Canosa di Puglia Piazza della Repubblica
Canosa di Puglia Piazza della Repubblica
Cronaca

Omicidio Caracciolo: condannato l'esecutore

Alla pena della reclusione di 16 anni

Il Tribunale di Trani ha condannato con rito abbreviato Matteo di Nunno(80 anni), canosino alla pena della reclusione di 16 anni per porto abusivo di arma clandestina e omicidio volontario di Giuseppe Caracciolo(48 anni) pluripregiudicato. A Canosa di Puglia, la mattina del 12 settembre 2020 la vittima era stata attinta da colpo di arma da fuoco, mentre si trovava a bordo della propria auto in piazza della Repubblica, esploso dal Di Nunno che dopo l'azione a fuoco era fuggito a bordo della propria carrozzella elettrica. Trasportato d'urgenza all'ospedale di Andria in gravissime condizioni, dove la vittima decedeva poco dopo. Le indagini svolte dalla Procura della Repubblica di Trani e dalla Polizia di Stato, attivate nella immediatezza, permettevano, grazie alle immagini prese da sistemi di video sorveglianza privata, di risalire all'identità dell'autore che veniva bloccato in casa in procinto di darsi alla fuga, già alcune ore dopo l'omicidio. Ulteriori approfondimenti investigativi permettevano di ritrovare la pistola usata a casa del figlio al quale pertanto venivano contestato il reato di favoreggiamento e detenzione abusiva d'arma clandestina. Il Di Nunno veniva quindi sottoposto a fermo dal P.M. della Procura della Repubblica di Trani che veniva successivamente convalidato dal G.I.P. del Tribunale di Trani. L'odierna sentenza confermando il solido quadro probatorio raccolto durante la fase delle indagini ha portato a una sentenza di condanna
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
Omicidio a Canosa: fermato un pregiudicato 80enne Omicidio a Canosa: fermato un pregiudicato 80enne Per favoreggiamento tratto in arresto anche il figlio
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.