenomeno dei furti d'auto

Resa nota la classifica delle 10 auto più rubate d'Italia tra i 102.709 veicoli alienati. Sono 683mila il parco auto scomparso negli ultimi 10 anni. Il dato esposto è basato sull'indagine condotta da LoJack, il sistema informatico di recupero del veicolo rubato, per conto del Ministero dell'Interno ed è riferita agli ultimi 12 mesi. In Italia, nonostante il lockdown nel 2020 è aumentato in percentuale il fenomeno dei furti d'auto. Si contano, in media, 274 furti giornalieri con una triste frequenza di 11 furti all'ora. I modelli preferiti dai ladri sono made in Fiat, che monopolizza questa speciale classifica piazzando nella top 10 ben cinque modelli. Il fatto è spesso spiegabile considerando l'estrema diffusione dei veicoli di questo marchio, particolarmente usati in tutta la penisola. La città con maggior furti è la capitale, Roma, seguita in scia da Napoli e Milano, ai piedi del podio Catania.

La lista delle 10 macchine più rubate: Fiat Panda, Fiat Punto, Fiat 500, Lancia Ypsilon, Volkswagen Golf, Smart Fortwo, Clio, Ford Fiesta, Opel Corsa, Fiat Uno. Al primo posto, la Fiat Panda è l'auto più rubata. Non a caso è anche l'auto più venduta: Nel 2020 ci sono stati ben 7.415 furti. Questo dato si mantiene coerente con l'anno precedente. Medaglia d'argento per la Fiat Punto: rubati 5.252 esemplari lo scorso anno nonostante l'ultimo aggiornamento del veicolo risalga al lontano 2011. Le sue vendite sul mercato tuttavia resistono in virtù di un aspetto particolarmente apprezzato ed un affidabilità rinomata. Nella classifica trova spazio anche questa particolare variante della Punto. Piazza d'onore per Fiat 500, il restyle più riuscito degli ultimi 5 anni. Negli ultimi 12 mesi ben 6.889 Fiat 500 sono state illecitamente sottratte ai loro proprietari. Al 4° posto la Lancia Ypsilon. Un totale di 2.930 furti porta la Lancia Ypsilon ai piedi del podio. Il modello, aggiornato in ultima istanza nel 2011, risulta particolarmente gradito dal pubblico femminile per la sobria eleganza delle sue linee, l'ottima manovrabilità e la spaziosità dell'abitacolo.

Al 5° posto è la Volkswagen Golf. Ai ladri piacciono anche le tedesche: Volkswagen Golf uber alles. Registrati, nello scorso anno, un totale di 1.491 esemplari rubati, trend decisamente in calo rispetto alle 3mila vetture del riferimento precedente. In 6^ posizione la Smart Fortwo. I suoi 1.381 furti denunciati rendono la Smart Fortwo una delle auto più desiderate dai ladri. La citycar piccola e maneggevole è stata da poco aggiornata, ora dotata di una nuova scocca sul paraurti, livrea dai colori modificati e ulteriori motorizzazioni. Cresce anche la larghezza: 10 centimetri per rendere l'abitacolo più spazioso e la tenuta di strada più sicura. Non rientra nella top ten delle auto più vendute nel mercato italiano eppure rientra tra le dieci vetture più rubate: è la Clio, che ai ladri sta particolarmente a cuore. 1.324 esemplari rubati. All'8° posto si trova la Ford Fiesta. Se la Ford Fiesta è una decana nelle vendite del mercato italiano, deve condividere anche una piazza in questa infelice classifica: sono 1.138 le unità rubate durante tutto il 2020. Al 9° posto c'è l' Opel Corsa. Anche se non rientra nella top ten delle auto più vendute nel mercato italiano eppure la Opel Corsa, rientra tra le dieci vetture più rubate, che ai ladri sta particolarmente a cuore. 821 esemplari rubati.
Al 10° posto c'è la Fiat Uno. È davvero strano ritrovare un veicolo che non viene prodotto da più oltre un decennio: non solo è presente ma occupa anche la classifica, scavalcando modelli più diffusi e blasonati Sono ben 718 furti denunciati nel 2020 per la Fiat Uno, particolarmente esposte a causa dell'assenza di antifurti tecnologici.

Da questa indagine emerge che continua a ridursi la percentuale di recupero delle auto rubate in Italia (solo 4 vetture su 10 vengono recuperate). Negli ultimi 10 anni, evidenzia Giovanni D'Agata, Presidente dello "Sportello dei Diritti", sono oltre 1 milione quelli di cui si sono perse le tracce, tra questi 682.000 autovetture, mentre la restante parte è composta da moto, veicoli commerciali leggeri e mezzi pesanti. Il business si sta evolvendo con l'impiego sempre più frequente di dispositivi hi-tech utilizzati per sottrarre i veicoli in modo mirato, rapido ed efficace. L'obiettivo delle organizzazioni criminali si sta spostando verso i SUV, i cui furti, in controtendenza con il dato generale, sono cresciuti di oltre l'8% rispetto al 2019. Per questi veicoli le Regioni più a rischio sono Lazio, Lombardia e Puglia, mentre i modelli più ricercati sono Nissan Qashqai, Kia Sportage e Range Rover..
  • Furto
  • FIAT
Altri contenuti a tema
I furti nelle campagne sono una piaga I furti nelle campagne sono una piaga Di Bari (M5S): “Agricoltori vanno sostenuti: necessario istituire un fondo antiracket”
Furti d'auto : fermati 3 cittadini extracomunitari Furti d'auto : fermati 3 cittadini extracomunitari L'intervento della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Cerignola
Ladri in azione all’ Istituto “N.Garrone” Ladri in azione all’ Istituto “N.Garrone” Rubati computer e materiale informatico. Danneggiati gli interni e le suppellettili
Tenta di rubare un'auto, arrestato un 18enne incensurato Tenta di rubare un'auto, arrestato un 18enne incensurato E' avvenuto in via Lagrasta, fermato dai Carabinieri
Rubava energia elettrica con un magnete, arrestato il proprietario di una macelleria Rubava energia elettrica con un magnete, arrestato il proprietario di una macelleria Alterava i consumi nella sua attività, con un danno di 37mila euro
Ancora furti di olive a Canosa. L'intervento della polizia Ancora furti di olive a Canosa. L'intervento della polizia Quattro le persone fermate
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.