Turisti Ipogei Canosa
Turisti Ipogei Canosa
Turismo

Gli Ipogei, il filo conduttore di Canosa, San Ferdinando e Trinitapoli

Al centro degli eventi dell’Archeoclub d’Italia della Puglia per le Giornate Europee dell’Archeologia

Incontri, visite, passeggiate, convegno, degustazioni, testimonianze sui social hanno caratterizzato gli eventi nell'ambito delle Giornate Europee dell'Archeologia, svoltisi dal 18 al 20 giugno 2021 a Canosa, Trinitapoli e San Ferdinando, tutte città accomunate dalla presenza degli ipogei, "i templi sotterranei in Puglia" ed in particolare nel triangolo della BAT. Come consuetudine consolidata, ogni anno Il terzo fine settimana di giugno, in tutti gli Stati membri del Consiglio d'Europa, si celebrano le Giornate dell'Archeologia in Europa che sono gestite da Inrap, l'Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva della Francia (Institut national de recherches archéologiques préventives) mentre in Italia sono organizzate dal Ministero della Cultura - Direzione Generale Musei e Direzione Generale Archeologia , belle arti e paesaggio. Per la ricorrenza delle GEA, l'Archeoclub d'Italia della Puglia con il coordinatore regionale Sabino Silvestri ha promosso, organizzato, insieme a tutti i soci e collaboratori, e persino, accompagnato i visitatori all'emozionante ed affascinante Tour degli Ipogei, inserito nel programma della domenica. A Canosa di Puglia, spiccano le visite guidate all'Ipogeo del Cerbero attraverso la narrazione archeologica-storica abbinata alla tecnologia della Spatial Augmented Reality, "ad alto impatto comunicativo" come hanno riferito i turisti durante il tragitto per raggiungere gli Ipogei Lagrasta, il più imponente esempio di architettura funeraria della necropoli dauna, anche per l'ottimo stato di conservazione.

Ha fatto seguito, nella tarda mattinata di domenica scorsa, la passeggiata lungo la via Traiana per raggiungere il ponte sul fiume Ofanto, che in questo tratto coincide con il Tratturo Regio e la via Francigena, tra i profumi degli oleandri, degli ulivi e dei vigneti tipici del territorio. Nella breve sosta sul ponte del Fiume Ofanto, particolarmente gradita, la degustazione dei fioroni detti in dialetto "chelùmbre", in italiano arcaico "columbri" come declamati dal maestro Peppino Di Nunno evocando:«Dante Alighieri che nella De Vulgari Eloquentia riporta un episodio amoroso di un cesto di fichi e lo stesso poeta Leopardi scrive da Bologna al padre il 20 febbraio del 1826 riferendosi ai fichi secchi: "I fichi e l'olio sono qui applauditissimi e graditissimi e quantunque io in casa non fossi solito di mangiar de' fichi, adesso, non so come, trovo che sono pure una cosa di un sapore eccellente e ho pensato di salvarne un poco per me e per gli altri"».

Dalla letteratura all'archeologia alle visite guidate al Parco degli Ipogei di Trinitapoli e al Museo Civico di San Ferdinando di Puglia con la conclusione riservata al convegno sul tema "Gli Ipogei scomparsi" che ha visto la partecipazione tra gli altri : del sindaco di San Ferdinando di Puglia, Salvatore Puttilli; il vice sindaco di Trinitapoli, Giustino Tedesco; il vice sindaco di Canosa Francesco Sanluca; i presidenti degli Archeo Club di Trinitapoli Donato Marrone, di San Ferdinando Savino De Facendis e di Canosa Giuseppe Caporale con il coordinatore regionale Sabino Silvestri, entusiasta per la buona riuscita degli eventi GEA, fiducioso per i prossimi mesi che vedranno l'arrivo di turisti in Puglia: "Intanto è stata creata la rete e soprattutto di aver trovato negli ipogei il filo conduttore alle tre città", luoghi di attrazione e di interesse sempre più fruibili. Non da meno le dichiarazioni del dottor Danilo Dell'Aere, socio Archeo Club Canosa """Buona la prima! Ora si lavora per rafforzare le sinergie create con i comuni di S. Ferdinando e Trinitapoli in modo da rendere ciclico eventi ed iniziative del genere. Agire come un unicum anziché come delle monadi è la vera strada verso la riscossa turistica di realtà come la nostra e le limitrofe.""" Gli eventi dell'Archeoclub d'Italia della Puglia per le Giornate Europee dell'Archeologia 2021 , hanno permesso di scoprire e ammirare le bellezze naturali e sotterranee di tre città come Canosa di Puglia Trinitapoli e San Ferdinando, impegnate ad attrarre, tra l'altro, nuovo pubblico che non sia abituato a frequentare i luoghi in cui si fa archeologia.
Ipogeo del Cerbero Canosa di Puglia - Studio GlowarpGiornate Europee dell'Archeologia 2021  Archeoclub d’Italia della PugliaCanosa di Puglia Ipogei LagrastaIpogei Lagrasta Canosa di PugliaI fioroni di Canosa di PugliaGiornate Europee dell'Archeologia 2021  Archeoclub d’Italia della PugliaAutorità al convegno “Gli Ipogei scomparsi”  GEAGEA Convegno  “Gli Ipogei scomparsi”  S. Ferdinando di Puglia
  • Archeoclub d’Italia della Puglia
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.