Gero Grassi a Canosa
Gero Grassi a Canosa
Scuola e Lavoro

Canosa: Gero Grassi accende il faro sulla “VERITÀ NEGATA” del Caso Moro

L’onorevole ospite dell’I.I.S.S “L. Einaudi ”nell’ambito del Progetto "Moro vive"

Interesse e attenzione alta all'incontro dedicato alla figura di Aldo Moro(Maglie 1916- Roma 1978), politico, accademico e giurista vittima del terrorismo che, nella mattinata di mercoledì 2 novembre scorso, ha avuto luogo presso il Centro Risorse dell'I.I.S.S. "L. Einaudi" di Canosa di Puglia(BT). Un incontro di studio, al fine di mantenere viva la memoria e diffondere il pensiero di Aldo Moro, nell'ambito del Progetto "Moro Vive", voluto dal Consiglio Regionale della Puglia d'intesa con I'USRP , che ha visto salire in cattedra un' ospite d'eccezione : Gero Grassi, politico, giornalista e scrittore che ha deciso di svelare le verità sull'assassinio di Aldo Moro, ucciso quel fatidico 9 maggio 1978 a Roma, in via Fani.

Dopo i saluti della dirigente dell'Istituto, professoressa Brigida Caporale, il convegno, coordinato dalla professoressa Tina Ventola, della funzione strumentale, è iniziato con l'intervento molto toccante ed emozionante dell'onorevole Gero Grassi. Nel corso dei suoi passaggi ha sottolineato l'importanza del ruolo di Moro nella storia italiana: introdusse lo studio dell'educazione civica nelle scuole, elaborò un Piano decennale per l'istruzione diretto a rendere effettivo il diritto alla scuola e fu sua l'intuizione di sfruttare la neonata Rai per agevolare l'alfabetizzazione del paese dando l'avvio alla creazione di quella che diventerà la trasmissione "Non è mai troppo tardi" del maestro Alberto Manzi. "La scuola non è spesa, ma investimento", "la persona prima di tutto" e altre citazioni hanno fatto capire non solo l'importanza della figura di Moro, ma la sua umanità, la sua sensibilità verso "i diritti fondamentali garantiti dalla Costituzione che molte volte, ahimè, dimentichiamo."

"Moro non è morto, è stato ammazzato" ha ribadito l'onorevole Grassi sottolineando chiaramente la differenza tra i due termini e, come lui, anche la democrazia e il liberalismo . Parlarne, sensibilizzare è importantissimo perché si parli di "omicidio di stato" tra i momenti tristi della Repubblica. Il relatore ha ribadito che parlare di Aldo Moro significa tra l'altro, di parlare della storia d'Italia dalla seconda guerra mondiale ai giorni nostri; di guardare ad una Europa dei Popoli e non degli Stati. "Quando si dice la verità non bisogna dolersi di averla detta. La verità è sempre illuminante. Ci aiuta ad essere coraggiosi." diceva Aldo Moro.

L'incontro ha permesso di far conoscere ai giovani studenti la storia d'Italia ancora non scritta nei libri di testo, che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona . La Costituzione Italiana, fortemente voluta da Aldo Moro, si basa sulla centralità della persona e sui diritti che sono riconosciuti dallo Stato L' excursus storico dell'onorevole Gero Grassi è stato per gli studenti una preziosa opportunità di approfondimento degli studi e di riflessione, per acquisire conoscenze e competenze di "cittadinanza attiva" ispirate, tra gli altri, ai valori della responsabilità, legalità, partecipazione alla vita sociale, politica e culturale per un domani migliore.
Canosa: Gero Grassi accende il faro sulla “VERITÀ NEGATA” del Caso MoroCanosa: Gero Grassi accende il faro sulla “VERITÀ NEGATA” del Caso MoroGero Grassi ospite dell’I.I.S.S “L. Einaudi  CanosaGero Grassi ospite dell’I.I.S.S “L. Einaudi  Canosa
  • Aldo Moro
  • Gero Grassi
Altri contenuti a tema
In memoria delle vittime del terrorismo dell’Italia repubblicana In memoria delle vittime del terrorismo dell’Italia repubblicana Si celebra la giornata nazionale istituita nel 2007
Gli insegnamenti di Aldo Moro con l'onorevole Gero Grassi  Gli insegnamenti di Aldo Moro con l'onorevole Gero Grassi  A Canosa ha incontrato gli studenti del Liceo "E. Fermi"
1 In memoria delle vittime del terrorismo In memoria delle vittime del terrorismo I programmi RAi per il 9 maggio "Giorno della Memoria"
Il 16 marzo 1978, una data incancellabile nella coscienza del popolo italiano Il 16 marzo 1978, una data incancellabile nella coscienza del popolo italiano La dichiarazione del Presidente Mattarella nel 43° anniversario del rapimento di Aldo Moro
Ricordare é un dovere Ricordare é un dovere La dichiarazione del presidente Mattarella nel Giorno della memoria delle vittime del terrorismo
Moro vive: l’onorevole Gero Grassi incontra i liceali Moro vive: l’onorevole Gero Grassi incontra i liceali Il progetto è un'iniziativa del Consiglio Regionale della Puglia
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.