Funerali di Basile Pietro
Funerali di Basile Pietro
Vita di città

Pietro è nelle mani del Signore

Celebrato il rito esequiale nella Cattedrale di San Sabino

Una domenica insolita per la comunità canosina segnata dal lutto, dal dolore per la prematura dipartita di Pietro Basile (54 anni), ex vice sindaco e presidente dell'ASD Canosa Calcio 1948, colto da un infarto fatale alla vigilia di una partita molto sentita e preparata nei dettagli nel corso della settimana. Il Comitato Regionale FIGC ha rinviato la gara di campionato di prima categoria pugliese che vedeva la squadra rossoblu impegnata in trasferta contro il Manfredonia Calcio 1932, il big match della sesta giornata. Sui social è Il capitano dell'ASD Canosa Calcio 1948, Nicola Landolfi a ricordare il presidente : «Finalmente sono riuscito a farti firmare ed a farti tornare, siamo tutti entusiasti adesso vedi che devi fare!Mi dicesti in quel momento che decidemmo che dovevo tornare a casa, tra tanti sorrisi,battute, sogni e speranze.Tutto stava procedendo come speravamo e ci auguravamo, ma sul più bello ci hai lasciato, alla vigilia del match che dopo anni di sacrifici ci portava finalmente a giocarci da primi in classifica in uno scontro diretto contro una società gloriosa, come la nostra! Lo meritavi, come noi meritavamo ancora la tua presenza! È inutile negarti che da adesso in poi tutto sarà più difficile, un vuoto incolmabile ci devasterà ogni volta che indosseremo i nostri colori, ma questa sarà la nostra forza, quando il fiato verrà a mancare e le gambe inizieranno a cedere, il tuo ricordo ci darà la forza di lottare ancora più forte! Anche se, purtroppo, per poco, grazie di tutto Presidente!Guardaci da lassù..cercheremo di renderti orgoglioso di noi !Ci mancherai!Salutaci i nostri cari Angeli!R.I.P.Il tuo capitano».

In mattinata al Palazzetto dello Sport di Canosa, si è disputato il derby di volley femminile under 16, tra l'ASD Diomede e la Polisportiva Popolare che prima del fischio di inizio hanno osservato un minuto di silenzio con un cartello portato a mano dalle due capitane con un saluto: "Ciao Pietro" e al termine della gara il presidente dell'A.S.D. Diomede Gianni Colasante ha dichiarato: «Ci ha lasciato una grande persona che si è dedicata con trasporto alla vita politica, sociale e sportiva della nostra città. L'ho incrociato tra i banchi del consiglio comunale e, seppur da posizioni distanti, ne ho apprezzato la competenza e la buona educazione. Da uomo di sport quale era, è stato un ottimo assessore al ramo, senza mai risparmiarsi per andare incontro ai problemi delle associazioni e allorquando non riusciva a trovare soluzioni, il suo sorriso accomodante era garanzia del suo impegno La sua improvvisa scomparsa crea un vuoto profondo. L' ASD Diomede è vicina alla squadra dell'ASD Canosa Calcio 1948, agli amici di Pietro e soprattutto ai suoi familiari ».

Questo pomeriggio, nella Basilica Cattedrale di S. Sabino di Canosa di Puglia(BT) si è svolto il rito esequiale per l'ultimo saluto a Pietro Basile concelebrato da Don Michele Malcangio, Don Felice Bacco, Don Vito Zinfollino e dal diacono Gerardo Sansonna che si sono stretti al dolore della moglie Licia, dei due figli Anna e Sabino, della mamma, del fratello Vincenzo e della sorella Emanuela, dei familiari tutti e della squadra dell'ASD Canosa Calcio 1948 al completo. Alla cerimonia nella cattedrale gremita di gente, hanno presenziato molte autorità tra le quali: il sindaco di Canosa, Roberto Morra; il consigliere regionale, Francesco Ventola; l'europarlamentare Elena Gentile; il senatore Nicola Rossi; il presidente Confindustria BAT Sergio Fontana, il segretario PD della Bat Pasquale Di Fazio, il consigliere nazionale della Federazione Italiana Tennis Isidoro Alvisi e il fiduciario CONI Riccardo Piccolo. Nell'omelia Don Michele Malcangio ha sottolineato la figura di Pietro Basile, elogiando il suo impegno sociale attraverso l'attenzione rivolta ai più poveri, quello politico l'onore di papà Savino, e sportivo, in particolare per i bambini, il futuro della società. «Sempre con coerenza, coscienza e consapevolezza in una città che doveva camminare e crescere. Con onestà e donazione totale ha saputo tracciare un percorso che ricorderemo per sempre».

Al termine del rito ha preso la parola il senatore Nicola Rossi: «ci mancherà molto a tutti noi , mancherà a questa città. La serietà di Pietro, la credibilità, la correttezza l'attenzione agli altri. la passione civile da vero galantuomo. Addio Pietro che la terra ti sia lieve». Il consigliere regionale Francesco Ventola ha ricordato il rispetto politico reciproco e la grande passione che l'accomunava per il calcio, per la squadra rossoblu e l'Inter.«Pietro Basile e Mauro Lagrasta l'altro indimenticabile amico li seguivo da piccolo per imparare a giocare. La coppia di amici si è ricomposta in cielo per una scuola calcio con un allenatore come Mauro e un presidente come Pietro. Alè Pietro!». Il primo cittadino di Canosa Roberto Morra ha ringraziato per l'impegno profuso da Pietro Basile al servizio della città meritando il tributo che la stessa quest'oggi ha voluto riconoscere «Una persona con una non comune passione per la politica alimentata da un autentico amore per la sua città. Un uomo da sempre impegnato per la sua comunità attraverso l'attivismo politico che lo ha portato a ricoprire ruoli istituzionali come consigliere comunale, assessore, e da ultimo come vice sindaco nella scorsa consiliatura». Un lungo applauso ha accompagnato l'uscita del feretro portato a spalla dai "suoi" giocatori, commossi e in lacrime per la perdita del presidente Pietro Basile benvoluto da tutti.
Nel ricordo di Pietro BasileNel ricordo di Pietro BasileNel ricordo di Pietro BasileNel ricordo di Pietro Basile
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.