Assessore Silvestri
Assessore Silvestri
Vita di città

L’assessore Silvestri replica al consigliere Pellegrino

Le Neuroscienze intese come specifica area di ricerca

L'assessore Silvestri risponde con un comunicato stampa al consigliere Pellegrino in merito alle Neuroscienze candidate al Nobel. """Il giorno di Pasqua – dichiara l'assessore Marco Augusto Silvestri il consigliere Pellegrino ha ben scritto sulla sua pagina facebook (argomento poi ripreso anche da alcuni giornali locali) che il Nobel per le Neuroscienze non esiste. In realtà, il riferimento alle Neuroscienze contenuto nel comunicato stampa del 31 marzo è del tutto corretto ed appropriato. E' proprio per una ricerca multidisciplinare riconducibile alle Neuroscienze, condotta insieme ad un chimico e ad un matematico, anch' essi italiani, che Fabio Gabrielli è stato candidato di recente al Nobel. Le Neuroscienze infatti costituiscono un settore di ricerca che interessa la Biologia, la Chimica, la Psicologia, la Medicina e anche la Fisica; e l'area di candidatura del lavoro dei tre italiani al Nobel è in via di definizione. Pertanto scrivere 'nomination al Nobel per le Neuroscienze' significa proprio che sono le Neuroscienze ad essere candidate al Nobel, intese come specifica area di ricerca. Tanto per capirci, un altro 'Nobel per le Neuroscienze', tutto italiano, e' stato quello assegnato, per la Medicina, a Rita Levi Montalcini nel 1986 o il più recente caso riguardante May–Britt Moser, psicologa norvegese, Premio Nobel per la Medicina 2014. Tutto qui, senza immaginare questo polverone inutile, ritenevamo fosse un riferimento utile per sottolineare l'altissima considerazione del mondo scientifico e accademico nei confronti del nostro ospite. Per finire sicuramente il consigliere Pellegrino non ha fatto caso che al professor Gabrielli, nel corso della conferenza, è stata rivolta una domanda specifica su questo studio; domanda a cui il professore ha risposto cercando di spiegare in poche battute un lavoro di ricerca contenuto in una pubblicazione universitaria di qualche migliaio di pagine. Spero invece che lo abbiano notato gli altri presenti: conto su di loro anche per avere un interpretazione meno fantasiosa delle mie parole quella sera: in nessuna maniera, infatti, ho inteso orientare i miei coetanei verso opportunità lontane dalla nostra città. Piuttosto, ho provato a indirizzare tutti, me per primo, a una cultura fortemente identitaria ma orientata con occhi spalancati verso ciò che offre il mondo."."" Come ha suggerito lo stesso professor Gabrielli.
Ufficio Stampa
Francesca Lombardi
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.