Ambulatorio Popolare
Ambulatorio Popolare
Vita di città

Le attività solidali dell'Ambulatorio Popolare

Dalla raccolta dell'invenduto delle attività commerciali alle donazioni

In piena emergenza sanitaria, continuano, anche se osservanti di tutte le restrizioni e cautele, le attività solidali dell'Ambulatorio Popolare di Canosa di Puglia. Alla raccolta dell'invenduto delle attività commerciali locali, è stata intensificata quella delle "donazioni" della spesa da parte di privati cittadini. Tante le famiglie seguite dall'Ambulatorio Popolare di Canosa che versano in difficoltà economiche e con le quali è stato intessuto un rapporto di condivisione che va dalla distribuzione alimentare,al doposcuola, ai vari laboratori sociali e didattici. Ma la vera emergenza al tempo del coronavirus è rappresentata da tutte quelle categorie di lavoratori precari che si sono ritrovati all'improvviso senza lavoro e senza tutela. Sono tanti,alcuni con tanti figli a carico e si ritrovano a dover fronteggiare persino l'emergenza di dover racimolare latte per la colazione. "C'è tanto da fare in queste settimane per noi - Riferiscono i volontari dell'Ambulatorio Popolare - Non è semplice, in un momento come questo, di ansie, di riduzione di spazi vivibili, di precarietà generale, affrontare anche temi come la solidarietà e la condivisione ma è quello che potrà aiutare la nostra comunità ad uscirne con meno danni possibili. Ogni mattina, siamo impegnati nella distribuzione di generi alimentari a questi amici in difficoltà e nella consegna della spesa solidale a casa degli anziani o soggetti con patologie,affinché non corrano rischi ulteriori uscendo di casa."

Numerose le famiglie che si prodigano per donare qualche prodotto da consegnare a chi è in difficoltà in questo periodo, come gli esercenti di attività commerciali in veste di benefattori. I rappresentanti dell' Ambulatorio Popolare di Canosa ringraziano: La panetteria "Le due Rose", di Donato Di Sibio; "Luciano Frutta" di Rino Rinella; l'azienda ortofrutticola "San Samuele", dei fratelli Massa;la "Forneria del Borgo", di Massimo Di Muro. "Auspichiamo – concludono i volontari dell'Ambulatorio Popolare di Canosa di Puglia - che il loro, sia un esempio da seguire da ora in poi,così da poter alleviare il carico di sofferenza di tanti amici in difficoltà. Chiunque voglia donare anche un solo prodotto potrà farlo recandosi presso la nostra sede, ubicata in via Kennedy n.86, oppure telefonando all'utenza 3922176473 per essere poi raggiunti da un nostro collaboratore che verrà a ritirare.Aiutare, aiuta!"
  • Ambulatorio popolare di Canosa
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Fiori di Primavera Fiori di Primavera I colori dei bambini contro il Virus
Le maschere da sub trasformate in ventilatori ospedalieri Le maschere da sub trasformate in ventilatori ospedalieri Sono state donate al COVID Hospital Bisceglie
Coronavirus: sanzionati altri 159 trasgressori Coronavirus: sanzionati altri 159 trasgressori Controllate quasi 40mila persone
Canosa: sospensione del mercato settimanale di giovedi Canosa: sospensione del mercato settimanale di giovedi Emessa ordinanza
Picco di contagi nella BAT, 35 positivi Picco di contagi nella BAT, 35 positivi L'ultimo bollettino epidemiologico della Regione Puglia
Pasqua e Pasquetta esercizi commerciali chiusi Pasqua e Pasquetta esercizi commerciali chiusi Pubblicata l'ordinanza
I Carabinieri consegneranno le pensioni agli anziani I Carabinieri consegneranno le pensioni agli anziani L'Arma ha sottoscritto una convenzione con Poste Italiane
Manovre speculative sulla vendita dei dispositivi di protezione individuali Manovre speculative sulla vendita dei dispositivi di protezione individuali Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari ha eseguito un sequestro preventivo nei confronti di 3 società baresi ritenute responsabili
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.