Famiglia Di Bitetto con Fabrizio
Famiglia Di Bitetto con Fabrizio
Speciale

Ciao, Fabrizio! La terra ti sia lieve!

Da Roma, il ricordo di Nunzio Valentino

Ho appreso la drammatica notizia della morte di Fabrizio Di Bitetto(21 anni), stamane facendo colazione. Mi aveva inviato un drammatico whatsapp sua madre Cinzia, moglie del dottor Antonio. Le prime cronache riportano che è deceduto a seguito di un'incidente stradale accaduto, intorno alle ore 1, 35 circa odierne nel quartiere dell'Eur di Roma. in via Cristoforo Colombo 581, dove cinque ragazzi, tutti tra i 20 e i 22 anni, marciavano a bordo di una Chevrolet Matiz quando, per cause da accertare, si sono ribaltati. Dei cinque, tre donne e due uomini, uno dei passeggeri seduto al sedile posteriore è deceduto, illesi gli altri quattro amici di Fabrizio Di Bitetto. La commozione ha macchiato di caffè una tavola linda, mentre lacrime rigavano il mio viso di padre,di amico, di piccolo consigliere di questo giovanotto rubato dal destino all'affetto dei suoi cari. Con Antonio, suo padre, siamo cresciuti assieme, le nostre case distavano venti metri ed entrambe guardavano la scuola Mazzini, parte viva della mia prima giovinezza . Gli studi superiori ci avevano divisi, c'eravamo ritrovati a Roma nel 1997 complice una costruenda e costituenda Associazione dei Canosini di Roma. Antonio aveva ricominciato con Cinzia una nuova vita di cui Fabrizio è stato il nobile frutto.

Canosa ed i Canosini di Roma oggi piangono la morte di questo loro figlio, rubato anzitempo da una strada violenta alla vicinanza di chi lo aveva conosciuto e all'affetto delle sue due sorelle, dei suoi genitori. Conosco bene la storia di questo ragazzo buono, dallo sguardo triste, alla ricerca di una sua accettata via alla vita .Con Lui, Tina, mia moglie, Antonio e Cinzia, poco prima delle vacanze estive avevamo cenato in un ristorante "giovane" nella piazza antistante Ponte Milvio . Feci ,con quella arte maieutica che il tempo consolida , parlare,genitori assenti , il mio giovane amico Fabrizio che avevo visto nascere e crescere. Dal suo racconto traspirò la figura di un ragazzo buono ma invisibile , teso alla ricerca di una sua via alla vita , circondato da genitori affettuosissimi ma preoccupati del suo domani.

Fabrizio da poco aveva finito il servizio civile, cercava una strada , aveva dei sogni che si sono infranti malamente sotto le lamiere contorte di una automobile ribaltata sulla via a scorrimento veloce, la Cristoforo Colombo a Roma. Stessa drammatica sorte di Giuseppe e Michele, Antonio che come Fabrizio sono ora serrati nel mio cuore di padre, di nonno : maledette strade dove la migliore gioventù muore! Fabrizio l'avrei rivisto a breve per cercare insieme il metodo per squarciare il velo della sua tristezza ,per dirgli ancora una volta che la vita è bella e merita di essere vissuta. Fabrizio non ha avuto tempo, la morte, un triste destino ce lo ha rubato .

Canosa oggi si stringe intorno a Cinzia ed Antonio ed io con loro con la mia famiglia . Riposa in pace ragazzo invisibile alla ricerca di una tua visibilità, zio Nunzio e zia Tina piangono con quanti hanno avuto la possibilità di gustare la tua triste dolcezza . Ti sia lieve Fabrizio la terra ed accarezza e consola da lassù papà, mamma, le tue due sorelle. Voglio ricordarti nel momento familiare felice del ritrovato matrimonio dei tuoi genitori.Sentite condoglianze, a nome di tutta la Redazione di Canosaweb.
Nunzio Valentino
  • Roma
  • Incidente stradale
Altri contenuti a tema
Libri di Puglia: quando la cultura esce dal seminato... Libri di Puglia: quando la cultura esce dal seminato... Tavola rotonda alla Fiera "Più libri più liberi" di Roma
San Sabino tra le mani di Papa Francesco San Sabino tra le mani di Papa Francesco Il gruppo "Amici per caso" ha partecipato all'udienza generale
Ennesimo incidente provocato dai cinghiali Ennesimo incidente provocato dai cinghiali Autovettura distrutta sulla S.S. 93 Canosa-Lavello
Puglia, a way of life… che piace Puglia, a way of life… che piace Workshop nell’ambito del meeting  “All Routes Lead to Rome”
Lino Banfi,  presidente onorario di CanoSIamo Lino Banfi, presidente onorario di CanoSIamo Le emozioni della festa romana
Il film "Bar Giuseppe" girato a Loconia Il film "Bar Giuseppe" girato a Loconia Presentato alla Festa del Cinema di Roma
Incidente sulla ex sp 231 Andria-Canosa di Puglia Incidente sulla ex sp 231 Andria-Canosa di Puglia Motociclista sbalzato contro il guard rail a causa di una buca
Incidenti stradali e deceduti in calo nel 2018 Incidenti stradali e deceduti in calo nel 2018 L'assessore Giannini illustra il Rapporto sull'Incidentalità Stradale
© 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.