Castel del Monte neve
Castel del Monte neve
Territorio

Morsa di freddo e gelo con neve a bassa quota

Riattivata la circolazione dei mezzi pesanti

La straordinaria morsa di freddo che ha stretto la Puglia toccherà i picchi massimi nelle prossime ore e la situazione diventerà critica soprattutto per le copiose nevicate e le lastre di ghiaccio che renderanno impossibile la circolazione dei mezzi e l'approvvigionamento dei prodotti agroalimentari, segnala Coldiretti Puglia, per cui gli agricoltori con i trattori sono stati mobilitati come spalaneve per pulire le strade e come spandiconcime per la distribuzione del sale contro il pericolo del gelo. "Sta nevicando in ogni provincia e sulla Murgia le campagne sembrano piste da sci, con 15 centimetri di neve caduti in poche ore. Proprio in vista dei peggioramenti, dobbiamo mettere a disposizione dei comuni maggiormente colpiti da neve e ghiaccio i nostri strumenti di lavoro. Pertanto, i trattori potranno essere utilizzati come spalaneve e gli spandiconcime saranno adattati come spargi sale sulle strade rurali e interpoderali, ma anche sulle strade asfaltate dei centri urbani e sulle statali. La rete capillare delle nostre aziende agricole e i vivaisti potranno collaborare alla messa in sicurezza degli alberi che sotto il peso della neve crollano sulle strade con danni a persone e automezzi", chiama a raccolta i soci Savino Muraglia, Presidente di Coldiretti Puglia. L'interruzione dei collegamenti rischia di lasciare gli animali senza acqua e cibo per le difficoltà di garantire l'approvvigionamento dei mangimi – aggiunge Coldiretti Puglia - per non parlare dei danni provocati dal gelo alle condutture che portano l'acqua agli abbeveratoi. La presenza diffusa degli agricoltori sul territorio assicura un intervento capillare anche nelle aree più critiche per "scongiurare il rischio di isolamento delle abitazioni – continua il Direttore della Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - soprattutto nelle zone più impervie, interne e montane. La situazione è difficile nelle città, nei paesi e nelle campagne dove ci sono le coltivazioni invernali in campo bruciate dal gelo come cavoli, verze, cicorie e broccoli e si registra una impennata dei costi di riscaldamento delle serre".

Continuo monitoraggio da parte della Prefettura di Barletta Andria Trani sui fenomeni metereologici che stanno interessando in queste ore il territorio. Nel corso della mattinata, è stata riattivata la circolazione dei mezzi pesanti limitatamente alla rete autostradale ed alle strade extraurbane principali, salvo rivalutazioni in relazione all'evolversi della situazione. In attesa dei nuovi bollettini di criticità che saranno diramati dal Centro Funzionale Decentrato della Regione Puglia, in data odierna, presso la Sala Multirischi del Palazzo del Governo, il Viceprefetto Vicario Gaetano Tufariello ha presieduto una riunione con i referenti di Protezione Civile della Regione Puglia, della Provincia, dei Comuni, dei Vigili del Fuoco, di Asl e 118 per fare il punto della situazione sulle prime precipitazioni nevose che hanno riguardato alcuni comuni della provincia. A tal proposito, sono stati attivati i primi Centri Operativi Comunali a Barletta, Bisceglie e Spinazzola e si è provveduto con la salatura delle arterie stradali maggiormente sensibili, in prossimità di strutture ospedaliere e dei luoghi maggiormente frequentati. Costantemente verificata, poi, l'efficienza delle dotazioni in possesso, mezzi e risorse umane e strumentali da impiegare, nonché ogni altra misura organizzativa prevista dalle vigenti pianificazioni di Protezione Civile.
Particolarmente attenzionati, di concerto con la Asl e la Centrale Operativa del 118, i servizi di trasporto per il personale medico impiegato nelle strutture ospedaliere e per i pazienti dializzati, mentre è stata effettuata una prima ricognizione delle strutture eventualmente disponibili ad ospitare persone senza fissa dimora, con l'ausilio dei Servizi Sociali dei Comuni e le associazioni di volontariato. Infine, la Prefettura ha sensibilizzato la Provincia ed i Comuni a garantire per tempo il servizio di riscaldamento negli istituti scolastici di rispettiva competenza, chiusi in queste settimane per le concomitanti festività natalizie, in vista delle ripresa delle lezioni prevista per lunedì 7 gennaio.

    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.