Canosa: area archeologica di San Pietro
Canosa: area archeologica di San Pietro
Archeologia

Canosa: Una nuova donazione alla Fondazione Archeologica Canosina

Una nuova tappa per la valorizzazione del patrimonio culturale

Nella giornata del 30 dicembre 2021 la Fondazione Archeologica Canosina, presieduta dal dottor Sergio Fontana, ha acquisito la proprietà di fondi rustici confinanti con l'area archeologica di San Pietro, con atto di donazione stipulato avanti al Notaio Paolo Milone. L'importante acquisizione, dell'estensione di circa un ettaro, va a sommarsi ad altro terreno confinante già di proprietà della Fondazione, per un ettaro e mezzo. Il contesto, oltre ad essere eccezionale sotto l'aspetto storico e culturale è straordinario sotto l'aspetto paesaggistico.

Nel ringraziare i donatori, i signori Gollico Vincenzina, Quagliarella Cesare, Quagliarella Vincenzo, Quagliarella Concetta Carolina, Quagliarella Antonia, Quagliarella Maria per il loro atto di squisita liberalità, per aver anteposto l'interesse del bene pubblico al legittimo interesse personale, la Fondazione Archeologica si impegna a dare valore al bene ricevuto. La Fondazione si attiverà da subito, presso gli Enti istituzionalmente preposti, Soprintendenza Archeologica e Università, perché venga effettuata una campagna di indagini archeologiche sull'intera area di sua proprietà, nella certezza che essa porterà alla scoperta di ulteriori testimonianze dell'opera grandiosa e incessante operata da San Sabino, che qui dimorò e qui ebbe la sua prima sepoltura.

Intanto, la Cattedrale di San Sabino, ritornata nel possesso diretto dell'area sottostante all'area di San Pietro, dell'estensione di ulteriori due ettari e mezzo, sta operando per la valorizzazione della stessa destinandola alla fruizione dell'intera cittadinanza. "Siamo certi che, alla luce della collaudata collaborazione esistente tra la Fondazione Archeologica e Chiesa Cattedrale si creeranno le giuste sinergie per far sì che l'intera area, cinque ettari, sia valorizzata pienamente, facendone un compendio di valore storico, archeologico, paesaggistico, ma anche ricco di evidenze geologiche e botaniche. Un museo a cielo aperto, che diventa BENE COMUNE dell'intera città.

Ci auguriamo che l'Amministrazione Comunale riesca a dar seguito alle volontà espresse in passato.
" Infatti, l'area archeologica dove sorgono i resti del complesso episcopale di San Pietro, attigua alla proprietà appena donata alla Fondazione è ancora privata. L'Amministrazione Comunale, il 18 dicembre 2020, con la Delibera n. 229 "Atto di indirizzo per l'acquisizione al patrimonio comunale dell'area archeologica di San Pietro" deliberò: "di stabilire, quale atto di indirizzo e, fatta salva l'adozione dei successivi provvedimenti amministrativi in merito, l'acquisizione al patrimonio comunale, in considerazione della propria importanza storico – culturale dell'area archeologica di San Pietro, al fine di tutelarla e valorizzarla, rafforzando ed ampliando l'offerta turistico culturale di Canosa di Puglia".

"Ci auguriamo che il 2022 possa essere un anno in cui pubblico e privato possano collaborare in maniera sinergia per il bene della nostra comunità."
  • Turismo
  • Fondazione Archeologica Canosina
Altri contenuti a tema
Al via l'oleoturismo: Opportunità per le imprese agricole Al via l'oleoturismo: Opportunità per le imprese agricole La dichiarazione del deputato Giuseppe L’Abbate(M5S)
Canosa: Il Comune procede alla acquisizione delle aree archeologiche Ipogeo Monterisi Rossignoli e San Pietro Canosa: Il Comune procede alla acquisizione delle aree archeologiche Ipogeo Monterisi Rossignoli e San Pietro Nota congiunta della Fondazione Archeologica Canosina e Italia Nostra-Sezione di Canosa di Puglia
Canosa: "Un atto che ci sgomenta ma che non ci rassegna" Canosa: "Un atto che ci sgomenta ma che non ci rassegna" Le note di vicinanza di: Italia Nostra, FAC, Il Ponte di Torino e della Comunità Ecclesiale
Sabino di Canosa: Vescovo primaziale di Puglia nel contesto storico del suo tempo e oltre Sabino di Canosa: Vescovo primaziale di Puglia nel contesto storico del suo tempo e oltre Primo incontro culturale del 2022 con l'autore Renato Russo
Carafa. Il sigillo del Cristo Velato Carafa. Il sigillo del Cristo Velato A Canosa, l’autore Alfredo De Giovanni per la presentazione del libro
Turismo itinerante: “È indispensabile individuare un’area di sosta attrezzata per i camper” Turismo itinerante: “È indispensabile individuare un’area di sosta attrezzata per i camper” Le dichiarazioni del consigliere regionale Grazia Di Bari (M5S)
Diomede, i dauni e l’antico vitigno di Canosa Diomede, i dauni e l’antico vitigno di Canosa Il programma per l'appuntamento con la storia, l’archeologia e l’eno-gastronomia
Moda e costume nelle fotografie: un patrimonio da valorizzare Moda e costume nelle fotografie: un patrimonio da valorizzare Excursus storico-culturale-sociale di Eugenia Paulicelli
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.