Alberi pericolanti
Alberi pericolanti
Territorio

Maltempo: Allarme per gli alberi pericolanti

Venti di burrasca stanno sferzando la Puglia

Con i venti di burrasca che stanno sferzando la Puglia, è allarme per gli alberi pericolanti che rischiano di provocare danni gravi in città e campagna. E' l'allarme lanciato da Coldiretti Puglia, in riferimento ai venti di burrasca con raffiche fino a 90 km orari che stanno sferzando la regione in una situazione diffusa di degrado dovuto anche alla mancanza di manutenzione del verde pubblico che ha richiesto 1768 interventi dei Vigili del Fuoco in Puglia per la presenza di alberi pericolanti nelle città, sulla base dei dati dell'Annuario Statistico 2023.

Le piante cadono per la scelta di essenze sbagliate per il clima, il terreno o la posizione, ma anche per gli errori sulle dimensioni e sul rispetto delle distanze per un corretto sviluppo delle radici, sul quale pesa soprattutto la mancanza di manutenzione adeguata con potature eseguite senza la necessaria professionalità. Con le risorse del PNRR saranno piantati 446mila alberi entro il 2024 nella città metropolitana di Bari – 41 comuni in cui vivono più di 1.224.756 di abitanti – per contrastare – spiega Coldiretti Puglia - l'inquinamento atmosferico, i cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità, oltre alla necessità di far rifiorire in tutta la Puglia città, giardini, aree pubbliche e private per combattere lo smog e gli effetti dei cambiamenti climatici.

Ma i cambiamenti climatici hanno anche favorito la proliferazione di parassiti spesso arrivati dall'estero che ha conseguenze catastrofiche sul verde, ma anche sulla sicurezza, con problemi di stabilità degli alberi. Una situazione sulla quale occorre intervenire con una gestione professionale, che preveda il ricorso alla figura del manutentore del verde con idonea qualifica, anche attraverso la rivalutazione del ruolo degli agricoltori così come previsto dalla legge di orientamento che consente ai Comuni di delegare la manutenzione agli imprenditori agricoli ed evitare così una gestione improvvisata che mette in pericolo i cittadini.

Per mantenere l'impegno a contrastare i cambiamenti climatici bisogna intervenire in modo strutturale sugli ambienti metropolitani ripensando lo sviluppo delle città e favorendo la diffusione del verde pubblico e privato considerato che in Puglia la dotazione di verde urbano che nella maggior parte delle città non supera i 10 metri quadrati per abitante con una situazione preoccupante per i grandi centri dove si oscilla dai 9,2 di Bari ai 9 di Foggia, dai 14,4 metri quadrati di Taranto ai 9,6 di Lecce fino agli 11,9 metri quadrati a Brindisi, secondo l'Istat.

Il criterio ispiratore del lavoro è "piantare l'albero giusto al posto giusto", tenendo conto delle specificità territoriali e puntando esclusivamente su piante e fiori Made in Italy, con il verde che è importante perché migliora anche la qualità della vita nelle città considerato che una pianta adulta è capace di catturare dall'aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili mentre un ettaro di piante è in grado di aspirare dall'ambiente ben 20mila chili di anidride carbonica (CO2) all'anno, secondo una analisi della Coldiretti.
  • Coldiretti Puglia
  • Maltempo
Altri contenuti a tema
L’olio di Puglia è il prodotto agroalimentare più taroccato  nel 2023 L’olio di Puglia è il prodotto agroalimentare più taroccato  nel 2023 Ad affermarlo è Coldiretti Puglia, in base al rapporto delle attività di controllo dell'Ispettorato Repressione Frodi del MASAF
Antonio Decaro, presidente della commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento Europeo Antonio Decaro, presidente della commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento Europeo Coldiretti Puglia: "Buon lavoro!"
Maltempo: Tendoni uva da tavola divelti e olive spazzate via Maltempo: Tendoni uva da tavola divelti e olive spazzate via Bollettino di guerra nelle campagne pugliesi
La Puglia al top della classifica nazionale per l’agricoltura biologica La Puglia al top della classifica nazionale per l’agricoltura biologica E' la seconda regione più bio d’Italia
Più risorse  per l’agricoltura Più risorse per l’agricoltura L'appello lanciato dal presidente della Coldiretti Ettore Prandini alla nuova Commissione Ue
La top ten di frutta e verdura per la tintarella della salute La top ten di frutta e verdura per la tintarella della salute la dieta che abbronza nei principali mercati di Campagna Amica
Frutta e verdura  'scottate' da solleone Frutta e verdura 'scottate' da solleone Dimezzate produzioni per la mancanza di acqua
La Dieta Mediterranea l'antidoto per la salute e le tasche La Dieta Mediterranea l'antidoto per la salute e le tasche Un ruolo importante riconosciuto dall’Unesco
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.