PD
PD
Politica

Il lavoro non è solo utilità ma soprattutto dignità

La nota del PD di Canosa

Con la festa del Primo Maggio, a distanza di una settimana dal 25 Aprile, si completa il dittico della democrazia e dei valori fondanti della sinistra: l'antifascismo e il lavoro. Ha ancora senso festeggiarli oggi? Sì, anzi, ha ancora più senso. L'antifascismo, e quindi la lotta a tutte le forme di autoritarismo che conculcano le democrazie, e il lavoro sono scolpiti nella Carta Costituzionale, anche se sembrano i principi più attaccati da derive antidemocratiche che possono manifestarsi platealmente (la guerra di Putin in Ucraina, con tutto il suo portato ideologico, ne è un esempio) o in maniera più subdola, come le forme di turbo liberismo e di estrema finanziarizzazione dell'economia che riducono il lavoro ad un mero valore di mercato. Ma non è questo il principio sancito dalla nostra Costituzione che ribadisce che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, perché il lavoro non è solo utilità ma soprattutto dignità. Ed è proprio il lavoro l'oggetto più bistrattato dal main stream, dalla disparità di genere alle nuove forme di sfruttamento, dalle basse retribuzioni all'impossibilità di assicurarsi un futuro, minacciato da forme contrattuali sempre più sbilanciate a favore di datori di lavoro che non sempre si possono definire imprenditori. La precarietà è il prodotto di questa scarsa considerazione del lavoro, povero e poco sicuro.

Non è stato sempre così. Anche in passato esisteva lo sfruttamento, ma vi era anche una coscienza di classe, la consapevolezza di trovarsi tutti sulla stessa barca e di dover lottare per migliorare la qualità della vita e, magari, ottenere qualche diritto in più. Oggi, dopo l'ubriacatura degli anni "90, alimentata dalla falsa mitologia dell'essere imprenditori di se stessi (in sé potrebbe anche essere una cosa buona se, e solo se, si disponesse degli strumenti culturali e delle competenze specifiche per poterlo realizzare, ma sappiamo tutti che solo un minoranza di fortunati può permetterselo) scopriamo che l'idea della globalizzazione è stata un'autentica truffa a danno soprattutto dei lavoratori, oltre che dell'economia di intere nazioni. Scopriamo il nostro stato di assoluta dipendenza economica da paesi nient'affatto democratici. E lo scopriamo dopo che ci siamo fatti affascinare da quelle idee neoliberiste che hanno distrutto soprattutto la nostra economia basata sulla produzione nazionale, quindi sul nostro lavoro, che nel frattempo è diventato meno attraente, più malpagato, più evanescente quando non addirittura trasferitosi altrove, più sfruttato fino a trasformarsi in forme di schiavitù. Basterà la festa del Primo Maggio a restituirci la dignità perduta? Chiaramente no. Ma potrebbe rappresentare lo spunto, l'abbrivio per una discussione seria, soprattutto a sinistra, e finalmente un tantino radicale sull'argomento: un ripensamento della nostra società e delle nostre strutture, anche mentali, che tenga conto e consideri un punto fermo: il nostro futuro e quello delle generazioni a venire. Buon Primo Maggio!
PD- Canosa
  • PD
  • Festa del lavoro
Altri contenuti a tema
È il momento di costruire un partito nuovo dei progressisti È il momento di costruire un partito nuovo dei progressisti L’appello per una nuova fase costituente
Politiche 2022: Il Partito Democratico ha perso le elezioni Politiche 2022: Il Partito Democratico ha perso le elezioni La nota di Raffaele Piemontese, candidato del PD al collegio plurinominale Foggia-BAT
Elezioni politiche: Sconfitta che fa riflettere, si riparta dal territorio Elezioni politiche: Sconfitta che fa riflettere, si riparta dal territorio La dichiarazione di Filippo Caracciolo-presidente del gruppo PD in Regione
Elezioni politiche :  "Le mie congratulazioni ai vincitori" Elezioni politiche : "Le mie congratulazioni ai vincitori" La dichiarazione del Presidente Emiliano
Non consentiremo a nessuno di cambiare il destino di uno dei Paesi più belli e importanti del mondo Non consentiremo a nessuno di cambiare il destino di uno dei Paesi più belli e importanti del mondo Emiliano alla chiusura della campagna elettorale del PD
Foggia ricarica le batterie del PD nazionale Foggia ricarica le batterie del PD nazionale Enrico Letta che suona la carica su giovani, lavoro e difesa degli investimenti del PNRR al Sud
Puglia: Candidature nei collegi uninominali e plurinominali Puglia: Candidature nei collegi uninominali e plurinominali Abaterusso segretario regionale Articolo Uno Puglia scrive a Marco Lacarra
Verso le elezioni : "La natura di questo tavolo tra amministrazione e tecnici." Verso le elezioni : "La natura di questo tavolo tra amministrazione e tecnici." La richiesta del Pd al candidato sindaco Tomaselli
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.