Maria SS.Assunta
Maria SS.Assunta
Il Pensare tra bellezza e verità

Maria Assunta per assumerci figli e fratelli

Lei è Madre di tutti, ma non omologa i figli.

Nelle chiese, non di rado, si prega la Madonna come l'irraggiungibile, mentre lei ci raggiunge tutti, ponendosi come nostra madre e sorella. Si dice, senza sbagliare, che è Madre di tutti, ma correndo il rischio di confondersi e pensare che non sia schierata. Gli oppressi e gli oppressori sono tutti figli. Cattivi e buoni sono tutti da lei ascoltati. Persone tenebrose e luminose, in lei, sono accolti, ma ciò che fa la differenza è che la Madonna è schierata. Lei è Madre di tutti, ma non omologa i figli. Come le vere madri, ascolta maggiormente chi sta peggio e si mette dalla sua parte. Una madre non si fa comprare dai soldi dei figli, ma si svende per chi sta peggio. Maria non si vende all'asta, non si vende per una candela o un'offerta, specie se frutto di malevolenza. È illudere sè stessi pensare che si vivono tradizioni, tradendo la vita dei fratelli, e credere di essere devoti. È inganno sfruttare l'altro e pensare di render contenta la Madonna perché si recita il rosario. È vanità avere, sulle labbra, parole di benedizione e di lode, verso la Madre di Dio, e maledire gli altri, pettegolare fino a calunniare. Maria di Nazareth è schierata con chi non conta, con chi perde, con gli sconfitti. Maria di Nazareth ha giocato nella squadra degli inutili, dei piccoli, di chi nella grande storia, per i giornali, per le TV o i mass media, contano solo per le votazioni o neppure. Gli altri sono figli di certo, ma nella misura in cui la parola Madre si apre alla fraternità, riconoscendo ad ognuno la propria dignità. I figli che trattano male i fratelli sono causa di grande dispiacere per le mamme, anche se si portano i regali più belli. Cosa gradirebbe Maria allora? Un mazzo di fiori o che torni a fiorire un'amicizia appassita? Una lunga processione o la fatica di procedere verso il fratello dirimpettaio a cui non citofona mai nessuno? Una festa di luci o diventare a nostra volta luce, anche piccola, verso gli altri suoi figli? Uno splendido sermone ornato di fioretti o la vita che parla attraverso i piccoli gesti che profumano di amicizia? Siamo tutti figli, ma sappiamo che, come il Figlio di Dio, Maria, madre sua e nostra, ha preso posizione. Non si può prendere posizione con le parole, ma pagando il prezzo della scelta. Da che parte vogliamo stare? Meglio vivere da figli di Maria senza dirlo che, proclamarlo con le labbra, tradendo il suo cuore di Madre. Maria Assunta, per favorirci ed aprirci le porte del cielo, ci doni il suo sguardo, pensiero e sentimento, per celebrare in maniera degna le meraviglie, in lei compiute, che attendono il compimento pieno nella nostra umanità. Felice solennitá di Santa Maria Assunta a tutti.
Salvatore Sciannamea
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.