La storia di Maria
La storia di Maria
Vita di città

La storia di Maria : dall'accoglienza ai servizi a sostegno delle vittime di violenza

A Canosa, l'evento formativo per gli operatori delle reti dei servizi territoriali

Si è svolto questa mattina a Canosa di Puglia(BT), presso i locali del Centro Servizi Culturali "Libraia Teresa Pastore", l'evento formativo "LA STORIA DI MARIA. DALL' ACCOGLIENZA DELLA RICHIESTA D'AIUTO ALL' ATTIVAZIONE DELLA RETE DEI SERVIZI A SOSTEGNO DELLE VITTIME DI VIOLENZA", organizzato dal Centro Antiviolenza "RiscoprirSi…" come da attività formative previste dalla Convenzione siglata con l'Ambito Territoriale di Canosa di Puglia – Minervino- Spinazzola. "Doveroso è il ringraziamento" delle operatrici del Centro antiviolenza "RiscoprirSi…" all'Amministrazione comunale, ai referenti dell'Ufficio di Piano dell'Ambito Territoriale, ed alle referenti dell'Equipe multidisciplinare Abuso e Maltrattamento di Canosa-Minervino-Spinazzola, il cui contributo è stato prezioso per organizzare un momento formativo di alto livello che ha visto l'intervento del Prof. Marco Monzani, Giurista e Criminologo, Docente di Criminologia delle Università IUSVE di Venezia, Direttore del Centro Universitario di Studi e Ricerche in Scienze Criminologiche e Vittimologia (SCRIVI) dell'Università IUSVE di Venezia, Presidente dell'Associazione Italiana di Criminologia (A.I.C.) e componente del Comitato Scientifico della International society of Criminology (I.S.C.), noto studioso della violenza di genere, autore di tanti libri sul tema, l'ultimo dal titolo "Il modello circolare di vittimizzazione. Dalla percezione del rischio alla consapevolezza della Vittimizzazione" ed. Key Editore.

"L'evento, rivolto in primis agli operatori delle reti dei servizi territoriali, è divenuto un momento importante di confronto e di crescita rispetto al faticoso percorso che le vittime di violenza debbono intraprendere per uscire dal circuito della violenza; si è analizzato il complesso fenomeno della 'violenza relazionale' con un approccio vittimologico, che ha portato gli operatori coinvolti in questo percorso ad interrogarsi anche sulle lacune di un sistema a volte ancora troppo farraginoso, ma anche a riflettere sugli interventi, di portata innovativa, che la Regione Puglia ha fortemente voluto per sostenere le donne nel percorso di liberazione dalla violenza". Il Centro Antiviolenza "RiscoprirSi…" assicura le attività di ascolto, tutela e protezione delle vittime di violenza e collaborazione con i servizi territoriali attraverso la linea telefonica attiva h24 391/7184541 e indirizzo email: riscoprirsi.canosa@gmail.com, nonché attraverso le attività di sportello (c/o 4° piano dell'Ospedale), il mercoledì dalle ore 16:00 alle ore 18:00 ed il venerdì dalle ore 10:00 alle ore 12:00.
Dott.ssa Patrizia Lomuscio
La storia di Maria :evento formativo Centro antiviolenza “RiscoprirSi…”La storia di Maria :evento formativo Centro antiviolenza “RiscoprirSi…”La storia di Maria :evento formativo Centro antiviolenza “RiscoprirSi…”La storia di Maria :evento formativo Centro antiviolenza “RiscoprirSi…”
  • Centro antiviolenza “RiscoprirSi…”
© 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.