Campagne Furti di barbatelle
Campagne Furti di barbatelle
Cronaca

Cresce il fenomeno della criminalità nelle campagne

Furti delle piante di ulivo appena piantumate

Con l'emergenza Covid è cresciuto il fenomeno della micro e macro criminalità nelle campagne, con il moltiplicarsi a Lecce dei furti delle piante di ulivo appena piantumate, un vile atto che stronca i sogni dei giovani agricoltori di ricominciare a lavorare e produrre dopo il disastro ambientale, paesaggistico e produttivo causato dalla Xylella fastidiosa. E' quanto denuncia Coldiretti Lecce, che segnala l'ennesimo furto di oltre 200 piante di ulivo resistenti alla Xylella a Vernole, nell'azienda agricola di un giovane agricoltore che stamani ha fatto la triste scoperta, con un bilancio ancora da calcolare esattamente. "Il fenomeno della criminalità nelle campagne non lascia scampo neppure all'area infetta da Xylella con l'aumento di casi segnalati di furti di piante di ulivo Favolosa e Leccino appena piantumate che spariscono nottetempo per mano di ignoti. Sono atti vergognosi e inaccettabili che vanno fermati con ogni mezzo, anche con l'intervento dell'Esercito", afferma Gianni Cantele, presidente di Coldiretti Lecce.

In provincia di Lecce gli olivicoltori, dopo anni di blocco produttivo a causa della Xylella e della burocrazia – insiste Coldiretti - stanno timidamente iniziando a reimpiantare e c'è chi vigliaccamente toglie nuovamente una speranza di futuro alle imprese agricole, rubando le piante di ulivo appena piantumate. "Saranno le forze dell'ordine a fare le opportune indagini – aggiunge il presidente Cantelema è immaginabile che le piante rubate siano destinate al mercato parallelo delle piante resistenti che sarà sempre più appetibile perché si alimenterà in maniera direttamente proporzionale alla crescita dei reimpianti".

Altrettanto a rischio è il settore viticolo, con bande organizzate che rubano barbatelle appena messe a dimora nell'area a nord di Lecce, teste degli idranti dei pozzi artesiani spariti a Salice Salentino e a Guagnano – conclude Coldiretti Lecce - i pali di ferro dai terreni e le corone, oltre a tagliare i cavi delle spalliere con gravissimi danni ai vigneti.
  • Ulivi
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
Olive come diamanti :furti nelle campagne Olive come diamanti :furti nelle campagne Plauso ai Carabinieri per gli arresti a Bitritto in flagranza di reato con una ‘refurtiva’ di 1 quintale di olive
Olio extravergine di oliva, elisir di lunga vita Olio extravergine di oliva, elisir di lunga vita Uno dei doni in bella mostra nei mercati contadini di Campagna Amica
Puglia: Aperte ‘le adozioni a distanza’ degli ulivi Puglia: Aperte ‘le adozioni a distanza’ degli ulivi L'iniziativa di Coldiretti Puglia
Raccolta di olive. Continuano i furti Raccolta di olive. Continuano i furti La denuncia di Coldiretti Puglia sul fenomeno della micro e macro criminalità nelle aree rurali
Emergenza: Manca la manodopera nelle campagne Emergenza: Manca la manodopera nelle campagne Coldiretti Puglia: "E' importante l'emanazione del decreto flussi 2022"
Stop alle speculazioni che deprimono i prezzi dell’olio extravergine pugliese Stop alle speculazioni che deprimono i prezzi dell’olio extravergine pugliese L'intervento di Coldiretti Puglia 
Puglia: Prezzi dell’olio in calo Puglia: Prezzi dell’olio in calo L'ennesimo colpo alla liquidità delle imprese
Giornata Mondiale dei Poveri. Giornata Mondiale dei Poveri. Coldiretti ha partecipato a iniziative di solidarietà per aiutare le famiglie più bisognose
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.