La Desolata vista da Ignazio Montenegro
La Desolata vista da Ignazio Montenegro
Un Paese di Poesia

La Disolète:"Stava Maria dolente senza respiro e voce"

La poesia in dialetto di Sante Valentino

Nel Sabato Santo, la comunità canosina attende con la preghiera "la Risurrezione di Cristo con la Vergine Desolata". Questa mattina per la prima volta dal 1966 non si terrà la processione della Desolata "…una tradizione, una realtà, una testimonianza di fede…" a causa delle restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria covid-19. Dalle ore 8.30 circa "ci raccoglieremo in preghiera davanti al simulacro della Vergine Desolata" ha riferito il parroco don Carmine Catalano comunicando inoltre che ci sarà la diretta streaming attraverso la pagina Facebook della Parrocchia S. Francesco e Biagio di Canosa di Puglia o ascoltando Radio Love FM sintonizzandosi sulla frequenza (97.6). Intorno alle ore 9.00 sarà trasmesso il suggestivo "Inno alla Desolata". "Con la nostra preghiera, chiediamo al Signore attraverso la potente intercessione della Vergine Desolata, che allontani questa mortale pandemia" ha concluso il parroco.

Alla processione della mattina del Sabato Santo a Canosa di Puglia si è ispirato il poeta Sante Valentino con il componimento in dialetto intitolato "La Disolète". La processione della Desolata è "uno dei fiori all'occhiello della nostra tradizione storico-culturale- religiosa,"- dichiara il poeta Sante Valentino - "contraddistinta dal canto del coro che l'accompagna. L'inno sublime rigenera lo spirito ed esalta l'orgoglio canosino con una partecipazione di popolo e di figuranti unica nel suo genere. Centinaia di donne vestite di nero a capo coperto intonano lo " Stabat mater" che risuona e inonda le strade del paese con grande commozione generale. Quest'anno ci mancherà tanto ma noi - conclude il poeta canosino che vive a Roma - anche da lontano la preghiamo perchè solo Lei la 'Desolata' potrà asciugare le nostre lacrime".
La Disolète
" Stava Maria dolente senza respiro e voce
mentre pendeva in croce
del mondo il Redentore…"


Azzécche acchessì u cànde de la Disolète
ca chiéue u sínde e chiéue te tòcche u còre,
na cràuce, na preghìre e ce ne scème rète rète
che na pérde na paràule e séndele angòre.
Ce mítte rècchje u sínde péure d'arràsse,
c'arravògghje u pajese e nan de lasse mèje,
t'acciàffe l'àneme e te ne vèje pàsse pàsse
che quèra màmme ca cérche u fìgghje da ddèje.
Na mòrre de fémmene a nérghe vestéute
che nu vèle 'nghèpe l'accumbàgne e cànde,
nu cànde andeche ca do cjle ho venéute
e ca u pùte sénde scechítte u sàbbete sànde.
Che na spèta 'mbítte e na làgreme c'ascènne
véce aggerànne che stràtere e 'nghjanète,
n'àngele da rète la véce tenènne
e cùre ca l'adòcchje rumène 'mbetrète.
Na bregessiàune ca nan bùte na vedélle
che tànda génde ca se fèce la cràuce,
nan ge stànne paréule che ddece quànde jà bélle
e ogné vòcche tène scechítte na vàuce.
Nan ge la pùteme scurdè sta Madònna nòste
assettète a chiànge sàup'a quèra prète
ca tòrne ogné jànne appòste appòste
a recurdàrce ca jà la màmme de tùtte la"Disolète".

"La Desolata" "Stava Maria dolente senza respiro e voce
mentre pendeva in croce del mondo il Redentore"

Così comincia il canto della Desolata/che più lo senti e più ti tocca il cuore,/una croce, una preghiera e ce ne andiamo dietro/per non perdere una parola e sentirlo ancora./Se metti l'orecchio lo senti pure di lontano,/che avvolge il paese e non ti lascia mai,/ti prende l'anima e ti porta passo passo/da quella madre che di là cerca il figlio./Una moltitudine di donne vestite di nero/col velo in testa l'accompagna e canta,/un canto antico venuto dal cielo/che puoi sentirlo solo il sabato santo.Con una spada in petto e una lacrima che scende/va girando per strade e salite,/un angelo dietro la sostiene/e chi la guarda resta impietrito./Una processione che non puoi non vederla/con tanta gente che si fa il segno di croce,/non ci sono parole per dire quant'è bella/e ogni bocca tiene solo una voce./Non la possiamo scordare questa Madonna nostra/seduta a piangere sopra quella pietra/che torna ogni anno apposta/ a ricordarci che è la madre di tutti la "Desolata".
La Desolata tratta dal calendario 2015 de "Il Campanile"2017 La Desolata ph Savino MazzarellaSimulacro della Desolata restaurato2017 La Desolata ph Savino MazzarellaCanosa di Puglia - La Desolata ph Francesco SchiraldiCanosa di Puglia: Il coro della Desolata  ph Davide PischettolaDavide Pischettola: Il coro della Desolata CanosaCanosa di Puglia Desolata - M° Mimmo Masotina ph Davide PischettolaLa Desolata ph Savino MazzarellaDesolata Canosa di Puglia I Riti della Settimana SantaCanosa di Puglia - Desolata -  Mons. Luigi Mansi e Don Carmine CatalanoEzio Masotina - Coro della Desolata- Canosa di PugliaDesolata ph Pasquale GuerraDesolata Canosa di Puglia I Riti della Settimana SantaDesolata Canosa di Puglia  I riti della Settimana SantaLa Desolata di Canosa a “Facies Passionis” TARANTO 2020
  • Roma
  • Desolata
  • Riti della Settimana Santa
  • Parrocchia San Francesco e San Biagio di Canosa di Puglia(BT)
  • Dialetto
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Canusium Calcio: solo 3 casi positivi al Covid Canusium Calcio: solo 3 casi positivi al Covid Il comunicato ufficiale della società
Canosa: 51 casi positivi al Covid Canosa: 51 casi positivi al Covid La dichiarazione del sindaco Morra
Coronavirus: 762 casi positivi in Puglia Coronavirus: 762 casi positivi in Puglia Registrati 82 nella BAT
Sospese le attività catechistiche in presenza Sospese le attività catechistiche in presenza La lettera di Mons. Luigi Mansi a presbiteri e diaconi della Diocesi di Andria
L'utilità delle USCA nella BAT L'utilità delle USCA nella BAT In corso le procedure per portarle a 8
Coronavirus :791 casi positivi in Puglia Coronavirus :791 casi positivi in Puglia Registrati 127 nella BAT
Didattica a distanza: necessaria e urgente la decisione del Presidente della Regione Puglia. Didattica a distanza: necessaria e urgente la decisione del Presidente della Regione Puglia. La disamina di Enzo Princigalli
Coronavirus: 716 casi positivi in Puglia Coronavirus: 716 casi positivi in Puglia Registrati 48 nella BAT
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.