Emiliano- Palese
Emiliano- Palese
Amministrazioni ed Enti

Sanità: Puglia promossa nei livelli essenziali di assistenza

L'assessore Palese :"Importanti risultati sono stati ottenuti nonostante una dotazione di personale largamente sottodimensionata rispetto ad altre regioni del centro nord"

"Quando sono diventato presidente nel 2015, la Puglia si attestava al penultimo posto in Italia per i livelli essenziali di assistenza (Lea): in parole semplici vuol dire che le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario forniva ai cittadini, in Puglia, nel 2015 erano inferiori rispetto al resto del Paese. Abbiamo lavorato moltissimo in questi anni per migliorare la sanità e siamo riusciti non solo a recuperare posizioni ma ad essere inserite tra le regioni più virtuose. La Puglia peraltro è l'unica del Sud promossa proprio sui Lea. Questo per noi è un incoraggiamento importantissimo a proseguire nel lavoro, sappiamo che molto c'è da fare, andremo avanti con ancor più determinazione". Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha commentato la valutazione positiva della Puglia nell'erogazione dei LEA: il primo gennaio 2020 è entrato in vigore il Nuovo Sistema di Garanzia (NSG) di erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza, che sostituisce la cosiddetta "griglia LEA", per la valutazione della qualità dell'assistenza e per l'accesso da parte delle Regioni ad una quota premiale del Fondo Sanitario Nazionale.

Il NSG prevede una valutazione separata sulle tre aree assistenziali (prevenzione collettiva e sanità pubblica, assistenza distrettuale, ospedaliera), attraverso 88 indicatori: la valutazione di adempienza si ottiene in corrispondenza del superamento di un punteggio minimo pari a 60 per ciascuna delle aree assistenziali, basata su un sottoinsieme di 22 indicatori che costituiscono parte integrante del Sistema di Verifica degli adempimenti LEA. Sono stati resi pubblici dal Ministero della Salute i risultati della valutazione dell'erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza per l'anno 2020: "a causa dell'emergenza pandemica - ha proseguito Emiliano - che ha determinato un impatto notevole sui servizi sanitari imponendo significative riorganizzazioni e persino limitazioni nell'accesso alle prestazioni sanitarie, il calcolo degli indicatori è considerato per il 2020 di tipo informativo e non valutativo. Tuttavia, la lettura degli indicatori resi disponibili dal Ministero della Salute consente di rilevare per la Regione Puglia il superamento della soglia di adempienza in tutte le aree assistenziali: 66,83% prevenzione, 68,13 distrettuale, 71,73 ospedaliera".

Secondo l'assessore alla Sanità Rocco Palese, "questi dati certificano che le politiche sanitarie messe in atto dalla Regione sostengono un processo di costante miglioramento degli indicatori di qualità assistenziale relativi alla capacità di erogazione dei LEA e hanno garantito la sostanziale tenuta del Sistema Sanitario della Regione Puglia rispetto all'impatto della pandemia, grazie alla straordinaria dedizione e professionalità dei nostri operatori sanitari, in tutti i campi dell'assistenza. A questo proposito - ha proseguito Palese - vale la pena ricordare che questi importanti risultati sono stati ottenuti nonostante una dotazione di personale largamente sottodimensionata rispetto ad altre regioni del centro nord: rispetto all'Emilia Romagna a parità di abitanti abbiamo migliaia di dipendenti in meno e dallo Stato riceviamo circa 250 milioni di euro in meno all'anno".

"Nonostante questa evidente disparità di risorse tra Nord e Sud - spiega il direttore del Dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro - che riguarda anche la dotazione di posti letto e la quota di finanziamento, la Regione Puglia prosegue il percorso di miglioramento. Siamo anche impegnati a superare le criticità rilevate sugli screening oncologici, sul numero di anziani non autosufficienti in assistenza socio-sanitaria residenziale, sulla percentuale di parti cesarei. Sono questioni spesso comuni al resto del Paese e, nonostante le conseguenze del periodo dell'emergenza COVID-19, alcuni indicatori hanno evidenziato un miglioramento rispetto agli anni precedenti, come il consumo di antibiotici, l'inappropriatezza dei ricoveri ospedalieri, la percentuale di pazienti di età superiore a 65 anni con diagnosi di fratture di femore operati entro 48 ore. I nostri sforzi quindi mirano a superare le criticità rilevate e a garantire a tutti i cittadini pugliesi cure tempestive, sicure ed efficaci".
  • Emiliano
  • Regione Puglia
  • Sanità
  • Assessore Palese
Altri contenuti a tema
A Bari: Mobilitazione contro l’abuso delle cartelle dei Consorzi di Bonifica nel territorio pugliese A Bari: Mobilitazione contro l’abuso delle cartelle dei Consorzi di Bonifica nel territorio pugliese Sit-in degli agricoltori davanti alla sede della Regione Puglia
Autismo: ricerca, innovazione, programmazione e servizi territoriali. Le buone pratiche Autismo: ricerca, innovazione, programmazione e servizi territoriali. Le buone pratiche Avviato il convegno scientifico organizzato da Asl e Università di Taranto
Verso  la costituzione di un terzo polo fieristico del turismo Verso la costituzione di un terzo polo fieristico del turismo L’industria turistica pugliese punta tutto sulla crescita della filiera turistica imprenditoriale e dell’accoglienza
La Puglia tra le regioni adempienti sui Livelli essenziali di assistenza La Puglia tra le regioni adempienti sui Livelli essenziali di assistenza Emiliano: “Grazie alle donne e agli uomini della sanità pugliese per questo risultato”
Valutazione della sostenibilità ambientale per edifici residenziali e non residenziali Valutazione della sostenibilità ambientale per edifici residenziali e non residenziali Presentato il protocollo Itaca Puglia 2023
La salute pendolare dei Meridionali La salute pendolare dei Meridionali La disamina del Rapporto SVIMEZ 2023
Azione decisa per contrastare il Papillomavirus Azione decisa per contrastare il Papillomavirus Emiliano promulga Leggi Regionali in materia di sanitá
Al via la strategia per lo sviluppo locale Al via la strategia per lo sviluppo locale Sottoscritte convenzioni GAL Puglia e Regione
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.