Ventola
Ventola
Politica

Il governo Emiliano e il centrosinistra alimentano la burocrazia

La nota del gruppo regionale di Fratelli d’Italia

Il gruppo regionale di Fratelli d'Italia (capogruppo Francesco Ventola e i consiglieri Luigi Caroli, Giannicola De Leonardis, Antonio Gabellone, Renato Perrini e Michele Picaro) in questa nota spiega perché ha votato contro il Disegno di Legge: Organizzazione e modalità di esercizio delle funzioni amministrative in materia di valutazioni ed autorizzazioni ambientali. "La BUROCRAZIA non è un'entità astratta, la burocrazia la alimentiamo noi, legislatori, nel momento in cui invece che semplificare le procedure amministrative le complichiamo. E' quello che ha fatto oggi il Governo regionale che sui palchi promette di semplificare la vita di imprese e cittadini e poi quando scrive le leggi fa esattamente il contrario. Per questo motivo Fratelli d'Italia ha votato contro una legge regionale che si proponeva di agevolare imprese e cittadini che si ritrovano a dover chiedere una valutazione ambientale per la realizzazione di progetti. Eppure sia in Commissione che in Consiglio avevamo tentato di migliorare il testo normativo per fare chiarezza sulla competenza (chi autorizza chi e cosa) e sulla tempistica. La maggioranza di centrosinistra e l'assessore all'Ambiente, Maraschio, sono rimaste sorde e ci ritroviamo con una legge che sbologna le patate bollenti sulle Province (vedi le discariche) e decide di tenere in capo alla Regione quello che più conviene (anche sul piano politico). Il tutto ignorando il grido di allarme che proprio l'UPI Puglia (Unione Province Italiane) ha lanciato sulla mancanza di personale per poter adempiere a certi obblighi. E ancora la Burocrazia l'alimentiamo noi, legislatori, nel momento in cui si decide di mantenere Comitati tecnici, composti di professionisti, che aggiungono carte a carte senza limiti di tempo, per cui chi entra nel tunnel delle valutazioni ambientali finisce per non vedere mai la luce. Per questo siamo in presenza di scelte politiche dannose rispetto al momento che viviamo. Oggi il Consiglio regionale ha, perciò, perso una grande occasione per semplificare la vita non solo a chi richiede valutazioni ambientali, ma anche di enti locali che per colpa di una legge sciagurata (la Delrio) si ritrovano non a vivere ma a sopravvivere con carichi di lavoro che non sono in grado di espletare."
  • Francesco Ventola
  • Fratelli d'Italia
Altri contenuti a tema
Canosa: No a Commissione strumentale di controllo Canosa: No a Commissione strumentale di controllo Fdl Canosa: «La città ha bisogno di serenità e pacifica convivenza politica»
La Puglia protagonista del vertice mondiale La Puglia protagonista del vertice mondiale I parlamentari pugliesi di Fratelli d'Italia ringraziano la premier Meloni a margine del G7
Grandioso il risultato elettorale conseguito da Francesco Ventola Grandioso il risultato elettorale conseguito da Francesco Ventola La nota dei  consiglieri provinciali di opposizione del centrodestra 
Premiato il nostro modo di fare politica Premiato il nostro modo di fare politica La nota di Fratelli d'Italia Canosa
La provincia BAT si conferma una delle roccaforti elettorali di Fratelli d’Italia La provincia BAT si conferma una delle roccaforti elettorali di Fratelli d’Italia La dichiarazione della deputata di Fratelli d'Italia, Mariangela Matera a margine delle elezioni europee
Orgogliosi per l'elezione di Ventola e Picaro al Parlamento Europeo Orgogliosi per l'elezione di Ventola e Picaro al Parlamento Europeo Gli auguri dei consiglieri regionali di Fratelli d'Italia
Francesco Ventola tra gli eletti al Parlamento Europeo Francesco Ventola tra gli eletti al Parlamento Europeo A Fratelli d'Italia e Pd vanno 5 seggi
Francesco Ventola supera 85mila preferenze Francesco Ventola supera 85mila preferenze Fratelli d’Italia ha raggiunto 475mila voti nell'Italia Meridionale  
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.