Canosa Capannoni
Canosa Capannoni
Amministrazioni ed Enti

Rigenerazione urbana: Canosa “zona Capannoni”

L'intervento del consigliere regionale Francesco Ventola (FdI)

Soldi a disposizione del Comune di Canosa di Puglia (ed altri comuni della Regione ) per "rigenerare" il quartiere della cosiddetta "zona Capannoni" di via Balilla. "L'impegno, in Regione, per il mio territorio è costante, esclusivo e tenace." Ha dichiarato il consigliere regionale Francesco Ventola (FdI) "Circa 12 milioni di euro per cinque Comuni brindisini (Fasano, San Michele Salentino, Villa Castelli, Ceglie Messapica ed Erchie) e 8,5 milioni per quattro Comuni della BAT (3,5 per Canosa di Puglia, e 5 per Margherita di Savoia, Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia) per la rigenerazione urbana grazie allo scorrimento della graduatoria ferma da oltre due anni, che sblocca progetti anche a Mola di Bari e Castellana Grotte nella provincia di Bari, Manduria e Castellaneta nella provincia di Taranto, Torremaggiore nella provincia di Foggia, Melendugno, Panni e Lecce nella provincia di Lecce. Siamo particolarmente soddisfatti del risultato perché noi di Fratelli d'Italia, durante la seduta di Bilancio, a dicembre scorso, avevamo presentato un emendamento per finanziare altri progetti di rigenerazione urbana che non erano riusciti ad entrare nella prima tranche. In quella sede chiedemmo espressamente all'assessore al Bilancio, Raffaele Piemontese, di prevedere uno stanziamento pari a quello previsto per il rifacimento delle strade (100 milioni di euro) per finanziare progetti che prevedono il recupero di immobili comunali, molti dei quali da adibire a finalità socio-culturali. Soldi importanti per i Comuni che, alle prese con esigue risorse, non riescono a realizzare progetti che possono davvero migliorare la vita dei propri cittadini. In quella seduta l'assessore Piemontese ci invitò a ritirare l'emendamento promettendo che appena ci fossero state risorse a disposizione avrebbe mantenuto l'impegno. Oggi- conclude Ventola - le risorse provengono dai Fondi di Sviluppo e Coesione messe a disposizione dal Ministro del Sud, Mara Carfagna. Ora, però, la palla passa ai Comuni che devono realizzare i progetti definitivi nei termini utili per non perdere i milioni ricevuti"
  • Francesco Ventola
  • Fratelli d'Italia
Altri contenuti a tema
Tutela e promozione della lingua italiana Tutela e promozione della lingua italiana Il Consiglio Regionale Puglia accoglie mozione di Fratelli d'Italia
Canosa: Asili nido chiusi Canosa: Asili nido chiusi Petroni (FdI): "L'amministrazione ha svuotato le 'casse' per progetti diversi"
Gelate 2018: Mentre il sindaco Morra dorme, gli altri comuni indennizzano gli agricoltori Gelate 2018: Mentre il sindaco Morra dorme, gli altri comuni indennizzano gli agricoltori La nota della Segreteria Fratelli d'Italia- Canosa
Canosa: Asili nido, calpestati i diritti dei bambini e delle famiglie Canosa: Asili nido, calpestati i diritti dei bambini e delle famiglie La nota di Maria Angela Petroni-Capogruppo Fratelli d’Italia
Canosa: Una giungla urbana tra erbacce e rifiuti Canosa: Una giungla urbana tra erbacce e rifiuti La nota di Maria Angela Petroni-Capogruppo Fratelli d’Italia
Canosa: Nuova sede per il Centro per l'impiego. Benvenuti a bordo! Canosa: Nuova sede per il Centro per l'impiego. Benvenuti a bordo! La nota di Maria Angela Petroni, capogruppo FdI
Canosa: I beneficiari del RED 3.0 aspettano l’erogazione delle indennità Canosa: I beneficiari del RED 3.0 aspettano l’erogazione delle indennità La nota di Mariangela Petroni, Capogruppo Consiliare Fratelli d’Italia
Canosa: Solidarietà al Sindaco Roberto Morra Canosa: Solidarietà al Sindaco Roberto Morra Rimosse le scritte offensive comparse sulla Cassa Armonica della Villa Comunale
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.