Irrigazione campi
Irrigazione campi
Cronaca

La criminalità mette le mani anche sulle reti di distribuzione irrigua

La denuncia di Coldiretti Puglia

La criminalità mette le mani anche sulle reti di distribuzione irrigua del Nord Fortore del Consorzio per la bonifica della Capitanata, dopo i furti e i danneggiamenti a pozzi artesiani ed aziende agricole che si sono moltiplicati nelle ultime settimane in tutta la Puglia. A denunciarlo è Coldiretti Puglia, che definisce vile oltre che irresponsabile il furto di numerose apparecchiature in ottone e contatori ai gruppi di consegna automatizzati della rete irrigua del Consorzio di Bonifica della Capitanata, proprio quando mancano pochi giorni all'avvio della stagione irrigua, previsto il 10 aprile.

Dopo i furti registrati tra Adelfia e Sannicandro di Bari, il danneggiamento ed il defraudamento di 13 pozzi artesiani tra Terlizzi, Bitonto e Ruvo di Puglia della Cooperativa Cooperagri, con furti di idranti e tubature, episodi analoghi si stanno registrando a Grumo Appula, a Trani, nel foggiano e in provincia di Brindisi con le bande criminali che stanno facendo razzia di fili di rame e cavi elettrici. Si sono moltiplicati in tutta la regione i furti di rame, cavi elettrici e telefonici in campagna con le aziende agricole che rimangono spente e isolate telefonicamente, mentre i pozzi per irrigare restano fermi, pregiudicando le produzioni ortofrutticole che hanno bisogno di acqua. A rischio – denuncia Coldiretti Puglia - le aziende ortofrutticole impossibilitate a procedere all'irrigazione dei campi, gli allevamenti con le operazioni di mungitura e governo degli animali, le aziende agrituristiche per la fornitura dei servizi di ospitalità e ristorazione.

Le aziende hanno bisogno di sicurezza, perché la criminalità le costringe a vivere quotidianamente attanagliate in un clima di incertezza e paura. Nelle aree rurali i criminali stanno condizionando – conclude Coldiretti Puglia - la vita quotidiana degli agricoltori, costretti a trasformarsi in vigilanti diurni e notturni. E' a rischio la loro stessa incolumità.. Il clima che si respira è di paura per imprenditori agricoli, stremati da furti quotidiani, che hanno perso la speranza e per timore e sfiducia spesso non denunciano gli episodi criminosi che sono costretti a vivere.
  • Coldiretti Puglia
  • Criminalità
Altri contenuti a tema
Maltempo :Il gelo rischia di bruciare fiori e gemme di piante e alberi Maltempo :Il gelo rischia di bruciare fiori e gemme di piante e alberi L’allarme lanciato dalla Coldiretti Puglia
Eventi estremi e calamità: Arrivano le misure salva occupazione e lavoro Eventi estremi e calamità: Arrivano le misure salva occupazione e lavoro Le aziende agricole devono trasmettere per via telematica le dichiarazioni di calamità entro il 24 febbraio
Procedure semplificate per l’assegnazione del carburante agricolo agevolato Procedure semplificate per l’assegnazione del carburante agricolo agevolato La richiesta di Coldiretti Puglia per aiutare gli agricoltori nelle campagne
Una corretta alimentazione per combattere i malanni stagionali Una corretta alimentazione per combattere i malanni stagionali Tutti gli agrumi sono ricchi di vitamine
Ulivi monumentali: un patrimonio inestimabile della Puglia Ulivi monumentali: un patrimonio inestimabile della Puglia Si allunga l'elenco degli esemplari censiti
Coldiretti Puglia: Presentazione della ‘DOP Pomodoro di Puglia’ Coldiretti Puglia: Presentazione della ‘DOP Pomodoro di Puglia’ Per la valorizzazione del pomodoro ed il rilancio dell’economia
Puglia:  Al via l’educazione alimentare a scuola Puglia: Al via l’educazione alimentare a scuola Agrididattica in classe e in fattoria
In crescita l’export agroalimentare pugliese In crescita l’export agroalimentare pugliese Trainato dai prodotti simbolo della Dieta Mediterranea più venduti all’estero 
© 2005-2023 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.