Spreco alimentare
Spreco alimentare
Territorio

Il consumo consapevole di cibo contro gli sprechi alimentari

Il decalogo antispreco di Campagna Amica

Incentivare il consumo consapevole di cibo con un occhio attento alle etichette e contro gli sprechi alimentari, quando nel 2023 sono stati buttati in pattumiera 75 grammi di cibo al giorno, quantitativo che nel 2024 potrebbe addirittura aumentare dell'8%. Ad affermarlo è Coldiretti Puglia, in occasione dell'Earth Overshoot Day 2024, che quest'anno per l'Italia arriva già il 19 maggio, giorno che indica l'esaurimento ufficiale delle risorse natrali che il Pianeta è in grado di offrire nell'arco di un anno. In pratica, da questo 19 maggio, l'umanità ha già "finito" tutte le risorse che la natura produce in un intero anno e inizia ad andare a debito, immettendo in atmosfera più CO2 della capacità che hanno gli ecosistemi di assorbirla.

Con la Puglia che produce 469 chili di rifiuti urbani pro capite l'anno, secondo i dati del rapporto sui rifiuti urbani 2023 dell'ISPRA, attraverso una serie di piccoli accorgimenti è possibile riutilizzare i rifiuti alimentari ricavandone del concime per la coltivazione di piante e fiori. Funzionale sia per le piante sui terrazzi che per i giardini, è possibile utilizzare gli scarti alimentari o delle lavorazioni dell'orto per produrre dell'ottimo concime. La compostiera è lo strumento adatto – aggiunge Coldiretti Puglia - può essere un contenitore in plastica o in legno, con prese d'aria in modo da evitare fenomeni di putrescenza, o anche un semplice cumulo in giardino. In una compostiera si possono gettare tutti gli scarti organici con particolare preferenza verso quelli vegetali, limitando quelli d'origine animale. Infatti il contenuto di carbonio presente in gran quantità nelle piante nel compost deve essere 30 a 1 rispetto all'azoto contenuto nelle proteine animali. Una volta gettati, questi scarti saranno "aggrediti" da batteri compostatori che in presenza di ossigeno, tenderanno a degradare questi rifiuti formando in circa 6 mesi un terriccio "appetitosissimo" per le nostre piante.

A guidare la classifica degli sprechi sono le abitazioni private dove si butta mediamente circa l'11% del cibo acquistato mentre mense e rivenditori ne gettano rispettivamente il 5% e il 2%, secondo l'analisi della Coldiretti su dati Onu. Un fenomeno che determina anche – precisa la Coldiretti – effetti dirompenti sull'economia, sulla sostenibilità e sul piano ambientale per l'impatto negativo sul dispendio energetico e sullo smaltimento dei rifiuti. Si stima, infatti, che le emissioni associate allo spreco alimentare rappresentino l'8-10% del totale dei gas serra.

La frutta è l'alimento più sprecato, con 1,2 chili a testa che finiscono nella pattumiera in un anno – evidenzia Coldiretti – seguita dal pane con oltre 0,8 chili pro capite e poi da insalata, verdure, aglio e cipolle con perdite economiche nei bilanci delle famiglie per quasi 6,5 miliardi di euro, secondo il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell'Università di Bologna e di Last Minute Market da Borsa Merci Bologna 2023.

Fare la lista della spesa, leggere attentamente la scadenza sulle etichette, verificare quotidianamente il frigorifero dove i cibi vanno correttamente posizionati, effettuare acquisti ridotti e ripetuti nel tempo, privilegiare confezioni adeguate, scegliere frutta e verdura con il giusto grado di maturazione, preferire la spesa a km0 e di stagione che garantisce una maggiore freschezza e durata, riscoprire le ricette con gli avanzi, dalle marmellate di frutta alle polpette fino al pane grattugiato, ma anche non avere timore di chiedere la doggy bag al ristorante e l'agribag negli agriturismi di Campagna Amica, sono alcuni dei consigli elaborati dalla Coldiretti Puglia contro gli sprechi alimentari.

La biodiversità può essere uno strumento strutturale – insiste Coldiretti Puglia - nella lotta agli sprechi alimentari e nutrizionali, perché il maggior valore riconosciuto alle varietà biodiverse recuperate determina più attenzione agli sprechi e minori perdite, avvicinando produttori e consumatori nelle filiere corte, ecologiche, locali. Meglio, dunque, prediligere i prodotti di stagione, scegliendo la frutta e le verdure al giusto grado di maturazione e conservandola adeguatamente, dividendo quella che si intende consumare a breve con quella che si prevede di conservare più a lungo.

Un problema drammatico dal punto di vista etico oltre che economico contro il quale Coldiretti è impegnata in un'opera di sensibilizzazione dei consumatori attraverso il progetto dei mercati di Campagna Amica per il contenimento degli sprechi con la più grande rete di fattorie e farmers' market per sostenere le realtà locali, ridurre l'impatto ambientale dei lunghi trasporti e garantire alle famiglie prodotti più freschi che durano di più.

DECALOGO ANTISPRECO DI CAMPAGNA AMICA
1) Fai la lista della spesa
2) Procedi con acquisti ridotti e ripetuti nel tempo
3) Preferisci le produzioni locali e compra nei mercati a km 0
4) Acquista seguendo la stagionalità dei prodotti
5) Prendi la frutta con il giusto grado di maturazione
6) Separa le diverse varietà di frutta e verdura
7) Non tenere insieme i cibi che consumi in tempi diversi
8) Controlla sempre l'etichetta
9) Chiedi la doggy bag al ristorante per consumare a casa gli avanzi
10) Cucina con gli avanzi ricette antispreco
  • Campagna Amica
  • Coldiretti Puglia
  • Spreco alimentare
Altri contenuti a tema
Protesta agricoltori:  trattori davanti ai cancelli dei pozzi Protesta agricoltori: trattori davanti ai cancelli dei pozzi L’acqua viene erogata a singhiozzo
Caldo: gli effetti dell’anticiclone Minosse Caldo: gli effetti dell’anticiclone Minosse L’ondata di afa con temperature agostane
Emergenze agricole: dalla siccità alla gestione fallimentare della risorsa idrica in Puglia Emergenze agricole: dalla siccità alla gestione fallimentare della risorsa idrica in Puglia Sono tra i temi affrontati da Coldiretti Puglia incontrando i Prefetti
Maturità: Ecco la dieta salva esami Maturità: Ecco la dieta salva esami L’abuso di caffè è l’errore alimentare più frequente degli studenti
Puglia: Le aree a rischio desertificazione rappresentano il 57% della superficie utilizzabile Puglia: Le aree a rischio desertificazione rappresentano il 57% della superficie utilizzabile Celebrata la giornata mondiale contro la desertificazione e la siccità
Stop ai prodotti ottenuti dallo sfruttamento minorile Stop ai prodotti ottenuti dallo sfruttamento minorile Si celebra la Giornata mondiale contro il lavoro minorile
Puglia: la siccità  attanaglia i campi, a rischio tutte le colture Puglia: la siccità attanaglia i campi, a rischio tutte le colture Coldiretti Puglia torna a denunciare lo scenario critico per agricoltori e allevatori,
Estate 2024:Le “agricolonie” che integrano l’offerta di servizi educativi per l’infanzia Estate 2024:Le “agricolonie” che integrano l’offerta di servizi educativi per l’infanzia Sono 300 le masserie didattiche in campagna pronte a "salvare" bambini e ragazzi da smartphone e console
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.