Don Milani
Don Milani
Eventi e cultura

I CARE, in ricordo di Don Milani

Ad Andria,tre eventi presso la Parrocchia SS. Sacramento

Prendersi cura del prossimo, il coraggio dell'attenzione, la vicinanza ai più giovani. Saranno questi i temi al centro del programma che la comunità ecclesiale del SS. Sacramento di Andria,in collaborazione con Pax Christi, l'Ufficio della Pastorale sociale e del lavoro, l'Ufficio Migrantes e la Consulta delle aggregazioni laicali della Diocesi di Andria, ha organizzato per questo mese, in sintonia con la riflessione offerta dal Vescovo della Diocesi di Andria, Mons. Luigi Mansi, contenuta nella Lettera Pastorale ispirata alla parabola del Buon Samaritano "Si prese cura di lui".Gli appuntamenti in calendario: alle ore 19,00 di mercoledì 29 gennaio, il magistrato Beniamino Deidda, esponente della Fondazione, tratterà il tema: "L'obbedienza non è più una virtù. È ancora attuale Don Lorenzo Milani?"; alle ore 9.00 di venerdì 31 gennaio, Sandra Gesualdi, esponente della Fondazione don Milani e figlia di uno dei primi allievi di don Lorenzo, incontrerà alcuni studenti delle scuole medie, in rappresentanza del mondo scolastico andriese, e dialogherà con loro sulla "Lettera ad una professoressa"; alle ore 19:00 di venerdì 31 gennaio, in collaborazione con l'Ufficio Migrantes, la Consulta delle Aggregazioni Laicali e la Casa Accoglienza "S. M. Goretti" della Diocesi di Andria, Sandra Gesualdi, darà vita a un incontro-testimonianza sulla vita e la personalità di don Lorenzo Milani e le sue "Esperienze Pastorali".

Dopo la conferenza Sandra Gesualdi parteciperà a "La Téranga": la cena sociale- multietnica che si tiene l'ultimo venerdì di ogni mese, come ormai d'abitudine, nella Mensa della Carità della Casa Accoglienza "S. Maria Goretti" della Diocesi di Andria, realizzata dagli ospiti e mediatori culturali delle case famiglia e di accoglienza della comunità "Migrantesliberi" e dai volontari, nata per condividere saperi e sapori. Nei giorni 28-29-30-31 gennaio sarà allestita una mostra, a cura della Fondazione don Lorenzo Milani di Firenze, intitolata "Gianni e Pierino. La scuola di lettera ad una professoressa" rivolta principalmente alle scuole di Andria.La mostra sarà aperta dalle ore 9:00 alle 12:00 e dalle ore 17:00 alle 19:00. La mostra rappresenta il racconto della vita, delle opere e della figura di Don Lorenzo Milani, il priore di Barbiana, che negli anni '50 e '60 propose un esperimento educativo che divenne una risposta concreta alla mancata realizzazione di una offerta formativa inclusiva da parte delle istituzioni di allora. Il suo è stato un piccolo-grande modello di scuola dove uguaglianza e attenzione agli ultimi erano in prima linea.


  • Diocesi di Andria
Altri contenuti a tema
Alzati Canosa e vola ! Alzati Canosa e vola ! Mons.Mansi al sit-in per la legalità
Canosa SiCura, insieme per la Legalitàl Canosa SiCura, insieme per la Legalitàl Sit-in in Piazza Vittorio Veneto
I  have a dream: imparare crescendo I have a dream: imparare crescendo Un progetto per il contrasto alla povertà educativa e all'abbandono
Turismo e sviluppo rurale Turismo e sviluppo rurale Domenica si celebra la 41.ma Giornata Mondiale del Turismo
Come Gesù Cristo costretti a fuggire Come Gesù Cristo costretti a fuggire Domenica si celebra la 106ma Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato
Tre nuovi sacerdoti per la Chiesa di Andria Tre nuovi sacerdoti per la Chiesa di Andria Mons. Mansi : "Si è scelti da Dio per collaborare alla realizzazione del suo progetto di amore".
Al mondo della scuola, in tutte le sue componenti, un buon anno Al mondo della scuola, in tutte le sue componenti, un buon anno Il messaggio augurale di Mons.Luigi Mansi
La Benedizione della Prima pietra La Benedizione della Prima pietra La Comunità parrocchiale del Sacro Cuore di Gesù Andria ha incontrato Papa Francesco
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.