POLFER
POLFER
Cronaca

Proficua attività della Polizia Ferroviaria

Il bilancio della settimana nelle stazioni e a bordo treni

Sono state impegnate nell'ultima settimana 4.800 pattuglie della Polizia Ferroviaria in 878 Stazioni e a bordo di oltre 1.800 treni con un bilancio di 25 persone arrestate, 220 indagate e oltre 81 mila le controllate. Tra le pattuglie impegnate anche 282 destinate ai servizi antiborseggio. In una settimana, 34 minori non accompagnati sono stati rintracciati e riaffidati alle famiglie o alle comunità mentre 67 cittadini stranieri sono stati sorpresi in posizione irregolare. L'attività della Polizia Ferroviaria è stata intensificata anche grazie all'operazione "Rail Safe Day": una giornata di controlli straordinari, organizzata lo scorso 19 maggio presso 727 località ritenute "sensibili" in tutta Italia. La giornata è predisposta per prevenire comportamenti anomali e scorretti in ambito ferroviario che spesso sono causa di incidenti. In questo ambito sono state sanzionate 38 persone perché sorprese a non rispettare le norme di sicurezza in ambito ferroviario.

Tra le persone finite in carcere: un 22enne arrestato per rapina; a bordo di un treno regionale fermo nella stazione ferroviaria di Lecco, il giovane si è impossessato di un telefono cellulare che una ragazza aveva appoggiato sul sedile. Per sfuggire alla cattura il giovane ha ingaggiato una colluttazione con un 31enne andato in aiuto alla ragazza.
A Orte gli agenti hanno arrestato un 19enne di nazionalità polacca ricercato per tentato omicidio. Il giovane, fermato per un controllo è risultato destinatario di un mandato di arresto europeo per aver tentato di uccidere la sua ex-fidanzata, in Olanda.
A Genova, è stato arrestato un 67enne, residente a Vercelli, su cui pendeva un ordine di carcerazione per incendio doloso e simulazione di reato. L'uomo è stato arrestato grazie all'intervento di un agente della polizia ferroviaria che, libero dal servizio, lo ha riconosciuto all'interno della stazione ferroviaria di Recco (Genova).
Arrestato alla stazione di Firenze un 48enne, ladro seriale di biciclette, accusato anche di ricettazione, porto ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.
Invece nella stazione ferroviaria di Barletta, 3 uomini pluripregiudicati sono stati arrestati per aver tentato un furto mentre tentavano di sfilare il portafogli dalla tasca posteriore del pantalone di un ignaro viaggiatore, intento a salire su un treno.
  • Barletta
  • Polizia Ferroviaria
Altri contenuti a tema
Velocipedi con pedalata assistita "truccati" Velocipedi con pedalata assistita "truccati" Continuano i controlli dei Carabinieri
Poker del Barletta a Canosa Poker del Barletta a Canosa Stadio 'San Sabino' gremito di tifosi
Canosa: Tutti allo stadio! Arriva la capolista Canosa: Tutti allo stadio! Arriva la capolista E' in atto la prevendita dei biglietti
Il Colonnello Francesco Alaimo al comando dell'82° Reggimento Fanteria "Torino" Il Colonnello Francesco Alaimo al comando dell'82° Reggimento Fanteria "Torino" A Barletta, subentra al Colonnello Sandro Iervolino
In Puglia il truck della Campagna Nazionale “Vista in salute” In Puglia il truck della Campagna Nazionale “Vista in salute” Per la Prevenzione delle Malattie della Retina e del Nervo Ottico
Fiume Ofanto: Tra ecologia ed economia le prospettive del Piano del Parco Naturale Regionale Fiume Ofanto: Tra ecologia ed economia le prospettive del Piano del Parco Naturale Regionale Incontro pubblico a Barletta
Lorenzo Accetta a "Barletta Disfida opera viva" Lorenzo Accetta a "Barletta Disfida opera viva" L’evento per celebrare il 518° anniversario dell’epico fatto d’armi del 1503
Grande successo per il Mennea Day- Città di Barletta Grande successo per il Mennea Day- Città di Barletta Scerba e Bachmann hanno vinto il Galà del salto con l’asta – Jumping in the square.
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.