Falò
Falò
Il Pensare tra bellezza e verità

Il fuoco dell'amore: gioia che dona vita o che fa terra bruciata?

A tutti è affidata la passione della vita, il fuoco da alimentare per una bella esistenza.

Nel linguaggio popolare, prosaico, religioso e poetico, non di rado, l'amore è paragonato al fuoco. Nel Cantico dei Cantici, ad esempio, è scritto che "le grandi acque non possono spegnere l'amore". Per rappresentare il dono dell'amore di Dio agli uomini, lo Spirito Santo, si parla, nel libro degli Atti degli Apostoli, di lingue di fuoco che scendevano nel Cenacolo. Il fuoco riscalda e permette la consumazione di alimenti. Non a caso, il fuoco, nei primordi della filosofia, è uno degli elementi fondamentali per la costituzione del tutto esistente. Tutto ciò che è amore è fuoco, passione per il bello. Esistono fuochi, passioni, per l'arte, la danza, la letteratura, il cinema, il teatro. Esistono fuochi per il servizio altrui, per gli amici, per la propria famiglia. A tutti è affidata la passione della vita, il fuoco da alimentare per una bella esistenza. Ma sappiamo tutti che i fuochi possono fare tanto male. Basta pensare ai nazisti, ai roghi di persone umane, ai fuochi per distruggere le città e via dicendo. Anche l'amore è un fuoco che, se lasciato a sè stesso, può fare terra bruciata per un'intera esistenza. Con l'amore ci si può bruciare e si può incendiare l'altro. Se con il fuoco non si scherza, a maggior ragione, non si dovrebbe mai giocare o scherzare con l'amore. Nel consumismo attuale si crede che anche l'amore si può comprare, ma la prostituzione è la terra bruciata dell'amore. Per molti il fuoco della passione è la pura soddisfazione delle proprie voglie, in una logica narcisistica e di profondo egoismo dove non si cerca il bene reale dell'altro. Come il sole dona vita, così il fuoco dell'amore, è vita. L'amore però va protetto, conservato, custodito. L'abbronzatura rende più belli, ma ha le sue regole, le sue protezioni. Custodiamo dunque l'amore che rende belli. Possa questa custodia preservare da tutte quelle bruciature che fanno male, che lasciano terra bruciata prima nel cuore, scavando nei volti dei solchi che non lasciano spazio alla luminosità che ognuno merita. Il fuoco dell'amore sia luce, forza, calore, entusiasmo ed energia che ci realizza nella nostra più intima essenza: la comunione intima e profonda.
Salvatore Sciannamea

    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.