buche stato precario delle strade
buche stato precario delle strade
Territorio

Condizione drammatica delle strade rurali in stato di pericolosità

La denuncia del COMITATO AGRICOLTORI (C.L.A.A.)

Arrivano, quando arriveranno, le opere di rifacimento del manto stradale anche per la città di Andria. Un annuncio, che per ora tale resta, che fa già registrare l'intervento del C.L.A.A. (Comitato Liberi Agricoltori Andriesi) da sempre molto attento a monitorare e denunciare le pessime condizioni della viabilità urbana e rurale della città federiciana, senza manutenzione ed abbandonata al degrado. Uno dei Coordinatori del Comitato, il perito agrario Natale Zagaria, ha dichiarato: "apprendiamo dai giornali una bella notizia: sono stati stanziati dalla Regione Puglia più di 2 milioni di euro al Comune di Andria per la manutenzione ordinaria della strade. L'azione capillare è stata chiamata "Strada per Strada". Il ciclo di opere sulle strade comunali che la Regione Puglia vuole innescare si concluderà entro la fine del prossimo anno. A partire dalla pubblicazione dell'Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, i Comuni avranno 5 mesi di tempo per presentare uno o più progetti che, a pena di inammissibilità, siano esecutivi, quindi immediatamente cantierabili. Dall'ammissione al contributo regionale, avranno 6 mesi per indire le gare e aprire i cantieri e successivi altri 6 mesi per completare i lavori e rendicontare le spese alla Regione. All'inizio dei lavori, la Regione Puglia trasferirà ai Comuni il 70% delle risorse riconosciute, il restante 30% sarà trasferito alla conclusione. Sono mesi – prosegue Zagaria - che denunciamo la condizione drammatica delle strade rurali in stato di pericolosità a causa delle tante buche presenti sui manti stradali rendendo la strada impraticabile per tutti gli operatori agricoli che ogni giorno si dirigono verso i propri fondi per effettuare i lavori quotidiani. Strade come via Monte Faraone e contrada Zagaria, come tante altre presenti nell'agro andriese, sono strade trafficate dagli agricoltori ma che risultano in totale stato di degrado e mai nessuno da parecchi anni ha pensato di sistemarle, con la solita scusa che i fondi mancavano. Queste strade nell'ultimo periodo sono state altresì percorse da tantissime auto, pullman e mezzi pesanti a causa dei lavori in corso della ex strada provinciale 231. Ora che hanno aperto le complanari della ex SP 231 sulle strade secondarie non abbiamo più problemi di traffico ma sono rimaste le tante buche create in questi mesi. Dal momento che sono in procinto di arrivare i fondi, lanciamo l'appello agli amministratori locali perché non si dimentichino di noi visto che siamo operatori che lavoriamo onestamente e paghiamo come tutti le tasse".

Il Presidente del C.L.A.A., Nicola Losito, ha aggiunto: "ci sono tanti tratturi lontani dal centro cittadino dove i proprietari dei fondi agricoli hanno usato i propri fondi economici per acquistare la breccia e tamponare le buche che a volte sono delle vere e proprie voragini presenti sul manto stradale. Tra qualche mese, con l'inizio della campagna vitivinicola, le strade saranno percorse da mezzi pesanti, trattori e furgoni per il trasporto delle merci degli operai e non vorremmo ancora trovare questa situazione, visto che fino ad oggi si sono verificati parecchi incidenti con tagli di tanti copertoni di auto. Se i fondi regionali davvero significheranno la soluzione allora che vengano prioritariamente utilizzati per "Le Vie dell'Agricoltura" perché sono le vie del lavoro, della fatica e della produttività. Sarebbe un bel modo per tutta la spesso mediocre classe politica che governa la città e l'ha governata in passato, per chiedere scusa a tutto il Comparto Agricolo che ancora oggi sente fortissima l'assenza di una adeguata Rappresentanza Istituzionale. Un segnale di trascuratezza che continua a fare tantissimi danni" – ha concluso Losito del Comitato Agricoltori.
  • C.L.A.A. Comitato Liberi Agricoltori Andriesi
Altri contenuti a tema
A difesa dell’oro giallo A difesa dell’oro giallo Ad Andria, agricoltori unti in piazza
Stagione olivicola:  Il mondo agricolo indipendente in stato di agitazione Stagione olivicola: Il mondo agricolo indipendente in stato di agitazione Una situazione gravissima che coinvolge l’intera economia del territorio
1 Stagione olivicola 2021 : “Scenario drammatico con conseguenze su tutta l’economia" Stagione olivicola 2021 : “Scenario drammatico con conseguenze su tutta l’economia" La nota del Comitato Liberi Agricoltori Andriesi
L’olivicoltura in ginocchio per la scarsità di prodotto L’olivicoltura in ginocchio per la scarsità di prodotto A causa del caldo e dell'assenza di pioggia da marzo
Difendiamo l’agricoltura, grande patrimonio del nostro territorio Difendiamo l’agricoltura, grande patrimonio del nostro territorio La nota del Comitato Liberi Agricoltori Andriesi
Criminalità: agricoltori sempre di più abbandonati dalle Istituzioni locali e dallo Stato Criminalità: agricoltori sempre di più abbandonati dalle Istituzioni locali e dallo Stato La denuncia del C.L.A.A. (Comitato Liberi Agricoltori Andriesi)
La viabilità provinciale compromette il nostro lavoro e la sicurezza delle persone La viabilità provinciale compromette il nostro lavoro e la sicurezza delle persone La denuncia del Comitato Liberi Agricoltori Andriesi
Furti di mezzi agricoli: esasperati gli agricoltori Furti di mezzi agricoli: esasperati gli agricoltori C.L.A.A.: “Situazione insopportabile. dove sono le istituzioni?”
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.