Canosa: Rifiuti Castello
Canosa: Rifiuti Castello
Vita di città

Canosa: Al via la rimozione dei rifiuti nella Pineta della Zona Castello

Preservare l'area per non sperperare ulteriori soldi pubblici

A Canosa di Puglia, stamani hanno preso il via i lavori di rimozione dei rifiuti abbondati nella Pineta della Zona Castello. E' questo quanto segue alla conferenza stampa di presentazione degli stessi che ha avuto luogo lo scorso 6 gennaio, dalla quale sono scaturite una serie di sinergie con la FAC, Italia Nostra, Pro Loco, Noetaa, Anpana e le Parrocchie del Centro Storico. Il rilancio della zona Castello e delle tematiche ad esse connesse non possono che passare attraverso un miglioramento del decoro urbano e, di conseguenza, di un corretto conferimento dei rifiuti. Occorre tutelare l'ambiente, la salute pubblica ed anche l'aspetto economico visto e considerato che le risorse economiche utilizzate per ripulire molteplici zone dai rifiuti sono reperite dal bilancio comunale. L'operazione in questione, intende sì migliorare la vivibilità della zona ma soprattutto avviare un discorso ad ampio raggio che coinvolga tutto il Centro Storico.

"""E' intollerabile continuare ad assumere questi atteggiamenti - ha dichiarato il sindaco di Canosa di Puglia, Vito Malcangio - anche nei confronti di tutti coloro i quali contribuiscono ad una buona raccolta differenziata che grazie alle iniziative intraprese in questo anno e mezzo dall'assessorato all'ambiente, è passata dal 71 al 75%. Preservare l'area in questione per non sperperare ulteriori soldi pubblici è il fine ultimo che si intende raggiungere. Abbandonare i rifiuti nonostante il sistema di raccolta preveda il ritiro casa per casa degli stessi è ai limiti della normalità, soprattutto se si pensa all'incidenza negativa in termini di percentuali di differenziata e all'aumento dei costi relativi allo smaltimento, con conseguente aumento della Tari. Avere una città pulita dipende anche dal nostro senso civico, da quello di ognuno di noi: solo collaborando sarà possibile rendere più decorosa Canosa."""
  • rifiuti
  • Comune di Canosa
  • Sindaco Malcangio
Altri contenuti a tema
Canosa: seduta straordinaria e pubblica del Consiglio comunale Canosa: seduta straordinaria e pubblica del Consiglio comunale Si procederà all'elezione del Presidente del Consiglio Comunale
Canosa: Crisi idrica, si va verso la risoluzione delle problematiche Canosa: Crisi idrica, si va verso la risoluzione delle problematiche Amministrazione Comunale in prima linea, con la consigliera comunale con delega all'Agricoltura Lucia Masciulli
La Lista Civica "Io Canosa" rivendica il merito del "Recepimento della Legge Regionale 36/2023" La Lista Civica "Io Canosa" rivendica il merito del "Recepimento della Legge Regionale 36/2023" Pronta risposta al comunicato stampa rilasciato dalla maggioranza
Canosa: Cosa succede a Palazzo di Città? Canosa: Cosa succede a Palazzo di Città? Una risposta-ipotesi  interpretativa  da parte di Sabino Saccinto con le sue “Dueparole” sui social
Canosa: La crisi idrica  è motivo di profonda preoccupazione Canosa: La crisi idrica è motivo di profonda preoccupazione Il sindaco Malcangio scrive al presidente Emiliano, all’assessore Pentassuglia, al prefetto D’Agostino e al commissario del Consorzio Ferraro
Canosa di Puglia: Rigenerazione urbana e territoriale Canosa di Puglia: Rigenerazione urbana e territoriale Ente Comunale primo in tutta la BAT ad aver recepito la Legge Regionale 36/2023
Canosa: salvaguardia del “terrizzuolo”, un vitigno autoctono Canosa: salvaguardia del “terrizzuolo”, un vitigno autoctono Firmato un protocollo d’intesa fra il Comune di Canosa e l’IISS “Einaudi”
Vicinanza alla famiglia Matarrese e all'Amministrazione Malcangio dall'Amministrazione Comunale e dalla Città di Barletta Vicinanza alla famiglia Matarrese e all'Amministrazione Malcangio dall'Amministrazione Comunale e dalla Città di Barletta Il messaggio di cordoglio del sindaco Cosimo Damiano Cannito
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.