Masserie Didattiche
Masserie Didattiche
Scuola e Lavoro

Progetti di educazione alimentare nelle scuole

Dalla Regione un bando dedicato

Sono 207 le Masserie Didattiche in Puglia, aziende agroalimentari e agrituristiche che si impegnano nell'attività dell'accoglienza didattico-formativa di bambini e ragazzi. Una vocazione alla multifunzionalità in agricoltura che ha radici lontane, nella legge regionale n. 2/2008 e che oggi deve affrontare le sfide della competitività e dell'innovazione, senza dimenticare il ruolo fondamentale di congiunzione con la tradizione agricola che le giovani generazioni rischiano sempre più di smarrire. Per fare il punto sulla ripartenza post Covid e sulle opportunità di questo segmento dell'imprenditoria agricola pugliese il Consorzio Taste&Tour e l'Associazione Masserie Didattiche Grande Salento hanno promosso nello spazio del Salone agroalimentare di Puglia in Fiera del Levante una tavola rotonda, moderata da Annamaria Ferretti, direttore responsabile de L'Edicola del Sud, alla quale hanno preso parte per la Regione Puglia Rosella Anna Maria Giorgio, dirigente della Sezione Coordinamento dei Servizi territoriali e Carlo Giannico, PO Multifunzionalità in Agricoltura. Ospiti Maria Lisa Clodoveo, per l'Università degli Studi di Bari e Giuseppe Vernì, preside dell'IISS Consoli Pinto di Castellana Grotte, tra i primi sostenitori delle masserie didattiche in Puglia. Il Dipartimento Agricoltura nell'ambito del programma di Educazione Alimentare per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari pugliesi ha promosso un bando con una dotazione finanziaria di 300 mila euro che invita le Masserie Didattiche a proporre, in rete con i comuni e le scuole, progetti sull'educazione alimentare. Elemento sempre fondamentale visto che, come ha ricordato Maria Lisa Clodoveo, i pugliesi per il 40% tendono a non usare più la dieta mediterranea. Per riallacciare questo connubio con la terra e la tradizione in questi giorni di Fiera del Levante l'area dedicata alle Masserie Didattiche sta ospitando i laboratori "Storie di Vita contadina".Protagonisti 18 masserie, con giornate dedicate all'associazione Anfass, associazione di adulti fuori dall'età scolastica, 50 ragazzi con diverse abilità e 500 alunni di tutte le età, provenienti dalle province di Bari, Brindisi, BAT e Taranto. Le attività sono svolte con la collaborazione degli studenti dell'IISS Maiorana di Bari, indirizzo Alberghiero che stanno affiancando gli operatori delle masserie didattiche nella realizzazione dei laboratori esperienziali e nell'accoglienza.
  • Bari
  • Fiera del levante
  • Masserie didattiche
Altri contenuti a tema
Non tutti diventeranno calciatori, ma tutti diventeranno uomini Non tutti diventeranno calciatori, ma tutti diventeranno uomini A Canosa il Memorial "Mauro Lagrasta" nel decennale dalla sua scomparsa
Il “Saper fare” pugliese in mostra con ARTIFEX Il “Saper fare” pugliese in mostra con ARTIFEX L'assessore Delli Noci: “Un’occasione per far emergere e valorizzare le imprese dell'artigianato artistico e di tradizione pugliese”
A Bari premiato il piatto  "Carnaroli, Coccioli, Sedanorapa, Tartufo" A Bari premiato il piatto "Carnaroli, Coccioli, Sedanorapa, Tartufo" Si è concluso il concorso "I tartufi in Puglia e la gastronomia marinara"
Vasi di Canosa al  Castello Svevo di Bari che si illumina di meraviglia Vasi di Canosa al Castello Svevo di Bari che si illumina di meraviglia Inaugurazione della mostra "Antichi Popoli di Puglia. L'archeologia racconta"
I tartufi in Puglia e la gastronomia marinara I tartufi in Puglia e la gastronomia marinara La seconda edizione del concorso gastronomico all’IPEOA Perotti di Bari
Bari: Bif&st  è un appuntamento che si rinnova Bari: Bif&st è un appuntamento che si rinnova Presentata la 14esima Edizione del 2023
L’efficienza energetica nelle piccole e medie imprese L’efficienza energetica nelle piccole e medie imprese A Bari un seminario molto cruciale tra tutti gli stakeholders
Puglia e Sicilia al Roadshow di rete rurale nazionale Puglia e Sicilia al Roadshow di rete rurale nazionale L'assessore Pentassuglia: “Con il biologico siamo i protagonisti di uno sviluppo rurale capace di produrre cibo sano”
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.