Vini di Vignaioli -Bari
Vini di Vignaioli -Bari
Eventi e cultura

Vini di Vignaioli cala il tris: 2024 ancora a Bari

Dà appuntamento al 12 e 13 maggio negli spazi del Teatro Kismet

Il salone di "Vini di Vignaioli" - Puglia cala il tris e per il terzo anno consecutivo si terrà a Bari, dopo il successo in crescendo delle edizioni 2022, che per la prima volta portava la ventennale rassegna nel Mezzogiorno d'Italia, e 2023. La manifestazione, presentata questa mattina alla stampa, dà appuntamento al 12 e 13 maggio negli spazi del Teatro Kismet, in strada S. Giorgio Martire, 22/F. Definito il programma, che si sviluppa in realtà nell'arco di tre giornate, con l'anteprima musicale di sabato sera, 11 maggio, sempre al Teatro Kismet, con il concerto "Tonino Carotone unplugged experience".

La rassegna entrerà nel merito domenica 12 maggio con la fase di degustazione e vendita che parte a mezzogiorno, con chiusura prevista alle ore 20,00. Seconda giornata di fiera lunedì 13 maggio. Anche in questo caso si apre a mezzogiorno per andare avanti fino alle ore 19,00. Previsti anche alcuni eventi collaterali: domenica la possibilità di un pranzo per la Festa della Mamma, che dà diritto anche all'accesso alla manifestazione; sempre domenica, ma in serata a partire dalle 21,00 la festa a ingresso libero "Vino a Ballare in Puglia", con l'intrattenimento di Assi Dj, sbicchieramento e food. Per l'evento pugliese si tratta di una conferma: ospitando l'edizione Sud resta di diritto nel trittico di manifestazioni che "Vini di Vignaioli" sta vivendo nel 2024: dopo la rassegna di Milano, lo scorso 17 e 18 marzo, appuntamento a Bari e poi a Parigi, in Francia, il 24 e 25 novembre.

La fiera di maggio conta sulla partecipazione di oltre 50 aziende vinicole offrendo anche un lato di "socializzazione": l'opportunità preziosa di comunicare direttamente con i produttori e assaggiare prodotti che incarnano la ricchezza dei diversi terreni italiani. Oltre a degustare e acquistare i vini, ci saranno infatti anche stand di prodotti gastronomici selezionati con un occhio di riguardo per le specialità della Puglia e del Sud Italia. L'organizzatore locale della manifestazione, Gianmario Tedone, ha voluto sottolineare come Bari abbia ricevuto una vera e propria promozione: "Siamo orgogliosi di ospitare 'Vini di vignaioli' per il terzo anno consecutivo come riferimento per il Mezzogiorno d'Italia – ha detto – ma anche per la presenza, di fatto, nell'ambito internazionale in cui l'evento è stato inserito, dopo Milano e prima di Parigi. Per tutto il movimento, ed in particolare per i produttori e per la città di Bari, si tratta di un vero e proprio attestato di stima. Una promozione sul campo".

"Vino e teatro, due tra i più importanti prodotti dell'uomo. Un binomio che si rinnova nel tempo e si rafforza ancora una volta con l'edizione 2024 di 'Vini di vignaioli', che vedrà come suo 'palcoscenico' il Teatro Kismet di Bari – ha spiegato il presidente del Teatro Kismet, Augusto MasielloSiamo felici di ospitare nei nostri spazi una delle più importanti fiere dedicate al vino naturale in Italia, con un occhio sempre attento anche alle nuove proposte internazionali. Una ricerca che connota anche la programmazione artistica del Kismet".

Come sempre la "mission" della manifestazione è promuovere la cultura del vino artigianale realizzato con metodi tradizionali e non invasivi da vignaioli rispettosi della Natura e consapevoli sia in vigna sia in cantina. Riconoscendo l'importanza di mantenere i territori nel pieno rispetto degli ecosistemi, la fiera si impegna a promuovere una viticoltura sostenibile che valorizza non solo il vitigno e il territorio ma anche la personalità e la cultura che si cela dietro ogni bottiglia. Questa manifestazione è un invito a comprendere il vino nella sua dimensione più autentica, dove ogni calice diventa espressione di un territorio, di una storia e di un impegno verso l'ambiente. Insomma, l'evento non è solo un punto di riferimento per i produttori, gli operatori e gli appassionati del settore, ma rappresenta anche una celebrazione della cultura del vino.

Pur trattandosi di una rassegna specialistica, l'evento è aperto a tutti: biglietto d'ingresso acquistabile online oppure in loco: 15 € al giorno comprensivo di ingresso + calice. Per il concerto di Tonino Carotone, sabato sera 11 maggio, il biglietto d'ingresso è di € 20,00.
  • Bari
  • Vini di Vignaioli
Altri contenuti a tema
L’agricoltura al centro della transizione ecologica europea L’agricoltura al centro della transizione ecologica europea Confagricoltura Bari-BAT affronta la sfida del futuro tra nuova Pac e Green Deal nel corso della sua assemblea annuale
Celebrare la bellezza e l’importanza degli oceani Celebrare la bellezza e l’importanza degli oceani Al Ciheam Bari un convegno organizzato Arpa Puglia
La Puglia è una capitale della resistenza e della democrazia La Puglia è una capitale della resistenza e della democrazia Emiliano alla cerimonia di celebrazione del 78° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana
C'era una volta la "BARI" e i suoi campioni  dello sport C'era una volta la "BARI" e i suoi campioni dello sport A Bari , presentazione di una mostra di cimeli e immagini che raccontano la storia sportiva
Ai Professori  Nicola Santoro  e Leonardo Altobelli, il “Premio Nazionale Welfare a Levante” Ai Professori Nicola Santoro e Leonardo Altobelli, il “Premio Nazionale Welfare a Levante” A Bari, la terza edizione in favore di personalità che hanno dato un contributo significativo alla Sanità e ai Servizi Sociali
Cosmico! La musica delle piante Cosmico! La musica delle piante Nick Difino regala agli studenti un’esperienza sensoriale unica
Un palco per l’ambiente. Cultura e scienza: studenti a teatro per erudite divagazioni Un palco per l’ambiente. Cultura e scienza: studenti a teatro per erudite divagazioni Prosegue la rassegna con Nick Difino e le “Storie del mare”
 Letizia Morra  nominata Referente Provinciale per la BAT del  M5S  Letizia Morra nominata Referente Provinciale per la BAT del  M5S "Cercherò di far bene per il territorio, il nostro territorio" La prima dichiarazione rilasciata
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.