La rampicata
La rampicata
Il Pensare tra bellezza e verità

La rampicata della vita

Ogni salita porta ad una discesa

Un giorno, circa 20 anni fa, il mio professore disegnò alla lavagna due frecce, l'una verso l'alto e l'altra verso il basso. Ci spiegò, in quel modo, la realtà della vita, fatta da ascesi, cioè impegno, fatica ed esercizio. Usando il termine mistica, invece, esprimeva la verità che si fa conoscere, che scende verso il basso, che ispira e viene incontro. Mi capita di imbattermi in rampicatori, di avere ragazzi che lo fanno come sport, di vedere persone scalare le montagne. Ho pensato che la rampicata è immagine della vita fatta di ascesi e di mistica. Per salire infatti bisogna saper mettere i piedi e le mani in modo giusto, bisogna lavorare con il corpo armonicamente, bisogna essere allenati, ma più ancora essere abitati dal desiderio della meta. Le rampicate portano a raggiungere la mistica, a gustare la vetta. In vetta non bisogna restare tanto però. Mi spiegava Mauro Corona che la prima cosa da fare è capire come scendere per non farsi male, è il primo pensiero insieme all'entusiasmo del traguardo ed alla bellezza del panorama. Ogni salita ha la sua dose di paura e di rischio che ispirano il coraggio per affrontare la fatica iniziale e la discesa. Non basta essere esperti. È la paura che, non di rado, salva dalla morte. Ognuno di noi ha a che fare con la rampicata della vita, con la fatica di salire, con il lavoro, con la stanchezza, con la paura di ciò che ha fatto e della salita che ancora deve affrontare. Ognuno poi può raggiungere una vetta, ma deve non dimenticare che è un traguardo, non può restare lí, vi è arrivato perché anche altri possano arrivarvi. Un giorno un alpino mi disse che chi arriva in alto non deve essere arrogante. Infatti altri possono arrivarvi e se non sei bravo c'è anche chi, volendo stare lí, è disposto a spingerti giù. Ogni salita porta ad una discesa. I meriti hanno a che fare con l'umiltà. Ascesi e mistica, salita e contemplazione, entusiasmo e disillusione è la rampicata in montagna, come la vita di ognuno di noi. La vita è una rampicata, faticosa, ma in cima c'è il panorama. Non stancarti mai, ne vale la pena salire. Non tornare indietro quando le forze vengono meno, non guardare in basso, volgi il tuo sguardo verso l'alto. Siamo fatti per le altezze. Buona rampicata e buona scalata a tutti!
Salvatore Sciannamea
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.