Vigneti
Vigneti
Territorio

Al via aiuti alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti

La domanda di sostegno va presentata entro il 14 giugno prossimo  

Mancano pochi giorni alla presentazione delle domande per gli aiuti alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti, mentre cresce l'appeal del Vigneto Puglia con il valore fondiario che aumenta del 6,3%, proprio quando i fenomeni inflazionistici rilanciano la terra come bene rifugio, in uno scenario in cui i conflitti hanno accelerato il fenomeno del ritorno alla terra e maturato la convinzione comune che le campagne siano capaci di offrire e creare opportunità occupazionali e di crescita professionale. A darne notizia è Coldiretti Puglia, dopo la pubblicazione da parte di Agea delle istruzioni relative alla richiesta di intervento per la campagna 2024/2025, con la domanda di sostegno che va presentata tassativamente entro il 14 giugno prossimo. In base al cronoprogramma di realizzazione delle attività indicato dal richiedente la domanda di pagamento del saldo dovrà essere presentata e rilasciata rispettivamente entro il 20 giugno del 2025, oppure del 2026 o del 2027. La domanda, sottolinea Agea, è strutturata per ambito regionale e qualora un richiedente intenda beneficiare dell'aiuto per superfici ubicate in diverse regioni, deve presentare una domanda per ciascuna di esse.

Sono beneficiari della misura: le persone fisiche e giuridiche che conducono vigneti con varietà di uve da vino, le persone fisiche e giuridiche che detengono autorizzazioni al reimpianto dei vigneti valide (ad esclusione delle autorizzazioni per nuovi impianti), le persone fisiche e giuridiche che abbiano ricevuto un provvedimento di estirpo obbligatorio da parte dell'Autorità competente per motivi fitosanitari. Le domande sono di sostegno, di variante e di pagamento di saldo.

Il beneficiario deve dichiarare le modalità di pagamento che possono essere a collaudo dei lavori, oppure in forma anticipata nel limite della percentuale stabilita dalla Regione o Provincia autonoma sul totale del contributo ammesso a finanziamento (non oltre l'80%) previa presentazione di garanzia/cauzione. E' possibile presentare una domanda di variante per la modifica delle opere da eseguire, della modalità di erogazione del contributo, del beneficiario in caso di subentro e del cronoprogramma. I produttori possono recarsi negli Uffici della Coldiretti per ulteriori informazioni e supporto per la presentazione delle richieste.

Si stima che il vino offra durante l'anno opportunità di lavoro ad un milione e duecentocinquantamila italiani tra quanti sono impegnati direttamente in vigne, cantine e nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse, di servizio e nell'indotto che si sono estese negli ambiti più diversi, dall'industria vetraria a quella dei tappi, dai trasporti alle assicurazioni, da quella degli accessori, come cavatappi e sciabole, dai vivai agli imballaggi, dalla ricerca e formazione alla divulgazione, dall'enoturismo alla cosmetica e al mercato del benessere, dall'editoria alla pubblicità, dai programmi software – conclude Coldiretti - fino alle bioenergie ottenute dai residui di potatura e dai sottoprodotti della vinificazione (vinacce e raspi).
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
Stop ai prodotti ottenuti dallo sfruttamento minorile Stop ai prodotti ottenuti dallo sfruttamento minorile Si celebra la Giornata mondiale contro il lavoro minorile
Puglia: la siccità  attanaglia i campi, a rischio tutte le colture Puglia: la siccità attanaglia i campi, a rischio tutte le colture Coldiretti Puglia torna a denunciare lo scenario critico per agricoltori e allevatori,
Estate 2024:Le “agricolonie” che integrano l’offerta di servizi educativi per l’infanzia Estate 2024:Le “agricolonie” che integrano l’offerta di servizi educativi per l’infanzia Sono 300 le masserie didattiche in campagna pronte a "salvare" bambini e ragazzi da smartphone e console
Puglia: In vendita  terreni di proprietà di ISMEA Puglia: In vendita terreni di proprietà di ISMEA Agevolazioni per i giovani agricoltori
A rischio desertificazione il 57% del territorio pugliese A rischio desertificazione il 57% del territorio pugliese E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti Puglia
Loconia: A rischio frutta e verdura di stagione per la mancata distribuzione di acqua Loconia: A rischio frutta e verdura di stagione per la mancata distribuzione di acqua La denuncia di Coldiretti Puglia in una lettera al commissario del Consorzio di bonifica Centro Sud, Francesco Ferraro e all’Assessore all’agricoltura Donato Pentassuglia
Le patate pugliesi in un'alimentazione sana Le patate pugliesi in un'alimentazione sana Celebrata la prima Giornata Internazionale della Patata, indetta dalla FAO
Puglia: Dimezzata la produzione delle pregiate ciliegie Ferrovia Puglia: Dimezzata la produzione delle pregiate ciliegie Ferrovia Verifiche in campo dei tecnici della Regione Puglia per la richiesta del riconoscimento dello stato di calamità naturale
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.