Incidente Auto
Incidente Auto
Cronaca

Canosa-Barletta : Ennesimo incidente provocato da cinghiali

Auto distrutta, automobilista fortunatamente illeso

Si vive in piena emergenza cinghiali e animali selvatici che causano incidenti stradali e mettono a repentaglio l'incolumità delle persone. Da segnalare un altro incidente accaduto intorno alle ore 21,30 di ieri, sulla S.S. 93 Canosa-Barletta, all' altezza di Casalonga provocato da un branco di cinghiali presente sulla carreggiata che un conducente canosino (20 anni) alla guida di una Lancia Delta non ha potuto evitarlo e l'ha investito in pieno. Il conducente è uscito fortunatamente illeso mentre l'autovettura è andata distrutta dallo schianto contro 3 ungulati, finendo a bordo strada. Tanta freddezza e lucidità da parte dell'autista fortunatamente rientrato illeso a Canosa di Puglia, che ha raccontato l'accaduto alla Polizia Locale di Barletta ed ai soccorritori, incrociando le dita che il tutto si sia concluso con un solo grande spavento.

Più fonti riportano che la Cassazione ha stabilito che il risarcimento per danni causati da cinghiali alla propria auto è a carico delle Regioni, in quanto responsabili della gestione della fauna selvatica. Le Regioni possono solo rivalersi eventualmente su enti o associazioni a cui ha delegato il controllo. Ottenere il risarcimento da parte della Regione richiede un lungo e complicato iter il cui esito purtroppo non è sempre scontato. La legge stessa non parla mai nello specifico di risarcimento per i danni subiti da un veicolo causati dallo scontro con un animale selvatico. Dovrà essere, infatti, il conducente del veicolo coinvolto nell'incidente a dover dimostrare di aver fatto tutto il possibile per evitare l'incidente e di aver mantenuto un comportamento corretto alla guida. Gli unici casi in cui il conducente del veicolo può essere sicuro di poter ottenere un risarcimento dall'Ente che gestisce la strada dove è avvenuto il sinistro sono: mancanza di segnaletica che indica la presenza di animali selvatici; assenza di recinzione sul bordo della strada oppure recinzione danneggiata. In tutti gli altri casi, chiedere il risarcimento danni alla Regione implicherà un lungo e costoso iter giudiziario il cui esito, come abbiamo già detto, è incerto.
  • Cinghiali
  • Incidente stradale
Altri contenuti a tema
Le problematiche dell’incidentalità stradale Le problematiche dell’incidentalità stradale In Prefettura la riunione per contrastare il fenomeno
Una fiaccolata per ricordare Giuseppe Lenoci Una fiaccolata per ricordare Giuseppe Lenoci Ad un anno di distanza dal tragico incidente stradale durante l’alternanza scuola lavoro
Italia: In aumento gli incidenti stradali Italia: In aumento gli incidenti stradali La Polizia Stradale ha reso noti i dati dell’attività svolta nel 2022
Puglia: Invasione di cormorani per la tropicalizzazione del clima Puglia: Invasione di cormorani per la tropicalizzazione del clima A dicembre, temperatura di 2,65 gradi superiore alla media storica
Incidente mortale: L’Andria-Trani, una strada mai messa in sicurezza Incidente mortale: L’Andria-Trani, una strada mai messa in sicurezza La nota dell' Associazione “Io Ci Sono!”
Canosa-Andria: altro incidente stradale Canosa-Andria: altro incidente stradale La strada provinciale continua a restare pericolosa
Cordoglio e vicinanza alla famiglia Murante Cordoglio e vicinanza alla famiglia Murante Le testimonianze delle associazioni “CanoSiamo” di Roma e “Il Ponte” di Torino
Puglia: Il via libera all’abbattimento dei cinghiali Puglia: Il via libera all’abbattimento dei cinghiali La Regione ha approvato il disciplinare per la gestione della “Caccia di Selezione”
© 2005-2023 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.