Pronto soccorso, Andria
Pronto soccorso, Andria
Associazioni

A Barletta il nuovo pronto soccorso, ad Andria cade a pezzi

Libere Associazioni Civiche Andriesi: “Ospedale in decadenza, in attesa dl nuovo che non arriverà mai”

A Barletta la presentazione della nuova ala del Pronto Soccorso dell'Ospedale "Mons. Dimiccoli" mentre ad Andria il Pronto Soccorso cade letteralmente a pezzi. Mentre nella vicina città di Barletta la comunità cittadina si inorgoglisce per il nuovo presidio sanitario, unitamente ai propri rappresentanti politici ed istituzionali, ad Andria si assiste ad un crescente ed inarrestabile decadimento dell'Ospedale cittadino. Le immagini parlano chiaro e testimoniano la situazione di precarietà della struttura andriese che suscita l'indignazione della cittadinanza. Dalle Libere Associazioni Civiche e dall'ufficio di Coordinamento di "Io Ci Sono!" dell'attivista sociale Savino Montaruli, le dichiarazioni rese pubblicamente nello stesso giorno della sontuosa presentazione a Barletta: "una città in crescente degrado dove si sta smantellando tutto come se fosse in liquidazione. Una città come quella di Andria, dal passato glorioso, che perde continuamente pezzi a vantaggio delle città vicine. Tutti i più prestigiosi Uffici pubblici sono stati trasferiti dalla città di Andria altrove e nelle città vicine vengono continuamente allocati nuovi uffici provinciali, persino la sede legale. Non sappiamo quale strategia della distruzione ci sia dietro questa azione umiliante per la cittadinanza di fronte all'inerzia, all'inettitudine ed all'inefficienza di una classe dirigente e politica priva di autorevolezza e di voglia di difendere la città. Un baratto continuo che vede silenti anche pezzi della cosiddetta Società Civile ormai completamente "allineata" e disinteressata. Eppure – continuano le L.A.C.A. – si tratta di una struttura fondamentale per la comunità locale. Non sappiamo se sia questione di "peso politico" o di altra natura, sta di fatto che come cittadini andriesi non solo siamo preoccupati ma persino convinti che l'Ospedale di Andria possa andare verso lo smantellamento definitivo, nel nome di un nuovo Ospedale che potrebbe non arrivare mai. La dotazione tecnologica della nuova struttura, compresi i nuovi posti letto, umiliano la struttura di Andria. Un ampliamento importante con una tecnologia all'avanguardia che rappresenta un forte stimolo e sostegno all'attività dei sanitari ma soprattutto una gratificazione per i pazienti che si sentono sicuri ed accolti in una struttura sicura ed affidabile. Esattamente l'opposto di quanto da anni accade nella struttura di Andria" – hanno concluso.
  • Ospedale Dimiccoli di Barletta
  • Ospedale Bonomo di Andria
  • Libere Associazioni Civiche Andriesi
Altri contenuti a tema
San Biagio protettore dai mali della gola San Biagio protettore dai mali della gola Nel 2022, numeri rilevanti per la UOC di Otorinolaringoiatria
Nutrizione Parenterale Domiciliare nella ASL BT Nutrizione Parenterale Domiciliare nella ASL BT A Barletta, incontro Medico-Paziente & Associazione Nazionale "Un filo per la vita"
Inaugurata risonanza magnetica 3 TESLA all’Ospedale Dimiccoli di Barletta Inaugurata risonanza magnetica 3 TESLA all’Ospedale Dimiccoli di Barletta È la prima presente in una Asl della Regione Puglia
Avvio dei lavori all'Ospedale Bonomo di Andria Avvio dei lavori all'Ospedale Bonomo di Andria I lavori strutturali saranno continui
Risonanza magnetica anche in pazienti portatori di pacemaker Risonanza magnetica anche in pazienti portatori di pacemaker Nuovo servizio d’eccellenza nell’ASL BT al Bonomo di Andria
Prima donazione multiorgano dell'anno al Bonomo di Andria Prima donazione multiorgano dell'anno al Bonomo di Andria Una donna di 53 anni ha donato il fegato, i reni e le cornee
La crioterapia del cancro alla prostata La crioterapia del cancro alla prostata Una eccellenza della Clinica Urologica e Andrologica del Bonomo di Andria
Canosa: Pauroso inseguimento dei Carabinieri conclusosi in via Capurso Canosa: Pauroso inseguimento dei Carabinieri conclusosi in via Capurso Un fermo e tre feriti il bilancio di quanto accaduto
© 2005-2023 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.