Maria Carella
Maria Carella
Vita di città

Maria Carella è tornata alla Casa del Padre

La professoressa ricordata dai suoi ex alunni

Una locuzione latina "Vita mutatur non tollitur", riportata sui manifesti affissi a Canosa di Puglia, ha annunciato la dipartita di Maria Carella, all'età di 93 anni, stimatissima docente di italiano e latino che per decenni ha educato e formato generazioni di studenti. Sono stati gli stessi ex discenti, ora adulti, a ricordarla con profondo affetto e gratitudine, onorandone il lungo impegno sul fronte della didattica e dell'insegnamento su cui ha lasciato una profonda impronta. «Buon viaggio Professoressa che la terra ti sia lieve. Perdiamo un Mito, una Maestra di vita e una Docente severa ma eccellente». E' stato l'ingegnere Andrea Pugliese tra i primi a ricordarla sui social dove sono seguiti altri post.

«Conservo con piacere i tre tomi "Storia della Letteratura Italiana con storia della critica" di Giuseppe Giacalone, pubblicati da Signorelli Milano, studiati nel triennio di italiano al liceo. Testi di non facile lettura ma di grande approfondimento critico che la professoressa Maria Carella ci spiegava con competenza magistrale e con un sorriso compiaciuto» Ha scritto l'avvocato Roberto Coppola, studente del triennio 1974-76 presso il Liceo Scientifico "E. Fermi" di Canosa, presieduto allora dal compianto professor Mario Astolfi. «Una docente d'altri tempi che ha trasmesso i veri valori con un cuore ed un'anima autentica. Il suo portamento ed i suoi insegnamenti resteranno impressi per sempre!». Mentre, l'avvocato Enzo Princigalli ha postato su Facebook «La Scuola aveva Maestri che educavano le coscienze, infondevano principi morali, insegnavano regole di vita, l'educazione, il rispetto, in una tacita naturale solida alleanza con i nostri genitori. Molti allievi che si sono nutriti dei suoi grandi insegnamenti sono oggi valentissimi docenti. Addio Cara Professoressa Maria Carella! ».

La docente Maria Carella lascia una preziosa eredità morale, etica e culturale non soltanto ai suoi familiari, la figlia Cristina con il coniuge Fabrizio Rossi e gli amati nipoti, ma anche, a quanti hanno avuto la fortuna di conoscerla ed apprezzarla per le sue eccelse doti umane "con garbo ci salutava sempre dal balcone di casa sua in Corso San Sabino" e professionali, per la sua passione educativa e formativa di valore sopraffino. "Vita mutatur non tollitur", è la frase contenuta nel primo prefazio del rito cattolico della messa per i defunti che richiama il significato cristiano della morte, non come la fine dell'esistenza ma che cambia solamente. Nel tardo pomeriggio odierno, è stato Don Antonio Turturro a celebrare il rito funebre per Maria Carella che ha avuto luogo nella Chiesa dei Santi Francesco e Biagio a Canosa, nel rispetto delle norme anti-Covid vigenti.
La Redazione di Canosaweb esprime sentite condoglianze alle Famiglie Carella- Rossi
  • Liceo E.Fermi
  • Funerale
Altri contenuti a tema
Maturità: Il 100 e lode di Manuela Ripacandida Maturità: Il 100 e lode di Manuela Ripacandida Continuerà gli studi al Politecnico di Torino per frequentare la facoltà di ingegneria gestionale
Caro Presidente, lasci un’eredità che saremo fieri ed orgogliosi di trasmettere Caro Presidente, lasci un’eredità che saremo fieri ed orgogliosi di trasmettere Il messaggio di cordoglio del Sindaco di Canosa Vito Malcangio ai funerali del Presidente del Consiglio Giovanni Matarrese
Vicinanza alla famiglia Matarrese e all'Amministrazione Malcangio dall'Amministrazione Comunale e dalla Città di Barletta Vicinanza alla famiglia Matarrese e all'Amministrazione Malcangio dall'Amministrazione Comunale e dalla Città di Barletta Il messaggio di cordoglio del sindaco Cosimo Damiano Cannito
Giovanni Matarrese non è più tra noi Giovanni Matarrese non è più tra noi Camera ardente presso Palazzo di Città a Canosa di Puglia
Mimmo Del Vento non è più tra noi Mimmo Del Vento non è più tra noi Nella Chiesa di "Maria SS del Rosario" la messa esequiale
Nel ricordo dell'ingegnere Gerardo Pappalardo Nel ricordo dell'ingegnere Gerardo Pappalardo Il messaggio di cordoglio dell’ingegnere canosino Nunzio Valentino
La compianta gentilezza di Ciccio Casieri La compianta gentilezza di Ciccio Casieri Martedì i funerali a Canosa nella Chiesa di "Gesù Liberatore"
Titina Gallo non è più tra noi Titina Gallo non è più tra noi Memoria storica del “pane di guerra”
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.