Don Michele Pace
Don Michele Pace
Eventi e cultura

Veglia di preghiera per il mondo del lavoro

In diretta su Tele Dehon

Il 1° maggio di ogni anno, in molti paesi del mondo, viene celebrata la Festa dei lavoratori, al fine di ricordare tutte le lotte per i diritti dei lavoratori. «Fin dallo scorso anno -sottolinea don Michele Pace, direttore dell'Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Andria- come ufficio abbiamo voluto cogliere questa occasione per porre una gesto di attenzione verso il modo del lavoro, un mondo sicuramente complesso, e oggi più che mai messo a dura prova dalla crisi socio sanitaria in corso, ma che non può fare a meno di ricevere l'annuncio del Vangelo come orientamento e guida».

Anche nel messaggio che i Vescovi italiani hanno divulgato per questa giornata, dal titolo: "E al popolo stava a cuore il lavorò" (Ne 3,38) Abitare una nuova stagione economico sociale viene affermato con convinzione: «La terribile prova della pandemia ha messo a nudo i limiti del nostro sistema socio-economico. Nel mondo del lavoro si sono aggravate le diseguaglianze esistenti e create nuove povertà. Il «vaccino sociale» della pandemia, infatti, è rappresentato dalla rete di legami di solidarietà, dalla forza delle iniziative della società civile e degli enti intermedi che realizzano nel concreto il principio di sussidiarietà anche in momenti così difficili».

L'Ufficio di Pastorale Sociale, Lavoro, Giustizia, Pace e Salvaguardia del creato, con il coordinamento del Progetto Policoro della Diocesi di Andria e la Parrocchia San Giuseppe Artigiano, in collaborazione con i componenti la consulta: Caritas, Azione Cattolica, Forum di Formazione all'Impegno Sociale e Politico, UCID, Agesci organizza la veglia di preghiera per il mondo del lavoro in calendario venerdì 30 aprile 2021 alle ore 20:00 presso la Parrocchia San Giuseppe Artigiano, Andria

«La veglia si svolgerà presso la Parrocchia San Giuseppe Artigiano - evidenzia don Michele Pace - per valorizzare la figura di questo santo che Papa Francesco ha indicato come modello ecclesiale in questo anno particolare e sarà presieduta dal Vescovo Mons. Luigi Mansi. Alla veglia sono invitati a partecipare, in maniera particolare, i delegati delle associazioni di settore e delle associazioni sindacali. Le comunità parrocchiali, le associazioni e i singoli fedeli della diocesi sono invitati a condividere la preghiera e l'attenzione della Chiesa verso questo mondo che attraversa un momento difficile». Si potrà accedere nella chiesa fino ad esaurimento dei posti disponibili, nel pieno rispetto delle norme anti contagio. La veglia sarà trasmessa in diretta u Tele Dehon, canale 18 e in hd 518, a partire dalle ore 20:00 di venerdì prossimo.
  • Mons. Luigi Mansi
  • Diocesi di Andria
Altri contenuti a tema
Il ministro  Lamorgese alla inaugurazione della Questura di Andria Il ministro Lamorgese alla inaugurazione della Questura di Andria A Trani per il Comando Provinciale di Arma dei Carabinieri e Barletta della Guardia di Finanza
Don Salvatore Sciannamea, rettore dell’Abbazia del Goleto Don Salvatore Sciannamea, rettore dell’Abbazia del Goleto Nuove nomine nelle parrocchie e incarichi nella Diocesi di Andria
Don Giovanni Massaro, il nuovo vescovo di Avezzano Don Giovanni Massaro, il nuovo vescovo di Avezzano L'annuncio è stato dato a mezzogiorno  dalla sala stampa Vaticana
Esperti in umanità Esperti in umanità i seminaristi di teologia e Mons. Mansi in Casa Accoglienza
L’altare non è un palcoscenico L’altare non è un palcoscenico Da Mons. Luigi Mansi un richiamo forte al rispetto delle norme vigenti
Canosa: Via libera alla festa patronale Canosa: Via libera alla festa patronale Le dichiarazioni del sindaco Morra dopo l'incontro in Prefettura
Addio  a Riccardo Fortunato Addio a Riccardo Fortunato Voce e testimone della comunità della Cattedrale S. Sabino
Mio Signore e mio Dio! Mio Signore e mio Dio! Prima Celebrazione Eucaristica di don Nicky Coratella
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.