Canosa - Solstizio d'inverno
Canosa - Solstizio d'inverno
Territorio

E' il giorno del solstizio e di Natale

La nascita del Sole invitto “Dies Natalis Solis Invicti”

È il Solstizio d'Inverno del 21 Dicembre 2020, nel giorno più corto dell'anno, quando il Sole sembra fermarsi (Solis statio del Solstizio) all'orizzonte per rinascere e riprendere il cammino di crescita. È il Solstizio d'Inverno, a Canosa di Puglia(BT) sono le ore 16,20 circa e, come nel rito antico che si ripete tra i megaliti di Stonehenge, ci affacciamo dall'area archeologica di Giove Toro, verso il Vulture, fotografando il punto del tramonto del Sole. Nell'antica Roma si celebrava si celebrava il rito e la Festa del Dies Natalis Solis Invicti, del "Giorno della nascita del Sole invitto", istituito nel 273 d.C. dall'Imperatore Aureliano. Era il Natale pagano del 25 Dicembre del Calendario Giuliano, con l'adorazione del Dio Mithra, con la nascita da una donna Vergine. Ma il culto del Dio Mithra, identificato dai Romani nel Sol Invictus, risale alla divinità ellenica e persiana del 1400, a. C., con la raffigurazione del disco solare irraggiato. Il disco solare del Sol Invictus, rappresentato in numerose sculture e bassorilievi in Europa, in monete romane, in un'ara del Vaticano, verrà poi sostituito dall'ostensorio della liturgia cristiana dell'Eucarestia, di Gesù Luce del mondo, come ancora oggi la Liturgia cristiana rappresenta nell'Ostensorio, che abbiamo visto quest'anno nelle mani benedicenti di Papa Francesco nella solitudine di Piazza San Pietro per la chiusura del Coronavirus.

Nel 330 d. C. Costantino decretò di far coincidere il Natale pagano con la festa cristiana della nascita di Gesù a Betlemme. Cogliamo così, come spesso avviene, un legame di intercultura tra civiltà pagana, romana e civiltà Cristiana, che nell'Anno Domini, A.D., ha datato la storia dell'Occidente nella nascita di Gesù, pietra miliare della Storia. In questa transizione dalla civiltà romana a quella cristiana,Tertulliano, scrittore romano del II- III sec. d. C., considerato il padre della Teologia latina occidentale, dopo la conversione al Cristianesimo, così scrive, rimproverando i pagani, nell'opera Ad Nationes (Ai Popoli), cap. 1, XIII: "Alii plane humanius solem Christianum deum ¦aestimant, quod innotuerit ad orientis partem facere nos precationem, vel die solis laetitiam curare" (" Altri ritengono in maniera chiaramente più umana che il dio cristiano sia il sole, perché è notorio che noi facciamo la preghiera orientati verso il sole ad Oriente e che nel Giorno del Sole proviamo gioia").

La preghiera dei primi Cristiani infatti avveniva in piedi, verso Oriente. La preghiera di Papa Francesco avviene dalla Basilica affacciata verso Oriente. Nel Solstizio d'Inverno nasce la Luce del Bambino Gesù: nella Luce della mangiatoia (Praesepium) di Betlemme. Dalla luce del Sole invincibile alla Luce di Gesù Vivente, è Natale. "Nel giorno del sole proviamo gioia", come i primi Cristiani ...anche in questo sofferto tempo di covid. Salutiamo il Sole affacciati alla finestra o al balcone, anche nel 2020 è l'Anno del Signore.
A. D. 2020
Buon Natale!
maestro Peppino Di Nunno (stylus magistri)
  • Canosa di Puglia(BT)
Altri contenuti a tema
Canosa-Andria: ancora disagi per gli automobilisti ed imprenditori Canosa-Andria: ancora disagi per gli automobilisti ed imprenditori La nota dei consiglieri comunali di Andria : Nino Marmo , Luigi Del Giudice e Marcello Fisfola
1 Margherita, "Un angelo caduto in volo” Margherita, "Un angelo caduto in volo” L’omelia di don Nicola Fortunato
Sulle vie degli Asinelli Sulle vie degli Asinelli Passano i venditori ambulanti del 900 a Canosa
Canosa: Un gioiello incastonato nel centro storico Canosa: Un gioiello incastonato nel centro storico Inaugurata la nuova sede dell'Antica Libreria del Corso
La notte fa paura ai canosini La notte fa paura ai canosini Ennesima esplosione ed auto in fiamme
Canosa: un ciclista perde la vita in un incidente stradale Canosa: un ciclista perde la vita in un incidente stradale Investito da un furgone in curva sulla SS93
Le Cartellate di Canosa tutt'altra cosa Le Cartellate di Canosa tutt'altra cosa Nella classifica dei dolci tipici del Natale dall’indagine Coldiretti/Ixe’
Fine di un incubo!Comincia la rinascita Fine di un incubo!Comincia la rinascita La testimonianza di Stanislao Sciannamea guarito da Covid-19
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.