Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
Scuola e Lavoro

L’evasione fiscale: "È una cosa davvero indecente"

La risposta del Presidente Mattarella agli studenti che ha incontrato al Quirinale

Al Quirinale, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha incontrato gli studenti di alcune scuole secondarie di secondo grado. Nel corso dell'incontro di ieri, il Presidente Mattarella ha risposto alle domande degli studenti. In particolare alla domanda : «Perché in Italia è così difficile combattere la piaga dell'evasione fiscale?» il Presidente Mattarella ha così risposto: «L'evasione fiscale è l'esaltazione della chiusura in sé stessi, dell'individualismo esasperato. È un problema serio in molti Paesi. Lo è nel nostro. Vi sono Paesi in cui è molto più grave, vi sono Paesi in cui invece il senso civico di ciascuno lo ha quasi azzerato. È un problema grave perché significa ignorare che si vive insieme e che la convivenza significa contribuire tutti insieme - come dice la Costituzione, secondo le proprie possibilità - alla vita comune. Chi evade cerca invece di sottrarsi a questo dovere, di sfruttare le tasse che pagano gli altri per i servizi di cui si avvale. È una cosa, a rifletterci, davvero indecente, perché i servizi comuni, la vita comune è regolata dalle spese pubbliche. Se io mi sottraggo al mio dovere di contribuire sto sfruttando quello che gli altri pagano, con le tasse che pagano. E questa è una cosa di particolare gravità. L'evasione fiscale è calcolata nell'ultimo documento ufficiale dell'anno passato circa 119 miliardi di euro: una somma enorme. Se scomparisse, le possibilità di aumentare pensioni, di aumentare stipendi, di abbassare le tasse per chi le paga, e così via, sarebbero di molto aumentate. Per questo, anche lì il problema è di norme, di interventi, di controlli, di verifiche - che stanno dando qualche risultato - ma è soprattutto di cultura e di mentalità, di capire che in un'associazione, in una società, in una convivenza, tutti devono contribuire allo sforzo comune. C'è chi lo fa con onestà e c'è chi lo fa sfruttando quanto gli altri fanno: e questo non è giusto».
  • Roma
  • Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Altri contenuti a tema
Lavoreremo subito ai bandi per la scuola dell’infanzia e primaria Lavoreremo subito ai bandi per la scuola dell’infanzia e primaria I ministri Azzolina e Manfredi hanno giurato
La bandiera non è solo un tessuto, ma è il portato di storia e tradizioni La bandiera non è solo un tessuto, ma è il portato di storia e tradizioni L'ANCRI ha celebrato la Festa del Tricolore
Il Tricolore emblema di democrazia, solidarietà e giustizia sociale Il Tricolore emblema di democrazia, solidarietà e giustizia sociale A Reggio Emilia le celebrazioni
La cultura della responsabilità costituisce il più forte presidio di libertà La cultura della responsabilità costituisce il più forte presidio di libertà Il discorso di fine anno del presidente Sergio Mattarella
Libri di Puglia: quando la cultura esce dal seminato... Libri di Puglia: quando la cultura esce dal seminato... Tavola rotonda alla Fiera "Più libri più liberi" di Roma
I diritti e il benessere delle persone disabili I diritti e il benessere delle persone disabili Longo:"L'abbattimento delle barriere di ogni tipo è premessa all'esercizio di molti diritti"
San Sabino tra le mani di Papa Francesco San Sabino tra le mani di Papa Francesco Il gruppo "Amici per caso" ha partecipato all'udienza generale
Il futuro sarà nelle vostre mani Il futuro sarà nelle vostre mani Il discorso del presidente Mattarella per la Giornata Internazionale per i diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.